Sunday Premier League: Cabella distrugge i piani del Tottenham, l'Everton prova a risollevarsi

Pardew cambia tutto al 46° e - sotto 1-0 con il Tottenham - e manda dentro Cabella. Per il francese doppio assist per l'1-2 finale. Prima vittoria esterna per i bianconeri, seconda consecutiva. Tottenham in crisi. Sull'altro campo Eto'o è formidabile: doppietta (seconda rete, quella dell'1-3, da paura) e manda nel panico Dyche. Di Lukaku ed Ings le altre reti

Sunday Premier League: Cabella distrugge i piani del Tottenham, l'Everton prova a risollevarsi
Review

Doppia vittoria esterna nelle partite del primo pomeriggio di Premier League. Una squadra che esce dalla crisi forse finalmente, una che potrebbe cominciare a subire qualche scossone ed un'altra che rischia veramente la retrocessione anticipata. Finiscono con due vittorie esterne Burnley - Everton e Tottenham - Newcastle

La doppia diretta della Premier League ci incolla agli schermi. Nel primo tempo è Burnley - Everton ad eccitarci. Pronti via ed i Toffees, al 4°, passano sullo 0-1 grazie ad Eto'o che impatta molto bene il cross in corsa del solito Baines. Il camerunense fa un ottimo movimento all'altezza del primo palo e brucia la difesa. L'Everton pare poter adesso controllare il vantaggio che significherebbe appena 3° vittoria in PL dell'anno. Il motivo principale della scarsa vena di quest'anno dell'Everton è la difesa: 16 gol subiti in 8 gare. Ecco allora che la retroguardia pensa bene di rimpinguare il bottino delle reti al passivo prendendo gol da Ings, alla seconda da titolare dopo l'infortunio: Jagielka ed Alcaraz non ci sono e l'attaccante dell'U21 inglese ne approfitta per metter dentro il filtrante di Jutkiewicz. Primo gol in Premier League per lui quest'anno.

Alla mezzora altra splendida azione corale dell'Everton, stavolta in contropiede: Naismith, Osman ed Eto'o (preferiti a McGeady, Barkley e Pienaar) toccano tutti la sfera prima che essa giunga sui piedi di Lukaku: il belga deve scoccare il tiro due volte per avere ragione di Heaton. Nel finale di gara, dopo un secondo tempo scialbo, Eto'o chiude i conti con l'1-3 con un eurogol da ricordare: stop spalle alla porta e botta fantastica. Quinta sconfitta in nove gare per il Burnley di Dyche che adesso rischia grosso.

Tottenham di Pochettino, anch'esso abbastanza appassito dopo una scorsa stagione da piani alti, è in vantaggio sul Newcastle in quarantena dopo un periodaccio. I Magpies che vengono da quattro punti nelle ultime due sono sotto per un gol di Adebayor, perfettamente servito da Ryan Mason. I bianconeri a White Hart Lane sono senza Cissé ed hanno poche idee fino al 46°, quando Pardew praticamente si guadagna metà permanenza al Newcastle con un doppio cambio indovinatissimo. Dentro Cabella (che da due partite non è più titolarissimo) e Sammy Ameobi per Anita (aveva giocato dal 1° al posto di Tioté) ed Obertan. Il modulo diventa un ibrido fra il 4-4-2 con Cabella centrocampista ed un 4-3-1-2 con Gouffran mezzala. Non facciamo in tempo a pensare ai numeri che il Newcastle ha già pareggiato: calcio di riavvio, appoggio dietro a Cabella che mette una palla che canta sui piedi di Sammy Ameobi. Il ragazzino ha intanto attaccato Dier sulla fascia destra e l'ha superato presentandosi così davanti a Lloris per l'1-1.

Dodici minuti dopo la rimonta del Newcastle è completa: Ayoze, l'altro baby attaccante che nel primo tempo aveva steccato, fa 1-2 su altro assist di Cabella: il francese ha spaccato lettaralmente la partita. Poco dopo cercherà la gloria personale prima che Pochettino provi il tutto per tutto con Harry Kane + Adebayor. E' proprio il primo ad andare un paio di volte vicino al gol prima che l'arbitro fischi la fine. 1-2 a White Hart Lane: terza sconfitta casalinga per gli Spurs, seconda consecutiva in Premier League. L'inchiesta è aperta. 

Burnley - Everton 1-3
(Eto'o; Ings; Lukaku, eto'o)

Burnley (4-4-1-1) : Heaton; Trippier, Duff, Shackell, Stephen Ward; George Boyd (86° Chalobah), Arfield, David Jones, George Kightly (84° Soredell); Jutkiewicz (65° Ashley Barnes), Ings

Everton (4-2-3-1) : Howard; Coleman, Jagielka, Alcaraz, Baines; McCarthy, Barry; Naismith, Osman (82° Pienaar), Eto'o; Lukaku (65° Barkley)

Tottenham - Newcastle 1-2
(Adebayor; Sammy Ameobi, Ayoze)

Tottenham (4-2-3-1) . Lloris; Dier, Kaboul, Vertonghen, Rose; Mason, Capoué (67° Harry Kane); Chadli, Eriksen, Lamela (78° Lennon); Adebayor (83° Soldado)

Newcastle (4-2-3-1) : Krul; Janmaat, Coloccini, Steven Taylor, Dummett; Anita (46° Cabella), Colback; Obertan,  (46° Sammy Ameobi), Gouffran, Moussa Sissoko; Ayoze (79° Haidara)

La classifica: