Tadic gela Old Trafford, impresa Southampton

Un gol del serbo consegna i tre punti a Koeman e lancia i Saints al terzo posto con due punti di vantaggio proprio sui Red Devils. Tante occasioni sprecate da Mata per il pareggio.

Tadic gela Old Trafford, impresa Southampton
Manchester United
0 1
Southampton
Manchester United: De Gea, Valencia, Jones, Smalling, Shaw (Blackett), Blind, Carrick, Rooney, Mata, Di Maria (Fellaini, min 72), Van Persie (Herrera, min 60)
Southampton: Forster, Clyne, Fonte, Alderweireld (Gardos, min 20), Bertrand, Schneiderlin, Wanyama, Ward-Prowse, S Davis (Reed, min 80), Elia (Tadic, min 63), Pellè
SCORE: 0-1 (Tadic, min.70)
ARBITRO: Arbitro Phil Doudd Ammoniti: Bertrand (min.35) Van Persie (min.58), Tadic (min. 70), Pellè (min.75), Carrick (min.76)

Al triplice fischio di Doudd, l'unica vittoria dello United è quella della statistica che riguarda il possesso palla, 60% contro il 40% degli avversari. Peccato che non sia questo il criterio a fare fede nel decretare il vincitore di un match di calcio: conta fare gol, gonfiare la rete. E a quello ci pensa Dusan Tadic, serbo del Southampon, lestissimo a spingere in fondo al sacco la palla ritornatagli sui piedi dopo il palo colpito da Graziano Pellè.

Basta e avanza il punto del numero 11 al soldo di Koeman per regalare al Southampton una gioia che a Old Trafford mancava dal lontano 1988. Ma soprattutto per regalare tre punti ai Saints, preziosissimi in ottica Champions League. Sono proprio loro la rivelazione di questa Premier: dati per spacciati dopo la grande fuga estiva, ora lottano per entrare in Champions.

Quanto allo United, non basta uno sterile possesso palla, nota distintiva tanto del primo quanto del secondo tempo, quanto il solito Rooney settepolmoni. Perchè, assente Falcao, là davanti Van Persie non punge ed è più nervoso del solito, mentre Mata spreca l'inverosimile, soprattutto dopo il vantaggio degli ospiti: tutte occasione che avrebbero potuto facilmente essere tramutate in gol e che invece finiscono fuori, alleviando la coscienza di Forster tutt'altro che impeccabile - a usare una litote - a smanacciare un cross di Blind che lascia spalancata la porta allo spagnolo. Che spreca anche in altre due occasioni.

L'episodio chiave al minuto 70: Pellè calcia a botta sicura, De Gea  è battuto ma la palla sbatte sul palo. Sulla ribattuta, il più lesto di tutti è Dusan Tadic - da poco subentrato a Eljero Elija - che col piattone gonfia la rete. L'esultanza alla Balotelli in Italia - Germania Euro 2012 gli costa il giallo, ma sicuramente gli porterà qualche ammiratrice in più e, ancor più sicuramente, vale tre punti per i Saints. Che, in fondo, è l'unica cosa che conta.

Nel finale lo United prova l'assedio, ma i Saints resistono senza troppi patemi d'animo e portano a casa i tre punti. Per Koeman è la più dolce delle rivincite, poco più di un mese dopo la vittoria di Van Gaal al Saint Mary. Quanto ai rossi di Manchester, una brutta sconfitta in chiave Champions. Il cantiere United è ancora aperto.

Premier League