Premier League, 19° giornata: operazione aggancio per il Manchester City?

In vetta alla classifica solo 3 punti separano gli Skyblues (che ospitano il Burnley) ed il Chelsea di Mourinho impegnato contro il rilanciato Southampton, sempre in zona Champions League due gli scontri diretti: Tottenham - Manchester United ed il derby londinese West Ham - Arsenal. Tutte le partite verranno giocate nella giornata di Domenica ad eccezion fatta per Liverpool - Swansea per il più classico dei Monday Night.

Premier League, 19° giornata: operazione aggancio per il Manchester City?
Il Chelsea si deve guardare alle spalle

TOTTENHAM - MANCHESTER UNITED (Domenica, ore 13:00)

Il Tottenham dopo tre vittorie consecutive è di nuovo in corsa per un posto in Champions League mentre il Manchester United ha una striscia positiva che va avanti da quasi due mesi (dopo la sconfitta nel Derby). Uno scontro diretto davvero interessante per aprire la giornata. Pochettino dovrebbe effetturare del turnover con Soldado, Mason e Davies a prendere il posto di Lamela, Stambouli e Rose. Nessuno sconto invece da parte di Van Gaal che viste le tantissime assenze non ha molto spazio di manovra. Il tecnico olandese ripropone lo stesso undici vincente contro il Newcastle con la sola aggiunta di Fletcher, con Carrick che si posizionerà verosimilmente al centro della difesa, mantenendo così il modulo super offensivo che tiene in campo nello stesso momento Mata - Rooney - Van Persie - Falcao.

SOUTHAMPTON - CHELSEA (Domenica, ore 15:00)

Dopo una durissima serie di sconfitte contro le big del campionato e l'upset in casa Burnley il Southampton è riuscito a rilanciarsi grazie ai sei punti conquistati contro Everton e Crystal Palace riuscendo così a mantenere la quarta piazza dalle dirette inseguitrici, il Chelsea è però avversario ben più ostico e visto il recordo non proprio positivo negli scontri diretti i Saints partono nettamente sfavoriti ma non battuti. I Blues dal canto loro sentono il fiato sul collo del City e non si possono permettere nessun passo falso, continuando così la cavalcata verso quanto meno il titolo invernale. Koeman deve fare a meno dell'infortunato Bertrand ma in difesa ritorna il capitano Fonte dopo la squalifica, senza di lui il Southampton deve giocare con tre centrali, il che sblocca Tadic dal primo minuto. Mourinho dal canto suo potrebbe far girare la squadra concedendo una chance dal primo minuto a Filipe Luis, Ramires, Mikel o Schurrle anche se viste le circostanze e l'avversario meglio sarebbe rimanere sul sicuro.

ASTON VILLA - SUNDERLAND (Domenica, ore 16:00)

Sia l'Aston Villa che il Sunderland stanno passando una stagione alquanto mediocre, piazzate ad una manciata di punti dalla zona retrocessione. Entrambe vengono da una sconfitta nel Boxing Day e cercheranno riscatto per mettere punti importanti in cascina adesso per quando a Maggio queste partite varranno molto di più. I Villans faranno a meno di Agbonlahor squalificato ed il suo posto al fianco di Benteké verrà preso da Weimann, in mezzo potrebbe trovare spazio N'Zogbia al posto di uno tra Delph e Cleverley. I Black Cats invece ritrovano Wickham dopo la giornata di stop ed il numero 10 prenderà il posto di Ricky Alvarez, mentre dietro ha deluso Coates e torna quindi in campo Wes Brown.

HULL CITY - LEICESTER (Domenica, ore 16)

Scontro salvezza tra Hull City, che sembra aver dato segni di vita con la netta vittoria in casa del Sunderland Venerdì, ed il Leicester in crisi profonda di risultati: le volpi non vincono da Settembre (il rocambolesco 5-3 ai danni dello United) e da allora hanno racimolato solo due pareggi. I Tigers di Steve Bruce cambiano un po' rispetto alla partita del Boxing Day ripresentando Livermore in mezzo, tornato dalla squalifica, e piazzando El Mohamady come terzino destro dopo l'infortunio di Chester mentre davanti riprende il suo posto Jelavic, marcatore dalla panchina ieri. Il Leicester fa un solo cambio rispetto alla sconfitta con il Tottenham con il rientro di Cambiasso a centrocampo, decisamente importante per Pearson l'apporto del Cuchu.

MANCHESTER CITY - BURNLEY (Domenica, ore 16:00)

Davide contro golia, la seconda in classifica contro la penultima. Il Manchester City visto lo scontro non facilissimo del Chelsea non vuole perdere terreno e conta inanelennare l'ottava vittoria consecutiva a scapito di un Burnley perdente contro il Liverpool ma mai domo. Il problema di Pellegrini è l'attacco dove mancano si Dzeko che Agüero, con Jovetic in dubbio assieme al giovanissimo Pozo le alternative non sono molte e sarà di nuovo Milner ad assumere il ruolo di falso nueve con Jesus Navas, Nasri e David Silva ad agire alle sue spalle creando un quartetto versatile ed imprevedibile. Il Burnley dal canto suo, a corto di alternative, dovrebbe riproporre un undici uguale a quello dello scorso match puntando tutto su Ings, unico uomo in forma per i neopromossi.

QUEENS PARK RANGERS - CRYSTAL PALACE (Domenica, ore 16:00)

Il secondo scontro salvezza della giornata si svolge a Londra dove uno dei tantissimi Derby della capitale vedrà QPR e Crystal Palace battagliare per allontanarsi o uscire dalla zona rossa, solo due punti separano le due squadre. Decisamente più in forma i padroni di casa con 6 punti conquistati nelle ultime 5 gare mente solo due pareggi sono il magro bottino degli uomini di Warnock nello stesso periodo di tempo. Potrebbe cambiare qualcosa il QPR passando dal difensivo 3-5-2 visto contro l'Arsenal al 4-4-2 con due punte di peso ed Edu Vargas sulla fascia. Discorso simile per il Crystal Palace che schiera un 11 più offensivo con la titolarità di Zaha a centrocampo.

STOKE CITY - WEST BROMWICH ALBION (Domenica, ore 16:00)

Dopo un avvio tranquillo il WBA ha registrato una battuta d'arresto dal mese di Novembre dove sono arrivate sei sconfitte, un pari ed una sola vittoria, gli uomini di Irvine si trovano adesso solo due punti sopra il terz'ultimo posto e contro uno Stoke City che naviga a vista attorno alla decima posizione cercano i 3 punti che possono far respirare. Nessun  cambio per la squadra di casa che prova quindi a stabilire una continuità che troppo è mancata in questa prima metà di campionato. I Baggies invece recuperano Dorrans e Brunt che prenderanno il posto di Mulumbu e Varela.

 

WEST HAM - ARSENAL (Domenica, ore 16:00)

Un po' a sorpresa il big match di questa 19esima giornata è il secondo Derby di Londra in programma questa Domenica con l'Arsenal che fa visita al West Ham. Gli uomini di Wenger dovranno vedersela con la rivelazione del campionato (probabilmente assieme al Southampton) capace di giocarsi il tanto ricercato quarto posto almeno fino a metà campionato dopo aver chiuso al 13esimo posto la scorsa stagione. I Gunners sono invece un habitué dell'ultimo posto disponibile per l'Europa che conta ed una vittoria, visto il proibitivo impegno del Southampton, li potrebbe ricapultare proprio là. Gli Hammers vengono da una sconfitta contro il Chelsea e Allardyce effettuerà un cambio tattico visto il "fallimento" del suo tridente contro un avversario di caratura internazionale, si torna quindi al rombo con Song (il grande ex della partita) che prenderà il posto di uno tra Nolan e Kouyaté e Downing ad agire dietro le punte che saranno Carroll e probabilmente Sakho. L'Arsenal, oltre alla conosciuta caterva d'infortuni, deve fare a meno di Giroud espulso per una scellerata reazione contro il QPR, davanti quindi Welbeck sarà il finalizzatore con Podolski largo.

NEWCASTLE - EVERTON (Domenica, ore 17:15)

Il posticipo della Domenica vedrà affrontarsi due squadre in caduta libera. Entrambe vengono da quattro punti in cinque partite e sono sprofondate di diverse posizioni. Forse, visti gli avversari affrontati, sta meglio il Newcastle che prima d'incappare in un tris di sconfitte (due a casa di Manchester United e Arsenal) si era offerto la testa della capolista. I Toons ritrovano Tioté al rientro dalla squalifica e ripropone Ameobi largo sull'esterno dopo il battesimo del fuoco del 17enne Armstrong contro lo United. L'Everton invece deve monitorare i molti colpi presi il giorno del Boxing Day, giocando solo 48 ore più tardi diventa essenziale far riposare chi ha avuto dei risentimenti: quasi sicuramente fuori Howard e Mirallas, più chances per Stones e McCarthy (Distin e Besic comunque pronti a sostituirli).

 

LIVERPOOL - SWANSEA (Lunedì, ore 21:00)

Infine chiude il programma il Monday Night tra Liverpool e Swansea. Nonostante i quattro punti conquistati contro Arsenal e Burnley i Reds affrontano una grandissima crisi di gioco, non riuscendo a ripetere neanche lontonamente le prestazioni che la scorsa stagione l'avevano portati vicino al titolo. Il potenziale inespresso di grandi acquisti quali Lovren, Can e soprattutto Balotelli assieme al passo indietro di molti che l'anno scorso erano "sugli scudi" (vedasi per esempio Mignolet) non danno certo una mano a Rodgers. Lo Swansea vive invece un buon momento di forma, non esaltante magari ma il tanto che basta per far punti. Non dovrebbero esserci cambi nell'undici del Liverpool viste le durature assenze di Sturridge, Johnson, Lovren, Allen e Balotelli. L'unica differenza nello schieramento dello Swansea è invece Routledge che prende posto dell'infortunato Montero.