LaLiga: pari e patta tra Gijon e Real Betis, al "Molinon" finisce 2-2

Gara emozionante, al Molinon, dove Gijon e Real Betis danno vita ad uno spettacolo ricco di occasioni ambo le parti. Avanti con Douglas, i padroni di casa si fanno rimontare da una doppietta di Ruben Castro, pareggiando grazie a Cuellar.

LaLiga: pari e patta tra Gijon e Real Betis, al "Molinon" finisce 2-2
La squadra esulta Ruben Castro | Source photo: profilo twitter Real Betis
SPORTING GIJON
2 2
REAL BETIS
SPORTING GIJON: Cuellar; Douglas, Babin, Meré, Canella; Alvarez, Vesga; Cases (Cop, min. 64). Carmona, Burgui (Isma Lopez, min. 57); Casto.
REAL BETIS: Gimenez; Navarro, Pezzella (Mandi, min. 46), Tosca, Durmisi; Brasanac, Petros, Ceballos, Cejudo (Jonas Martin, min. 82); Joaquin, Ruben Castro.
SCORE: 1-0, min. 7, Douglas. 1-1, min. 22, Ruben Castro. 1-2, min. 58, Ruben Castro. 2-2, min. 58, Ruben Castro.
ARBITRO: Iglesias Villanueva (ESP). Ammoniti: Ceudo (min. 37), Durmisi (min. 86)
NOTE: Stadio El Molinon, gara valida per LaLiga 2016/17.

Nella loro trentottesima uscita stagionale, 2-2 tra Sporting Gijon e Real Betis, che onorano il finale di stagione disputando una sfida interessante e ricca di emozioni. Avanti grazie ad una rete di Douglas, i già retrocessi padroni di casa si fanno rimontare da Ruben Castro, particolarmente in evidenza ed autore di un goal per parte. Scuotendosi, i ragazzi di Rubi pareggiano al 79' con Carmona, bravo a sfruttare un errore della retroguardia andalusa. Sporting che sale a quota 31 punti, otto lunghezze in più per il Betis

Padroni di casa che scendono in campo adottando il 4-2-3-1. Davanti a Cuellar, retroguardia a quattro composta da Douglas, Babin, Meré e Canella. In mediana, Alvarez e Vesga, incaricati di sostenere la folta trequarti composta da Cases, Carmona e Burgui. Completa l'undici di Rubi, la prima punta Castro. Un più equilibrato 4-4-2, invece, per gli ospiti, che scelgono Ruben Castro e Joaquin in avanti. Pezzella e Tosca i centrali difensivi, a protezione di Gimenez. Sulle fasce di difesa, Navarro e Durmisi, incaricati di sovrapporsi ai centrocampisti laterali Brasanac e Cejudo. Muscoli e cervello, invece, in mezzo, con Trujillo che sceglie Petros e Ceballos. 

Gara inizialmente positiva, per lo Sporting Gijon, in goal già al 7' grazie a Douglas, davvero bravo ad accentrarsi, eludendo la marcatura di Cejudo e lasciando partire un bolide imparabile per Gimenez. Sulle ali dell'entusiasmo, i già retrocessi padroni di casa cercano di far male, ancora, al Betis, senza trovare però la via del goal. Al 19' bella idea di Castro, che in area viene murato però da Petros. Nonostante l'apparente pieno controllo del match, lo Sporting conferma i problemi visti in tutta la stagione, subendo l'1-1 alla prima, vera occasione ospite. Autore del pari, Ruben Castro, che al 22' brucia Babin in velocità ed approfitta di un'uscita scellerata di Cuellar, che non difende lo specchio della porta in maniera attenta e lucida. 

Alla mezz'ora, bel tiro a giro di Ceballos, bloccato senza troppi problemi dal portiere di casa. Nell'ultima fase di frazione, le ostilità non accennano a placarsi, con numerosi occasioni ambo le parti. Al 39' bel cross di Durmisi in area, Ruben Castro non riesce però a deviare in porta. Un minuto dopo, ancora il numero 24 del Betis Siviglia in evidenza, che imbeccato da Navarro si gira, mandando alto. Prima del duplice fischio del direttore di gara Iglesias Villanueva, importante chance per lo Sporting Gijon: al 44', infatti, importante progressione di Bergui, che passa in mezzo piuttosto che concludere direttamente. Ringraziando, i difensori del Betis allontanano, concludendo di fatto la prima frazione. 

Seconda frazione che registra un atteggiamento leggermente offensivo da parte dei padroni di casa. Al 48' bel cross di Carmona in area, Gimenez esce bene ed agguanta la sfera. Quattro minuti dopo, invece, è più importante la chance capitata a Burgui, che calcia sul primo palo non trovando lo specchio della porta. Ritornando in campo dopo dieci minuti ulteriori di pausa mentale, il Real Betis si affaccia dalle parti di Cuellar al 55', quando è Ceballos a concludere, trovando la decisa risposta del portiere avversario e vanificando una buona azione ordita dai suoi compagni. Gli andalusi, comunque, si confermano più equilibrati e cinici, ribaltando definitivamente il risultato tre minuti dopo e grazie ad un piattone di Ruben Castro, bravo ad accentrarsi dalla sinistra e a battere Cuellar. 

Cercando il pari, i padroni di casa ci provano al 68', con una punizione perfetta di Carmona sventata da un Gimenez miracoloso nell'occasione considerata. Lo svantaggio abbatte il Gijon, davvero troppo debole sotto l'aspetto difensivo. Al 73' ancora Ruben Castro pericoloso, bravo a concludere da posizione ravvicinata ma sfortunato nel notare la parata di Cuellar, in assoluto il migliore dei suoi. Due minuti dopo, altra clamorosa chance degli ospiti, quando è sempre Castro a concludere sul portiere avversario, divorandosi l'1-3. La marcatura subita scuote il Gijon, che dieci minuti prima del novantesimo approfitta di un pasticcio difensivo del Betis. Autore del pari, Carmona, che da vicinissimo non si fa ipnotizzare da un Gimenez infuriatosi coi suoi. Succede poco altro fino al novantaduesimo, con le due formazioni che si dividono la posta. Migliore in campo per i padroni di casa, Cuellar. Per gli ospiti in evidenza Ruben Castro


Share on Facebook