Liga, i momenti chiave della cavalcata del Real Madrid

I dieci momenti più importanti nella corsa al titolo del club merengue.

Liga, i momenti chiave della cavalcata del Real Madrid
L'esultanza dei giocatori del Real dopo il fischio finale dell'ultima partita di campionato a Malaga. Fonte: LaLiga.es

La festa a Cibeles è ormai terminata, e nel mirino del Real Madrid c'è la finale di Champions League a Cardiff, in programma il prossimo 3 giugno al Millennium Stadium. "A por la Duodecima" lo slogan di società e aficiòn merengue, che intanto non smettono di godersi il successo in Liga. Un titolo giunto a cinque anni di distanza dall'ultima volta, al termine di un testa a testa appassionante con i rivali catalani del Barcellona. 93 punti, il bottino finale della Casa Blanca, partita forte in campionato, poi costretta a rallentare in inverno, fino alla discesa primaverile. Un percorso accidentato, da dividere idealmente in diversi momenti chiave: 

1. Real Sociedad - Real Madrid 0-3. L'esordio su un campo ostico come quello dell'Anoeta, senza Cristiano Ronaldo, ancora out per l'infortunio subito nella finale degli Europei, si rivela una passeggiata per i merengues, a segno con Gareth Bale (doppietta) e con la rivelazione Marco Asensio

Marco Asensio all'Anoeta. Fonte: LaLiga.es

2. I tre pareggi consecutivi e la goleada del Benito Villamarin. Dopo una partenza sprint, il Real incappa in tre pari consecutivi (1-1 in casa contro Villarreal ed Eibar, 2-2 a Las Palmas). Striscia di passi falsi interrotta da uno show al Benito Villamarin di Siviglia (ottava giornata), dove il Betis è annientato con un 1-6 in cui è Isco a ritagliarsi una notte da protagonista. 

Isco in azione contro il Betis Siviglia.Fonte: LaLiga.es 

3. Il sacco del Calderòn. Un Real in emergenza infortuni (fuori Ramos, Kroos, Casemiro e Benzema) espugna il Vicente Calderòn nel derby contro l'Atletico: tripletta di Cristiano Ronaldo e gran prestazione difensiva. 

Cristiano Ronaldo al Vicente Calderòn. Fonte: LaLiga.es

4. Sergio Ramos, l'uomo dei gol importanti. Prima di partire per il Giappone, destinazione Mondiale per Club, il Real Madrid affronta il Barça al Camp Nou nel Clasico: apre Suarez, poi Sergio Ramos riacciuffa i blaugrana. Il difensore andaluso si ripete una settimana dopo, in casa con il Deportivo La Coruna (3-2). Punti fondamentali nella corsa al titolo. 

Sergio Ramos a segno contro il Depor. Fonte: LaLiga.es

5. Il calo di gennaio. E' il momento più difficile della stagione del Real, che perde il suo record di imbattibilità al Sanchez-Pizjuàn di Siviglia. Stavolta Sergio Ramos segna nella porta sbagliata, Jovetic e Navas fanno il resto. Il Real annaspa ma si mantiene a galla nelle giornate successive. 

L'autogol di Sergio Ramos a Siviglia. Fonte: LaLiga.es

6. La rimonta del Madrigàl. Dopo aver perso il recupero al Mestalla di Valencia, i merengues si presentano al Madrigal contro il Submarino Amarillo. Sotto 2-0, sembrano affondare, prima di imbastire una gran rimonta con Bale e Ronaldo, completata da Alvaro Morata. 

Alvaro Morata al Madrigàl. Fonte: LaLiga.es

7. Il Plan B. Con l'intensificarsi degli impegni, Zidane vara il suo personalissimo piano B, dando una chance - prevalentemente in trasferta - alle seconde linee. I vari Nacho, Danilo, Kovacic, Lucas Vazquez, Marco Asensio e James Rodriguez (per non parlare di Isco e Morata) risultano fondamentali nei successi esterni contro Eibar, Sporting Gijòn, Leganès, Deportivo La Coruna e Granada. 

James Rodriguez, a segno nella trasferta di Eibar. Fonte: LaLiga.es

8. Un Clasico da leggenda. Il 23 aprile, al Santiago Bernabeu, va in scena un Clasico per cuori forti. Leo Messi tiene vive le speranze blaugrana grazie a una prestazione da annali, al Real non bastano le reti di Casemiro e James (espulso Sergio Ramos). E' la svolta, perchè da qui in poi le due contendenti vinceranno sempre. 

Leo Messi e il Barça espugnano il Bernabeu. Fonte: LaLiga.es

9. Nel segno di Marcelo. A pochi minuti dal termine della sfida casalinga contro il Valencia, il Real si ritrova impantanato sull'1-1. E' qui che Marcelo si inventa uno dei gol copertina della stagione: rientro sul destro e palla a giro sul secondo palo per il definitivo 2-1. 

Il gol di Marcelo al Valencia. Fonte: LaLiga.es

10. Il gran finale. Orfano di Gareth Bale, il Real si risistema in campo con Isco trequartista e Ronaldo punta al fianco di Benzema. Assetto che produce grandi risultati, fino ai successi in trasferta di Vigo e Malaga.

Isco nell'ultima a Malaga. Fonte: LaLiga.es 

Share on Facebook