Paris Saint-Germain - Ufficiale il rinnovo di Thiago Motta fino al 2018

La prossima sarà la sesta stagione dell'ex Inter a Parigi: stipendio sempre di 2 milioni e mezzo netti annui. Ora Matuidi può partire?

Paris Saint-Germain - Ufficiale il rinnovo di Thiago Motta fino al 2018
La foto dell'annuncio del rinnovo: Thiago Motta insieme al presidente parigino Nasser Al-Khelaifi. | Paris Saint-Germain, Facebook.

72 ore da "disoccupato", poi l'annuncio - a dire il vero nell'aria da tempo - del prolungamento del contratto. Questa la storia del mese di luglio di Thiago Motta, che da pochi minuti ha rinnovato con il Paris Saint-Germain, come annunciato dal club stesso su tutti i social e tramite un comunicato ufficiale.

"Il Paris Saint-Germain è lieto di annunciare il rinnovo del contratto di Thiago Motta per una durata supplementar di una stagione. Il centrocampista si è appena legato al club della capitale fino al 30 giugno 2018". Poche parole, insieme ad un paio di foto, e l'annuncio è fatto per quello che ormai è diventato un'istituzione all'interno del club. Arrivato dall'Inter nel gennaio 2012, ha guidato con la sua saggezza il centrocampo sotto la gestione di Laurent Blanc; quest'anno, con Unai Emery in panchina, la situazione non è cambiata: 3107 minuti in campo per l'italiano, sulla cui permanenza Oltralpe c'erano a dire il vero alcuni dubbi, nonostante la fiducia incondizionata di tutto l'ambiente attorno al PSG, dagli addetti ai lavori sino ai supporters. Il Paris ha però deciso di puntare sull'usato sicuro anche per il 2017-2018: d'altronde, per il classe 1984 non c'era bisogno di trattare, visto che il rinnovo è arrivato alle stesse cifre, a livello di ingaggio, percepite negli ultimi tempi, pari a 2 milioni e mezzo di euro netti annui.

Nel contesto del calciomercato, chissà che la permanenza di Thiago Motta non aumenti, nell'ottica della dirigenza parigina, le possibilità di cessione di Blaise Matuidi: di simile ruolo, il francese sembra in uscita da diverso tempo, con la Juventus e la Premier League in prima fascia ad attenderlo. D'altronde non rivoluzionare il gruppo che ha fallito nel 2016-2017 è un grosso messaggio di fiducia, che farà da stimolo anche ai nuovi innesti che i tifosi della squadra della capitale francese adesso aspettano con ansia.


Share on Facebook