Grande Southampton: Arsenal battuto 2-0

Al St. Mary's gli uomini di Koeman battono i Gunners di Wenger e si portano al quarto posto solitario grazie alle reti di Mane e Tadic.

SOUTHAMPTON
2 0
ARSENAL
SOUTHAMPTON: SOUTHAMPTON: (4-5-1) FORSTER; ALDERWEIRELD, FONTE, GARDOS (70' YOSHIDA), BERTRAND; WANYAMA, WARD-PROWSE, DAVIS, MANE (42' REED), TADIC (83' LONG); PELLE. ALL. KOEMAN
ARSENAL: ARSENAL: (4-2-3-1) SZCZESNY; DEBOUCHY (83' AKPOM), MERTESAKER, KOSCIELNY, GIBBS; COQUELIN, CHAMBERS (60' WALCOTT), OXLADE-CHAMBERLAIN, CAZORLA, ROSICKY; ALEXIS S. ALL. WENGER
SCORE: 34' MANE, 56' TADIC.
ARBITRO: AMMONITI: WANYAMA (S), GARDOS (S), COQUELIN (A).
NOTE: 20' GIORNATA DI PREMIER LEAGUE. SI GIOCA ALLO STADIO ST. MARY'S DI SOUTHAMPTON. 31.400 SPETTATORI. CALCIO D'INIZIO ORE 16.00 ITALIANE. 15.00 LOCALI.

Un Southampton cinico e ordinato batte con un secco 2-0 il peggior Arsenal degli ultimi due mesi. Partita piacevole e intensa al St. Mary's risolta da due gravi errori della retroguardia londinese, con Szczesny e Koscielny grandi protagonisti in negativo del match. Il risultato si sblocca a causa di un grave errore del portiere polacco in collaborazione con Koscielny, che spalancano la porta a Mane che li punisce con un pallonetto delizioso. Nella ripresa il protagonista è ancora l'estremo difensore dell'Arsenal con la partecipazione di Debouchy a combinare la frittata che porta al 2-0 di Tadic. Vittoria fondamentale per i Saints che grazie ai tre punti staccano un irriconoscibile Arsenal portandosi al quarto posto solitario, ad un solo punto dallo United di Van Gaal. 

Al St. Mary's va in scena un vero e proprio scontro per il quarto posto tra il sorprendente Southampton, rilanciato dal pari ottenuto con il Chelsea, e l'Arsenal di Wenger che arriva da una serie di di 4 risultati utili consecutivi. Formazione tipo per gli uomini di Koeman che deve rinunciare solo a Clyne. In avanti confermatissimi Tadic e Mane con Graziano Pelle unica punta. Molti problemi invece per l'Arsenal in piena emergenza infortunati. A centrocampo la coppia centrale è formata da Chambers (completamente fuori ruolo) e Coquelin, in avanti è Sanchez la punta centrale supportata da Chamberlain, Rosicky e Cazorla. 

In avvio il match è molto intenso e combattuto. I Saints partono forte e costruiscono subito due grandi occasioni, prima con Pelle che sfiora l'incrocio di testa, poi con Mane che non riesce a ribadire nello specchio di porta una conclusione dello stesso Pelle. Nella fase centrale del tempo sale di tono  l'Arsenal che costruisce un paio di occasioni con Chamberlain e Sanchez che però mancano di precisione. La partita cambia volto al 34', lancio lungio a cercare la velocità di Mane che resiste di fisico a Koscielny e su un grave errore in uscita di Szczesny colpisce i Gunners con un pallonetto chirurgico sul secondo palo. Dopo l'1-'0 Mane si fa male ed è costrettoad uscire, l'Arsenal subisce il colpo e rischia di subie il 2-0 con Ward-Prowse che calcia dal limite, ma Szscesny si salva con un intervento di piedi. 

La ripresa è densa di emozioni in avvio. L'Arsenal va vicinissimo al pari al 55' cross dalla destra per Sanchez che in area ha il tempo di stoppare e calciare in porta, a dirgli di no è un grande intervento di Forster che blocca in due tempi. Un minuto più tardi però arriva il 2-0 del Southampton. Cross dalla destra, palla innocua nel mezzo, Szczesny e Debouchy non si intendono e i due finiscono per regalare il pallone a Tadic che da un paio di metri non sbaglia. Arsenal in grande confusione, e dopo il gol subito è ancora il Southampton a sfiorare il tris. Prima con una grande azione di Bertrand che la mette dentro per Pelle, sfortunato l'italiano colpisce la base del palo. Poi con l'ennesimo pasticcio difensivo tra Koscielny e Szscesny che finiscono per favorire Pelle, l'italiano colpisce a botta sicura, ma sulla linea arriva il recupero provvidenziale dello stesso Koscielny. Wenger prova a muovere la panchina, mette dentro Walcott, ma il risultato non cambia. L'Arsenal attacca nei restanti venti minuti, ma è poco lucido soprattutto nei suoi uomini chiave e Sanchez spreca ancora. Nel finale non succede più nulla, Koeman e il suo Southampton possono gioire, arriva l'ennesima vittoria di una stagione fin qui da incorniciare. Brutto pomeriggio per Wenger che vede scappare non solo la possibilità di avvicinarsi al terzo posto dello United, ma ora può essere seriamente risucchiato nella lotta verso l'Europa League.


Share on Facebook