Diretta Arsenal – Fulham in Premier League

Diretta Arsenal – Fulham in Premier League
Arsenal
2 0
Fulham
Arsenal: (4-2-3-1): Szczesny; Sagna, Mertesacker (c), Koscielny, Monreal; Flamini, Wilshere; Cazorla, Gnabry (71' Podolski), Ozil (86' Oxlade-Chamberlain); Giroud. All. Wenger.
Fulham: (4-4-2): Stekelenburg; Riether, Burn, Hangeland (c), Richardson; Dejagah (68' Bent), Sidwell, Parker, Kacaniklic (86' Kasami); Dempsey, Berbatov. All. Meulensteen.
SCORE: 57' Cazorla (1-0), 62' Cazorla (2-0).
ARBITRO: Lee Probert (ENG). Ammoniti: nessuno.
NOTE: Emirates Stadium, Londra, Inghilterra. 22^ giornata di Premier League 2013/2014.

17.15 - Gentile pubblico di VAVEL, grazie per averci seguito, per Arsenal - Fulham è tutto! Giacomo Visentin vi ringrazia ancora, vi augura una buona giornata e vi dà appuntamento alla prossima diretta!

Gli highlights del derby dell'Emirates Stadium:

L'Arsenal vince e si regala un'altra settimana in vetta alla classifica. Il 2-0 al Fulham è firmato dalla pregevole doppietta di Cazorla, man of the match della partita. L'iberico aveva segnato solo un gol finora in Premier League: si è riscattato alla grande quest'oggi. Il rotondo risultato non deve però far credere sia stata una passeggiata per i Gunners, che hanno incontrato non poche difficoltà a superare un coriaceo Fulham, pericoloso in contropiede e dignitoso sconfitto di oggi. Cottagers che vedono drammaticamente riavvicinarsi il fondo della graduatoria. Ora sono 17esimi con 19 punti, uno in più del terzetto West Ham-Sunderland-Cardiff che chiude la classifica.

90' + 5' - Ultimo brivido! Szczesny si fa sfuggire la presa bassa di una punizione non pericolosa di Kasami, la palla carambola verso la porta ma il polacco la recupera sulla linea. Per Probert è abbastanza, e manda le due squadre sotto la doccia. Risultato finale: Arsenal-Fulham 2-0.

90' + 3' - Preciso cross dalla sinistra di Cazorla, Chamberlain di testa mette alto; sul versante opposto Dempsey si fa deviare una conclusione, il tiro prende una traiettoria strana ma è solo calcio d'angolo.

90' - BENT! Cos'ha combinato! Lancio lungo per l'attaccante, Szczesny sbaglia l'uscita facendosi anticipare da Bent. A porta sguanita il n. 39 tira incredibilmente fuori pressato da Koscielny che lo mette giù dopo la conclusione, poi resta a terra infortunato. Materiale per la moviola?

87' - Tiraccio di Parker.

86' - Secondo cambio per entrambe: nell'Arsenal, Oxlade-Chamberlain per Ozil; nel Fulham, Kasami per Kacaniklic.

85' - GIROUD! Pallone lavorato da Ozil, il tedesco scarica all'indietro per Giroud che spedisce la palla sulla luna.

83' - Squadre decisamente lunghe. Arsenal in controllo, Fulham stanco e un po' disilluso.

81' - E, successivamente, il secondo centro del piccolo spagnolo dal grande talento (62').

80' - Ecco il primo gol di Cazorla (57').

74' - PODOLSKI! Scatenato il tedesco! Il suo potentissimo mancino viene salvato da Stekelenburg con l'aiuto del palo!

72' - Spettacolare copertura di Riether sul neoentrato Podolski. Ancora 2-0

71' - Sosituzione anche per l'Arsenal, con Wenger che concede a Gnabry una meritata standing ovation. Al suo posto Podolski.

68' - Il primo cambio del match è del Fulham: fuori Dejagah e dentro Bent.

62' - CAZORLA! DI NUOVO! CROSS RESPINTO DALLA DIFESA, RACCOGLIE LA SFERA LO SPAGNOLO CHE DI MANCINO FA PARTIRE UNA RASOIATA CHE NON DA' SCAMPO A STEKELENBURG! 2-0!

60' - Sul velluto ora i Gunners, decisamente più rilassati.

57' - CAZORLA! GOL DELL'ARSENAL! BELLISSIMA AZIONE! LO SPAGNOLO DA' PALLA ALLA BOA GIROUD, IL FRANCESE PASSA A WILSHERE CHE METTE IN MEZZO ANCORA PER L'IBERICO! 1-0!

56' - E' SUCCESSO DI TUTTO! Punizione dalla sinistra: pali, salvataggi sulla linea, miracoli di Stekelenburg! Incredibile!

55' - Ha cambiato ritmo l'Arsenal, raddoppiando i propri sforzi. Vedremo se i Gunners riusciranno a bucare la porta del Fulham.

54' - GNABRY! Doppio dribbling e sinistro a mezza altezza, Stekelenburg va con i pugni per evitare il gol!

52' - Giroud si divincola e scarica il mancino poco dopo esser entrato in area. Para facile Stekelenburg.

50' - Un muro in maglia scura il Fulham oggi. L'Arsenal e il suo tiki-taka all'inglese non trovano varchi.

48' - Dejagah conquista un corner. Nel batti e ribatti successivo al calcio d'angolo l'Arsenal si salva spazzando via la sfera.

46' - Il direttore di gara dà il via alla seconda frazione di gioco, mentre cala l'ombra della sera sull'Emirates Stadium.

Per come era iniziata la partita, si poteva pensare a una goleada dell'Arsenal. Tanta pressione, decine di palloni rubati, solo Hangeland a tenere in piedi il Fulham. Poi i Cottagers hanno deciso di mettere la testa fuori dal guscio, e si sono accorti di poter essere molto pericolosi con le ripartenze: non è un caso che la parata decisiva del primo tempo sia proprietà di Szczesny, e non di Stekelenburg. L'Arsenal mantiene il solito possesso fatto di tocchi corti e rapidi, ma non riesce a sfondare grazie alla buona prestazione difensiva dei Cottagers. I Gunners possono e devono fare di più, il City sta vincendo in casa col Cardiff ed è momentaneamente primo.

45' + 2' - Squadre al riposo sul punteggio di 0-0.

45' - Si giocherà fino al 47'. Due i minuti di recupero assegnati da Lee Probert.

44' - Gnabry ci prova da fuori area. Palla out di un chilometro.

42' - KACANIKLIC! Il contropiede degli ospiti è letale, Berbatov serve lo svedese che sbaglia il primo tocco e permette a Szczesny di rubargli in palla!

39' - STEKELENBURG! Paratona dell'olandese! Sagna raccoglie il rimpallo della precedente punizione e inquadra la porta, il portiere si distende. Secondo miracolo sul tap-in di Giroud, ma l'attaccante è in fuorigioco.

38' - Cazorla è sgusciante e conquista un calcio piazzato vicino alla lunetta dell'area. Lo stesso spagnolo conclude contro la barriera.

34' - Non è più proficuo come nel primo quarto d'ora il pressing dell'Arsenal. A volte i Gunners sembrano correre a vuoto, il Fulham aspetta il varco per lanciare verso le punte

32' - DEJAGAH! Lancio verticale dopo un lungo possesso palla, l'ala del Fulham scatta da solo sul filo del fuorigioco e Szczesny è costretto all'uscita bassa!

30' - Il Fulham ha preso coraggio e sta salendo di tono. Sembrano i Cottagers ora a fare la partita all'Emirates!

28' - Fallaccio di Sagna su Kacaniklic, Probert lo richiama verbalmente. Ma il giallo ci stava tutto.

26' - SIDWELL! Che pericolo per l'Arsenal! Un cross respinto di Berbatov diventa un assist per il centrocampista, che si coordina e lascia partire un micidiale destro al volo. Szczesny si supera e para con la manona aperta!

25' - Ci prova Kacaniklic, Szczesny deve solo abbassarsi per raccogliere la sfera.

21' - GIROUD! Il francese riceve la sfera da Gnabry, un metro dentro l'area. Il sinistro a giro non è dei migliori e il tiro termina alto sopra la traversa

19' - Brutto fallo al limite di Burn su Wilshere. La punizione viene battuta da Ozil che spara contro la barriera

16' - Gnabry si libera al tiro. Il tedeschino spara in tribuna dai 20 metri.

13' - Il Fulham si affaccia in area avversaria. Un rimpallo su Mertesacker permette agli ospiti di guadagnare un calcio d'angolo, senza esito.

12' - Dempsey mette giù Wilshere, fallo.

11' - I Cottagers tentano di impostare un'azione degna di nota, ma la manovra è resa impossibile dal pressing asfissiante dei Gunners.

8' - Partita vibrante. I giocatori dell'Arsenal pressano come forsennati, rubano palla rapidamente e nascondono il pallone agli avversari. Fulham in pesante difficoltà.

4' - OZIL! Pazzesca occasione per i Gunners! Wilshere di prima libera Ozil, che tutto solo davanti a Stekelenburg lo spiazza rasoterra. La palla è troppo lenta e Hangeland salva sulla linea!

1' - Subito Arsenal. Un pericoloso cross da destra è spedito in corner da Hangeland, che anticipa Giroud. Dalla bandierina non arriva nessun pericolo

16.00 - Probert mette mano al fischietto. E' iniziata Arsenal - Fulham!

15.55 - Squadre nel tunnel. Ci siamo!

15.50 - Ten minutes left! Solo 10 minuti ci separano dall'inizio del match, i giocatori stanno ultimando il riscaldamento!

15.45 - Esordio per il giovane centrale Dan Burn, che fa oggi il suo debutto in Premier League. Una responsabilità pesante per il n° 33 del Fulham.

15.35 - Arriva anche la distinta dei Cottagers. Rispetto alle attese della vigilia, Meulensteen sorprende: Amorebieta non ce la fa e gioca Burn, sulla sinistra spazio a Richardson. Kacaniklic e non Duff sulla corsia mancina offensiva.

A disposizione:

15.30 - Ecco gli undici scelti da Arsène Wenger, che lascia in panchina Podolski preferendogli Cazorla.

A disposizione:

15.00 - Altra giornata di Premier League e altro derby londinese. Ore 16 o'clock, all'Emirates Stadium si apre il sipario sul ventiduesimo turno del campionato inglese. Di fronte l'Arsenal, capolista in ripresa dopo un periodo di appannamento in dicembre, e il discontinuo Fulham, impegolato nella lotta per non retrocedere, nonostante un organico di tutto rispetto. I Gunners di Arsène Wenger guidano la graduatoria con 48 punti, marcati stretti da Manchester City e Chelsea, rispettivamente a 47 e 46 punti. Classifica magra, come detto, per i Cottagers di René Meulensteen, che bazzicano in sedicesima posizione con 19 lunghezze, solo un passo sopra la zona che rimanda direttamente in Championship. Nell'ultima giornata di campionato solo l'Arsenal è tornato a casa con i 3 punti in tasca, raccolti sul difficile campo dell'Aston Villa. Per il Fulham è invece arrivato l'ennesimo capitombolo interno: 1-4 da un Sunderland in netta ripresa ma pur sempre fanalino di coda della classifica. In compenso i Cottagers si sono rifatti durante la settimana con la vittoria nel replay del 3° turno di FA Cup, in un secco 3-0 al Norwich firmato da Bent, Degajah e Sidwell.

QUI ARSENAL – L'infermeria del buon Arsenio è decisamente piena: Diaby, Arteta, Vermaelen, Sanogo, Ramsey (per la gioia dei vip), Bendtner e Walcott. E in dubbio ci sono anche Nacho Monreal e Rosicky, sebbene siano convocati. Per fortuna torna Oxlade-Chamberlain, anche se il talentino '93 non è considerato pronto per sostituire a tempo pieno l'infortunato Theo. Wenger gli preferisce il tedeschino Gnabry, che quando scende in campo nasconde molto bene l'inesperienza dei suoi 18 anni, in attesa che il mercato invernale (sessione che il tecnico francese ha rivelato di non gradire) regali al manager francese un attaccante che possa far rifiatare Giroud. Destino vuole che si faccia il nome di Dimitar Berbatov, avversario di turno e peso massimo dell'attacco Cottagers, con un passato nel Tottenham e nel Manchester United. Un acquisto part-time, per poi tentare il grande colpo a giugno (Benzema?). Riassumendo, comunque, pochi dubbi per Wenger: chi c'è, gioca.

Lista dei convocati Arsenal: Szczesny, Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs, Gnabry, Flamini, Cazorla, Wilshere, Ozil, Giroud, Fabianski, Podolski, Park, Jenkinson, Rosicky, Oxlade-Chamberlain, Monreal.

Probabile formazione Arsenal (4-2-3-1): Szczesny; Sagna, Koscielny, Mertesacker, Gibbs; Flamini, Wilshere; Podolski, Ozil, Gnabry; Giroud. All. Wenger.

QUI FULHAM – E' sempre la difesa ad albergare nei pensieri di Meulensteen. Vuoi per il numero di reti incassate fin qui in stagione, vuoi per gli infortuni, il reparto arretrato è la croce di questo Fulham. Amorebieta ha un problema al ginocchio, ma dovrebbe stringere in denti, mentre capitan Hangeland è tornato a giocare in settimana contro il Norwich e vorrebbe calcare un campo di Premier League dopo 3 mesi di stop forzato. In caso Senderos è pronto a sostituire uno dei due compagni. Anche in porta il manager olandese ha le sue gatte da pelare: Stekelenburg ha male alla caviglia. Se ce la fa gioca il tulipano, altrimenti dentro Stockdale che comunque fin qui ha già raccolto 10 presenze (tra cui una in un indimenticabile 0-6 dall'Hull City). Meulensteen ha invece l'imbarazzo della scelta per quanto riguarda lo schieramento offensivo, e sembra tentato di giocare con uno speculare 4-2-3-1. Sidwell e Parker le due dighe davanti alla difesa, il cavallo di ritorno Dempsey, l'eterno Duff e Taarabt alle spalle di Berbatov, anche se Bent (l'ammazza-Arsenal) spinge per un posto da titolare.

Lista dei convocati Fulham: Stockdale, Riether, Senderos, Hangeland, Riise, Sidwell, Parker, Duff, Dempsey, Bent, Berbatov, Etheridge, Richardson, Kacaniklic, Hughes, Dejagah, Taarabt, Kasami, Amorebieta.

Probabile formazione Fulham (4-2-3-1): Stekelenburg; Riether, Hangeland, Amorebieta, Riise; Parker, Sidwell; Dempsey, Taarabt, Duff; Berbatov. All. Meulensteen.

DIRETTA ARSENAL - FULHAM

PRECEDENTI – In agosto a Craven Cottage, sotto il solleone londinese, finì 3-1 per gli ospiti, con il gol di Giroud a cui ha fatto seguito la doppietta di Podolski. Sia per il transalpino che per il teutonico sono già 3 le reti messe a segno in carriera contro i Cottagers. Di Bent la rete della bandiera per il Fulham. L'attaccante inglese si trasforma in bomber implacabile quando affronta i biancorossi: 8 gol segnati nelle ultime 10 sfide tra campionato e coppe, addirittura 5 nelle ultime 4. Mertesacker e Koscielny avranno una bella gatta da pelare oggi.

Per l'Arsenal si tratta del 200esimo derby di campionato della propria storia (103 vittorie, 55 pareggi e 41 sconfitte), e di conseguenza il 100esimo casalingo (58-25-16). I Gunners godono della miglior media punti per partita (1.83) dalle stracittadine londinesi rispetto a qualsiasi altro club. Viceversa, peggio del Fulham (0.93) ha fatto solo il Crystal Palace (0.90). Nei 27 scontri diretti in casa dell'Arsenal, il Fulham non è mai riuscito a vincere: 22 sconfitte e 5 pareggi. I Cottagers sono però riusciti a strappare un punto nelle due sfide più recenti, il pirotecnico 3-3 dell'anno scorso e l'1-1 di due stagioni orsono.

STATISTICHE – La sfida contrappone ciò che di meglio e di peggio hanno da offrire i reparti difensivi d'Oltremanica: l'Arsenal può sfoggiare la miglior difesa del campionato, al pari di Chelsea ed Everton, con solo 19 reti subite. Una forma smagliante, basti pensare alle 7 clean sheets ottenute nelle ultime 8 partite giocate all'Emirates. La peggior retroguardia è, invece, di gran lunga quella del Fulham: ben 46 i palloni spediti finora alle spalle dell'ex Roma Stekelenburg e di Stockdale, i quali, tra scelte di Meulensteen e problemi fisici, fanno a staffetta. I Gunners hanno un attacco profilico. Sono infatti 41 le realizzazioni messe a segno da 13 giocatori differenti, una piccola cooperativa del gol. Ciò che manca al Fulham è il cinismo sotto porta, visto che i Cottagers sono la squadra che più ha tirato verso lo specchio avversario in questa stagione (133), ma sono andati a segno solo 22 volte, consegnando a Duff e soci la peggior differenza reti del campionato (-24).

La capolista arriva da un filotto di vittorie impressionante, iniziato subito dopo il polemico 0-0 natalizio nella stracittadina col Chelsea, con il 3-1 del Boxing Day rifilato ad Upton Park al West Ham. Le successive affermazioni contro Newcastle, Cardiff, Tottenham (FA Cup) e Aston Villa hanno portato la serie a quota 5 in tutte le competizioni. Dovessero vincere anche questo derby, il quarto dell'ultimo mese, i Gunners archivierebbero, per la 19^ volta nella loro storia, un pokerissimo di vittorie consecutive in Premier League. Il Fulham è uscito a fatica dalle fangose acque di fondo classifica, ma la situazione resta sempre in bilico. Tre vittorie nelle ultime 6 di campionato per una squadra che non conosce mezze misure (un solo pareggio in 21 partite). I Cottagers fanno seguire importanti e sofferte vittorie (1-2 a Norwich a Santo Stefano, 2-1 al West Ham a Capodanno) a penosi rovesci (come la sconfitta dell'ultimo turno coi Black Cats, o peggio il 6-0 esterno del 28 dicembre contro l'Hull).

Share on Facebook