Parecchie novità nei convocati dell'Inghilterra di Hodgson

26 uomini per il C.T. inglese che affronterà Slovenia (qualificazioni) e Scozia (amichevole). Per diversi motivi fanno ritorno Walcott, Barkley, Downing, Carrick e Smalling. Prima convocazione per Berahino

Parecchie novità nei convocati dell'Inghilterra di Hodgson
Parecchie novità nei convocati dell'Inghilterra di Hodgson

Tre partite, tre vittorie. Così è partita la campagna di qualificazione al prossimo Europeo di Roy Hodgson e della sua Nazionale. L'Inghiterra ha trionfato con Svizzera, San Marino ed Estonia e si appresta ad affrontare la Slovenia sabato alle 18 a Wembley. Non conterà per le qualificazioni - invece - l'amichevole in programma per martedì, sempre alle 18, contro la Scozia. 

Nonostante la partenza perfetta, però Hodgson ha mescolato le carte in tavola. Partiamo con l'analisi dei ruoli dall'attacco, dove ruba l'occhio la prima convocazione in Nazionale maggiore di Saido Berahino, miglior marcatore inglese nell'attuale Premier League, che Hodgson voleva chiamare per Estonia e San Marino se non fosse servito all'Inghilerra Under 21. Bera si aggiunge a Lambert (nonostante Barton abbia rilanciato la candidatura di Austin al suo posto), Welbeck e Rooney, in attesa del ritorno di Sturridge.

Si allarga anche il gruppo dei centrocampisti che riaccoglie Walcott e Barkley (Hodgson azzarda e paragona il centrocampista dell'Everton per impatto che può avere sull'Inghilterra e per stile di gioco a Paul Gascoinge), reduci da gravi infortuni che ne hanno compromesso anche la loro convocazione al Mondiale. Ritorna anche Downing, di cui non si può ignorare la splendida forma che ha contribuito al rilancio del West Ham così come Carrick, un veterano che puà sempre tornare utile a centrocampo ma che ha vissuto gli ultimi 13 mesi (manca dall'Ottobre 2013) fra anonimato, mediocrità ed infortuni ad Old Trafford. Escono invece Shelvey e Delph (infortunato). Ovviamente confermati Henderson, Wilshere e Sterling mentre mantengono il posto Townsend, Oxlade-Chamberlain e Milner.

La difesa, ridotta all'osso nelle ultime convocazioni, torna a godere di ampia salute con Chambers, Shaw e Smalling riaggregati dopo infortuni (per il primo ed il terzo) e necessità ai piani più in basso (il secondo era in U21), in attesa di Phil Jones. Gibbs e Clyne vengono chiamati ancora una volta mentre non ci sarà Stones, infortunato. Cahill, Jagielka e Baines non conoscono tramonto. In porta nessuna novità: Foster, Forster e Hart i tre goalkeepers. 

Ecco la lista completa:

Portieri: Foster, Forster, Hart;
Difensori: Cahill, Jagielka, Smalling, Chambers; Shaw, Gibbs, Clyne, Baines;
Centrocampisti: Wilshere, Henderson, Carrick; Milner, Townsend, Barkley, Oxlade-Chamberlain, Walcott, Downing, Lallana;
Attaccanti: Lambert, Berahino, Rooney, Welbeck

Premier League