Il PSG vince contro il Lille e conquista la Coupe de Ligue: è 2-1 a Parigi!

Pastore e Di Maria, in un tango tutto argentino, spronano il team a superare un arcigno Lille, in gara dopo il momentaneo pari di Sidibé. Davvero troppo forte il collettivo di Blanc, che conquista così l'ennesimo trofeo sulla panchina parigina.

Il PSG vince contro il Lille e conquista la Coupe de Ligue: è 2-1 a Parigi!
www.foot01.com
PARIS SAINT-GERMAIN
2 1
LILLE
PARIS SAINT-GERMAIN: Sirigu; Aurier, Marquinhos, Thiago Silva, Kurzawa; Pastore (David Luiz, min. 80), Rabiot, Matuidi; Lucas (Verratti, min. 76), Ibrahimovic, Di Maria (Cavani, min. 90).
LILLE: Enyeama; Corchia, Soumaoro, Basa, Sidibé; Mavuba (Lopes, min. 78), Amadou, Obbadi; Amalfitano, Eder, Boufal.
SCORE: 1-0, min. 40, Pastore. 1-1, min. 48, Sidibé. 2-1, min. 74, Di Maria.
ARBITRO: Ruddy Buquet (FRA). Ammoniti: Aurier (min. 20), Rabiot (min. 47), Amadou (min. 69), Rabiot (min. 71). Espulsi: Rabiot (min. 71)
NOTE: Finale di Coupe de France 2015/16.

Il Paris Saint-Germain vince contro il Lille e si assicura la Coupe de Ligue 2015/16, secondo trofeo stagionale ed ennesimo da piazzare in bacheca. Per i parigini, avanti con Pastore ma raggiunti da Sidibé, decisiva la rete di Di Maria, giunta nonostante l'uomo in meno a causa del doppio giallo beccato da Rabiot al 71'.

Padroni di casa che scendono in campo adottando il solito 4-3-3 e con Blanc che non stravolge troppo l'assetto previsto alla vigilia, preferendo Rabiot a Verratti ed optando per un sostegno 'leggero', quello cioè di Lucas e Di Maria, per Zlatan Ibrahimovic. Grande chance in vista degli Europei, poi, per Salvatore Sirigu. Stessa disposizione tattica, invece, per gli ospiti, con Boufal ed Amalfitano dietro ad Eder e Amadou in cabina di regia sostenuto da Mavuba ed Obbadi. Gara subito pimpante per i parigini, con Di Maria vicino al gol al 1', quando conclude su sponda di Ibra trovando però la decisa risposta di Enyeama. Meglio il Paris, in questa prima frazione, che abilmente aggredisce i rispettivi avversari non consentendo loro di uscire dalla metà campo di competenza. Al minuto numero sei pericoloso Lucas, il cui tiro è bloccato dal portiere del Lille. Nonostante il divario tecnico, l'ottimo momento di forma del LOSC appiana leggermente le forze in campo regalando equilibrio per molto tempo e con gli ospiti che quasi sfiorano il gol al 24', quando Boufal impegna Sirigu dopo una rocambolesca carambola che vede protagonisti i due centrali della formazione di Blanc. Poca cosa, comunque, per impensierire i padroni di casa, sempre più pericolosi in un crescendo di tempo impegnativo ed a tratti spumeggiante: al 32' buona conclusione di Ibrahimovic di poco fuori, un minuto dopo ci prova invece e senza successo, Lucas. Le tante proiezioni offensive non possono che galvanizzare il PSG il quale, finalmente e sul finire di tempo, si porta in vantaggio grazie ad un tap-in vincente di Pastore al minuto quaranta, dopo una bella parata di Enyeama sugli sviluppi del corner. Gara dunque indirizzata al duplice fischio, con il Paris tutto sommato più pericoloso.

La seconda frazione vede però il Lille immediatamente aggressivo e che, grazie a tale attitudine, riesce ad agguantare un clamoroso pari al 48', quando Sidibé trafigge Sirigu su punizione sfruttando un buco nella barriera parigina. Davvero potente la conclusione del terzino sinistro, oggettivamente incolpevole il portiere di casa. La rabbia per il gol subito anima però i padroni di casa, risvegliatosi nel peggiore dei modi e costretti di nuovo ad impostare in maniera accorta la loro gara, non disdegnando pericolose conclusioni che obbligano agli straordinari Enyeama. Al minuto cinquantadue ancora pericoloso Ibrahimovic, il cui tiro viene deviato da Basa, cinque minuti dopo è invece Di Maria a vedersi bloccato il proprio tiro. Il Lille è comunque compagine accorta ed in forma, abile a capovolgersi in contropiede facendo leva sui non perfetti piazzamenti difensivi degli avversari, Aurier e Kurzawa su tutti: al 62' grande diagonale di Boufal sventata da Sirigu, sessanta secondi dopo è invece Kurzawa ad azzeccare un adiagonale difensiva spazzando di testa il traversone a giro di Obbadi. Tanti rischi, dunque, per il Paris Saint-Germain, che comunque non subisce mai la controffensiva ospite ma, anzi, addirittura riesce a riportarsi in avanti nonostante l'uomo in meno conseguente al doppio giallo di Rabiot, grazie alla rete di Di Maria la 74', abilissimo a capitalizzare l'erroraccio in disimpegno di Soumaoro. Duro colpo, per il LOSC Lille, che riesce comunque a ralzarsi impostando la propria gara in maniera composta ed andando ad assediare i rispettivi avversari nei minuti finali: all'83' bellissimo tiro di Obbadi di poco a lato, cinque minuti dopo ci prova invece Lopes, il cui tiro è deviato prima da Thiago Silva e poi da Sirigu. L'uomo in meno inevitabilmente schiaccia i ragazzi di Blanc, obbligatia difendersi per non dilapidare il vantaggio prezioso ma comunque ordinato nel farlo fino alla fine, quando cioè è il direttore di gara Buquet a sugellare il trionfo parigino.

Un match equilibrato, con il PSG non troppo superiore ed il Lille che invece è riuscito a duellare spesso colpo su colpo. Alla lunga hanno prevalso però i giocatori di Blanc, davvero più forti rispetto al collettivo biancorosso nonostante l'uomo in meno. Festa grande, dunque, a Parigi, per l'ennesima coppa conquistata ed il rimpianto, forse, di non aver potuto sognare ancora per un po' quella dalle grandi orecchie. Migliore in campo per i padroni di casa, Di Maria. Per gli ospiti in evidenza Enyeama.