Continua il mal di trasferta per lo United, finisce 2-2 in casa del WBA

Finisce 2-2 il Monday-Night match della Premier League tra West Bromwich Albion e Manchester United. Continua quindi il mal di trasferta per i Red Devils, che fuori dalle mura amiche hanno raccolto soltanto 3 punti in 4 partite. Il WBA sale a 9 punti in classifica.

Continua il mal di trasferta per lo United, finisce 2-2 in casa del WBA
West Bromwich Albion
2 2
Manchester United
West Bromwich Albion: (4-2-3-1): Myhill, Wisdom, Lescott, Craig Dawson, Pocognoli; Gardner, James Morrison; Brunt; Sessegnon (86° Mulumbu), Dorrans; Berahino. Allenatore: Irvine
Manchester United: (4-2-3-1): De Gea, Rafael, Phil Jones, Rojo, Shaw, Blind, Ander Herrera (46° Fellaini), Januzaj, Mata (72°Falcao), Di Maria (78° Ashley Young), Van Persie. Allenatore: Van Gaal
SCORE: 1-0, min. 8, Sessegnon (WBA); 1-1, min. 48, Fellaini (MU); 2-1, min. 66, Berahino (WBA); 2-2, min. 87, Blind (MU)
ARBITRO: M. Dean ammosnice Morrison (WBA) al 39°, Blind (MU) all'83°, Rojo (MU) al 90°.
NOTE: 20 ottobre 2014 , ore 21.00. Dal The Hawthorns di West Bromwich, 8° Giornata della Premier League.

Finisce 2-2 West Bromwich Albion - Manchester United. Ancora un Monday-night match ricco di reti ed emozioni. A Sessegnon e Berahino, hanno risposto Fellaini e Blind, impattando il risultato sul pareggio. Punto prezioso per il WBA, che sale a 9 punti in classifica. Continua invece il mal di trasferta per i Red Devils, che non riescono più a vincere lontano dalle mura amiche: sono soltanto 3 i punti raccolti in ben 4 trasferte. Ancora in gol Berahino, che sale a quota 5 reti in Premier, continuando ad impressionare tutti. Da rivedere ancora una volta la fase difensiva dello United, troppi gli errori commessi dalla retroguardia guidata da uno spaesato Jones.

Van Gaal, obbligato a vincere e privo del trascinatore Rooney, schiera i suoi ragazzi con un inedito 4-2-3-1, che in fase d'attacco si trasforma in 4-1-4-1, con il solo Blind a fare da frangifrutti davanti alla difesa. A sopresa il manager olandese lascia in panchina Falcao, preferendogli il belga Janzuaj, e affidandosi all'estro di Van Persie in attacco. Il WBA, reduce dalla sconfitta subita per mano del Liverpool, vuole assolutamente tornare alla vittoria, ed Irvine non si fa per niente intimorire dai Red Devils e schiera un offensivo 4-2-3-1, affidando nelle mani del 21enne Berahino l'attacco dei Baggies

Chi si aspettava un monologo dello United nei primi minuti del match, è stato smentito alla grande. Il WBA è padrone del campo e del gioco, e con un pressing asfissiante sfianca i Red Devils, riuscendo anche a trovare il gol del vantaggio all'8° minuto di gioco. Bellissima azione sulla corsia destra di Wisdom, che arrivato nei pressi dell'area crossa al centro rasoterra: Sessegnon non ci pensa neanche un secondo e fa partire un destro micidiale che si infila all'incorcio dei pali, con De Gea che può soltanto guardare il pallone infilarsi in rete. Lo United ferito nell'orgoglio prova  a farsi vedere in avanti, ma Myhill è bravissimo a deviare in corner un tiro di Van Persie. Dopo un quarto d'ora giocato ad alta velocità, il ritmo del match si abbassa notevolmente, con il solo Di Maria che prova ad accendere la luce. Al 35° minuto di gioco un grave errore di Lescott favorisce Van Persie, che tira di prima ma viene murato da Dawson. Al 39° minuto Morrison si fa ammonire per un fallo su Herrera, ma Mata spreca la punizione dal limite. La prima frazione si chiude con i Red Devils in crescendo e con il WBA che prova a mantenere il vantaggio. 

Van Gaal va negli spogliatoi meditando i cambi da attuare per dare una svolta alla partita e, appena le squadre rientrano in campo, si vede la folta chioma di Maroune Fellaini alzarsi dalla panchina: è lui a sorpresa il prescelto per cambiare le sorti del match e non Falcao. Irvine non opta per nessun cambio, lasciando in campo gli uomini che avevano ben figurato nella prima frazione. Passano soltanto due minuti e Van Gaal raccoglie i frutti delle sue scelte: Fellaini è bravissimo a raccogliere un passaggio di Di Maria, salta Morrison e fa partire un destro potentissimo sul quale Myhill non può nulla. 1-1 al The Hawthorns. I Red Devils prendono in mano il gioco, ma non riescono a pungere in avanti, sembra troppo solo Van Persie. Nel momento migliore degli ospiti, arriva la doccia gelata. Gardner è intelligente a trovare la verticalizzazione verso Berahino, che buca come il burro la difesa dello United, e tutto solo davanti a De Gea piazza la palla sul secondo palo. E' 2-1 per il WBA, ma che gol di Berahino: il giovane sembra un attaccante navigato ed invece ha soltanto 21 anni. Van Gaal prova la mossa Falcao, e manda in panchina un Mata irriconoscibile. Al 74° minuto Robin Van Persie colpisce un palo clamoroso, con Myhill battuto: anche sfortunato lo United questa sera. Di Maria chiede il cambio, ed è Ashley Young a prendere il suo posto. Ma i Red Devils non si arrendono e riescono a trovare il pareggio con Blind all'87° minuto. Il giocatore olandese è bravo a calciare di prima intenzione dopo un passaggio di Falcao, il tiro è angolatissimo e Myhill può solo raccogliere il pallone,  primo gol in Premier League per Daley Blind! Lo United chiude il West Brom all'interno della propria metà campo, tentando il forcing finale, ma dopo 4 minuti di recupero il signor Dean mette fine all'incontro. Finisce 2-2 al The Hawthorns

Questa la classifica della Premier League