EuroRivali, Ligue 1 - Il Nizza cade ancora: non basta Plea, passa il Troyes (1-2)

Resta a bocca asciutta il Nizza di Favre, che dopo aver perso all'esordio contro il Saint-Etienne cede all'Allianz Riviera al Troyes. Difesa sbadata e attacco senza idee, buone indicazioni per il Napoli in vista della gara di mercoledì al San Paolo.

EuroRivali, Ligue 1 - Il Nizza cade ancora: non basta Plea, passa il Troyes (1-2)
Nizza
1 2
Troyes
Nizza: (4-2-3-1): Cardinale; Souquet, Dante, Le Marchand, Sarr (dal 70' Jallet); Koziello, Seri; Lees-Melou (dall'88' Marcel), Srarfi (dal 60' Mahou), Saint-Maximin; Plea. All. Favre
Troyes: (4-3-3): Samassa; Deplagne, Hérelle, Vizcarrondo, Traoré; Nivet (dal 70' Azamoum), Bellugou (dal 79' Confais), Dingome; Grandsir (dall'85' Khaoui), Niane, Darbion. All: Jean-Louis Garcia
SCORE: 0-1, min 53, Niane; 1-1, min 62, Plea (rig); 1-2, min 86' Khaoui.
ARBITRO: Miguelgorry ammonisce Vizcarrondo (T), Samassa (T), Koziello (N)
NOTE: Incontro valevole per la seconda giornata del campionato di Ligue 1. Si gioca all'Allianz Riviera di Nizza. Inizio ore 19.

Seconda sconfitta consecutiva per il Nizza di Lucien Favre in Ligue 1. La squadra che mercoledì sera affronterà il Napoli al San Paolo nell'andata dei preliminari di Champions League, è stata sconfitta infatti per 2-1, in casa, all'Allianz Riviera, per mano di un buon Troyes. Squadra ordinata e diligente quella di Garcia, che ha messo a nudo tutti i limiti strutturali e, sopratutto difensivi, di quella nizzarda. I gol tutti nella ripresa: Niane porta avanti i suoi grazie ad uno svarione della coppia centrale Dante-Le Marchand, mentre il gol nel finale di Khaoui rende vano il gol di Plea. Servirà ben altro Nizza per impensierire gli azzurri di Sarri. 

Favre conferma il solito 4-2-3-1 con Koziello e Seri in mediana, Lees-Melou e Saint-Maximin ai lati di Srarfi, terzetto di trequartisti alle spalle di Plea. 4-3-3 molto simile a quello del Napoli per il Troyes, che davanti si affida a Grandsir, Niane e Darbion, con Nivet tra le linee. 

Solita fase di studio ad inaugurare i primi cinque minuti della sfida, con i padroni di casa che con il passare dei minuti aumentano la pressione sui portatori di palla ospiti e prendono le redini del gioco in mano. E' sulle fasce che la squadra di Favre prova a scardinare la fortezza di Garcia, con Saint-Maximin che alla prima davanti ai propri nuovi tifosi si mette subito in mostra per le sue clamorose doti di velocista. Il Troyes soffre gli uno contro uno degli esterni, ma sembra reggere centralmente, nonostante la paura sull'incursione di Srarfi, abile a saltare un paio di uomini nello stretto e mettere a lato di poco di sinistro. Gli ospiti si propongono in contropiede, dove la difesa dei nizzardi è maggiormente vulnerabile: la velocità di Grandsir mette in soggezione Sarr, ma non procura pericoli dalle parti di Cardinale. E' invece Samassa a doversi superare sul diagonale, dalla parte opposta, di Saint-Maximin, devastante in contropiede a campo aperto.

Se da metà campo in su la squadra di Favre si dimostra già solida, è dietro che barcolla: al primo scambio nello stretto il Troyes arriva in porta, con Darbion e Nivet che confezionano l'occasione sul destro di Grandsir, il quale viene fermato in angolo da Cardinale. Qualche minuto dopo è Koziello a murare il destro di Nivet quasi a botta sicura. Scollinati oltre la mezz'ora si vede, per la prima volta, anche Plea, il cui destro però fa soltanto la barba al palo. I ritmi calano nel finale, quando a difesa schierata le due squadre faticano a trovare le chiavi giuste per superarsi. Grandsir ci prova col destro, ma senza fortuna. All'intervallo è 0-0. 

In avvio di ripresa la gara è subito bella ed aperta. Il solito Grandsir va via sulla destra procurandosi un corner, ma è dalla parte opposta che Samassa salva il Troyes con un doppio intervento, prima su Seri dalla distanza, poi su Srarfi da pochi passi. La doppia occasione galvanizza i nizzardi, che provano ad alzare ritmo e baricentro, ma è tuttavia il Troyes a punire: Nivet è perfetto a lanciare Niane nello spazio, Le Marchand e Dante lasciano una prateria al centravanti rivale che con un perfetto pallonetto dal limite beffa Cardinale. Il Nizza si riversa in avanti e, prima con Plea in solitaria, poi con Dante sugli sviluppi di un corner, sfiora il pareggio. E' il preludio al gol che arriva qualche minuto dopo: Plea scappa via sul filo del fuorigioco, viene atterrato e, dal dischetto, batte Samassa non senza patemi. 

Il gol subito scuote il Troyes, che torna a far gioco e rendersi pericoloso dalle parti di Cardinale: il cross di Traore è perfetto per Grandsir, che anticipa un Sarr disattento in diagonale, e gira di testa, testando i riflessi dell'estremo difensore di casa. Negli ultimi venti minuti finali i padroni di casa ci provano ripetutamente, con Dante sempre da calcio d'angolo - attenzione al Napoli su queste soluzioni - e con la velocità da sinistra di Mahou, ma senza fortuna. E' proprio il neo entrato a risultare una spina nel fianco della difesa ospite negli ultimi minuti, la quale tuttavia resiste agli assalti dei ragazzi di Favre. Sembra tutto scorrere verso l'1-1, ma è l'ingresso di Khaoui a cinque dal termine a sparigliare le carte: il neo-entrato approfitta di una sbilenca respinta di Le Marchand e, complice una deviazione di quest'ultimo, insacca alle spalle di Cardinale. L'assalto nel finale non produce nulla di buono, con Seri e compagni che sbattono ripetutamente sul muro difensivo del Troyes, che espugna l'Allianz Riviera e può festeggiare il primo successo stagionale. 

Ligue 1