LaLiga: una rete di Carmona abbatte il Las Palmas e fa respirare il Gijon

Nonostante la paura di perdere, gli asturiani riescono a superare il Las Palmas, mettendolo KO grazie a Carmona. Lotta retrocessione ancora in dubbio, ora la palla passa al Leganes, impegnato mercoledì contro il Betis Siviglia.

LaLiga: una rete di Carmona abbatte il Las Palmas e fa respirare il Gijon
Source photo: www.marca.com
SPORTING GIJON
1 0
LAS PALMAS
SPORTING GIJON: Cuellar; Douglas, Babin, Meré, Canella; Sergio Alvarez, Vesga, Moi Gomez (Xavi Torres, min. 78); Castro (Carmona, min. 46), Cop, Burgui (Isma Lopez, min. 83).
LAS PALMAS: Javi Varas; David Simon, Lemos, Bigas, Dani Castellano; Montoro, Momo, Roque Mesa, Jonathan Viera (Trujillo, min. 82), Mateo Garcia (Halilovic, min. 64); Erik Exposito.
SCORE: 1-0, min. 67, Carmona.
ARBITRO: Jaime Latre (ESP). Ammoniti: Sergio Alvarez (min. 32), Roque Mesa (mi. 41), Douglas (min. 50), Cop (min. 71), Canella (min. 80), Trujillo (min. 90+1)
NOTE: Stadio El Molinon, gara valida per LaLiga 2016/17.

Vittoria preziosissima dello Sporting Gijon, che nell'anticipo del sabato batte un incerottato Las Palmas grazie alla decisiva rete di Carmona al minuto numero sessantaquattro. Incominciando la sfida con il nervosismo di chi sa d'aver tutto da perdere, gli asturiani prendono lentamente piede, rischiando qualcosa ma trovando la rete grazie al proprio numero 19. Nel finale di gara, poche emozioni, con i ragazzi di Rubi che si portano a tre lunghezze dal quartultimo posto, mettendo pressione ad un Leganes impegnato, lunedì, contro il Betis Siviglia

Padroni di casa che scendono in campo adottando il 4-3-3, con Rubi che lascia in panca sia Vitor che Carmona, lanciando invece dal 1' l'ex Cagliari Cop. In porta, Cuellar, protetto dalla retroguardia a quattro formata da Douglas, Babin, Meré e Canella. Nella zona mediana del campo, Vesga affiancato da Sergio Alvarez e Moi Gomez, mentre sono Castro e Burgui gli esterni offensivi a sostegno proprio di Cop. Rimaneggiato 4-1-4-1, invece, per gli ospiti, orfani di Jesé e Livaja per squalifica e di Boateng per infortunio. Davanti a Javi Varas, Lemos e Bigas, affiancati da David Simon e Dani Castellano. Nella zona centrale del campo, Montoro, con Mesa e Viera incaricati di alternarsi nel doppio ruolo. Sulle fasce, pronti a sostenere l'unica punta Erik Esposito, gli esterni Momo e Garcia.

Gara molto tesa fin dai primi minuti, con i supporters  di casa subito pronti a protestare contro il patron del club invece che sostenere i propri beniamini, a rischio svantaggio già al 7', quando è Roque Mesa a concludere dalla distanza senza trovare la gioia personale. E' un buon momento, per il Las Palmas, che riesce ad aggredire i rispettivi avversari con facilità. Al 13' altra chance per gli ospiti, con Erik Exposito che ruba palla a Burgui trovando, però, la decisa risposta difensiva di Babin, lucido nell'evitare il peggio. Cinque minuti dopo, primo squillo degli asturiani con Cop, bravo a concludere da punizione piazzando il pallone poco distante dalla porta protetta da Javi Varas. L'attaccante ex Cagliari, non contento dell'occasione mancata, ci riprova al 20' servito da Canella, mancando clamorosamente la porta da ottima posizione.

Superata una parentesi confusionaria, con tanti errori in fase di impostazione, si rende ancora pericoloso lo Sporting Gijon, con Burgui che al 27' entra in area e scarica il destro, trovando la risposta decisa di Javi Varas, al primo importante intervento di gara. E' però troppo poco, per i ragazzi di Rubi, che accusano l'obbligo del successo eccedendo spesso nell'inutile frenesia. Capendo di dover necessariamente cambiare passo, i padroni di casa si rendono doppiamente pericolosi alla mezz'ora, prima con Castro e poi con Cop. Concludendo da ottima posizione, il 9 viene respinto da Bigas, che successivamente ringrazia l'attaccante ex Cagliari per l'errore inspiegabile, il secondo di gara. 

Nella fase finale di frazione, la sfida si anima, con tante occasioni ambo le parti. Al 36' gran bella parata di Cuellar su Mateo Garcia, che sfiora la rete con un diagonale, tre minuti dopo manda invece fuori Cop, che di testa non trova lo specchio della porta. Al 43', invece, ennesima galoppata di Burgui, che si accentra concludendo però debolmente di destro. L'ex Deportivo, davvero insidioso, viene frenato un minuto dopo da Javi Varas, che in uscita sventa una buona occasione per i padroni di casa, in crescita nei minuti finali. 

Seconda frazione che vede lo Sporting Gijon subito pericoloso con Canella, che riesce a crossare in mezzo non trovando però nessun compagno pronto a metterla dentro. Passato lo spavento, il Las Palmas alza la testa, con Viera che al 51' lascia partire un sinistro disinnescato a terra da un Cuellar bravo a respingere, dopo, anche la seconda idea del numero 21 ospite. Tra gli asturiani, invece, a mettersi in evidenza è Carmona, entrato al posto di Castro e bravo al 58'  a progredire in area, mancando però dell'attimo per mettere un buon pallone in mezzo. L'atteggiamento combattivo dei padroni di casa porta frutto, consentendo al Dijon di passare in vantaggio al 64' e con Carmona, vero e proprio crack della seconda frazione e bravo ad approfittare di un disastro difensivo di  Lopes, che serve inavvertitamente l'ex Huelva consentendogli di bucare Varas

La marcatura subita abbatte mentalmente i padroni di casa, che al minuto numero settantadue non possono che ringraziare Halilovic, poco deciso nel cercare l'impatto con il cross in mezzo proposto da Momo. Animandosi, la sfida registra una tentativo di riscossa dei canari, quando è Jonathan Viera a provarci al 77' senza trovare la marcatura vincente. Nella fase finale di gara, il Las Palmas aumenta logicamente la pressione, mentre gli asturiani di Rubi cercano di difendere un risultato preziosissimo. All'81' gran bolide dalla distanza di Montoro, che trova una leggera ma provvidenziale deviazione di Meré, con il pallone che scivola di poco lontano dalla porta di Cuellar. Succede poco altro, al Molicon, con i biancorossi che conquistano tre importantissimi punti in ottica salvezza. Migliore in campo per i padroni di casa, Carmona. Per gli ospiti in evidenza Jonathan Viera


Share on Facebook