5 motivi per seguire la 26^ giornata di Premier League

Il Chelsea rischia di sfuggire, il City di Pellegrini non può sbagliare, Lallana fa il suo ritorno al St Mary's, sfide di fuoco nei bassifondi della classifica

5 motivi per seguire la 26^ giornata di Premier League
Yaya Tourè torna dalla Coppa D'Africa, da vincitore

Il weekend torna ad ospitare la tanto amata Premier League, dopo aver dato spazio all'FA Cup. Nel frattempo l'Europa League ha impegnato diverse squadre inglesi: Everton e Liverpool hanno battutto rispettivamente Young Boys e Besiktas, solo il Tottenham è stato fermato sull'1-1 dalla Fiorentina. La parentesi europea giusto per mantenere un rapporto con  palla, porta ed erba verde, ma rientra al centro della scena il massimo campionato d'oltremanica, con tutto il suo fascino, immortale, con tutte le sue battaglie, agguerrite. Che siano di bassa o di alta classifica le sfide diventano tutte importanti, si entra nel vivo del torneo. Tanti sono gli spunti per seguire queste ultime giornate, cinque per questa 23esima.

CHE RITORNO SARA' AL ST MARY'S PER ADEM LALLANA?

Lallana torna a casa, torna nella squadra che lo ha cresciuto e consacrato come giocatore, al St Mary's, il suo stadio. Avrebbe dovuto fare il salto di qualità quest'estate, e senza dubbio il Liverpool ha più storia e trofei del Southampton, ma i Reds sono distanti quattro lunghezze dalla sorprendente corazzata guidata da Ronald Koeman e Lallana è costretto a guardare dal basso verso l'alto i suoi ex compagni, i suoi ex tifosi, che chissà quale accoglienza gli riserveranno. I Saints hanno la quarta difesa migliore di Europa dopo Bayer Monaco, Juventus e Barcellona, ma il ritorno di Sturridge nelle file di Brandan Rodgers rappresenta un pericolo non da poco per la loro retroguardia. Un'eventuale vittoria del Southampton darebbe loro una spinta importante per la lotta alla Champions, il Liverpool invece deve vincere se vuole sperare di agganciare le parti alte delle classifica. 

TIM SHERWOOD RIALZERA' L'ASTON VILLA?

12 gol in tutto in campionato, ossia in 22 giornate. Numeri da record, negativi, eccessivamente negativi per l'Aston Villa, numeri che a prima vista non potrebbero non condannare i Villans alla zona retrocessione, infatti è proprio così. Terzultimi in classifica a pari merito col QPR. Per trovare, in Inghilterra, una squadra con all'attivo meno gol della nuova squadra di Sherwood, bisogna scendere nei bassipiani del calcio britannico e pescare il club East Cowes Victoria, militante nella Wessex League Division One, con 10 gol segnati. Sherwood deve avere un imperativo, quasi inutile da precisare: bisogona segnare. Per ripartire dovrebbe ritrovare l'appuntamento col gol anche Christian Benteke, che ha segnato solo 2 gol in tutta la stagione, l'Aston Villa vuole ripartire da lui. Al Villa Park arriva lo Stoke City, che naviga in acque tranquille a metà classifica. L'Aston Villa ha bisogno dei 3 punti, per dare una scossa.

CHRIS RAMSEY E IL QPR

Altro allenatore nuovo, situazione veramente simile. Il QPR si gioca parte della stagione questo weekend, in trasferta contro l'Hull City, in una sfida senza esclusione di colpi, una sfida salvezza. L'Hull City ha 23 punti, appena uno in più dei londinesi, che vengono dall'importante vittoria contro il Sunderland. Redknapp ha dovuto lasciare l'incarico per problemi fisici, al suo posto Chris Ramsey, incaricato a salvare la squadra per il terzo anno consecutivo. Obbiettivo difficile, Sabato ci si gioca molto, da entrambe le parti.

MANUEL PELLEGRINI, IL CITY DEVE VINCERE O RISCHIA IL POSTO

2 vittorie nelle ultime 7 partite di Premier League, per chi ha intenzione di vincere il titolo come il Manchester City, è un bottino troppo povero. I pareggi contro Everton e Hull City, su tutti, hanno indispettito la società, che si aspettava ben altro cammino, per riprendere il Chelsea di Mourinho. Perdere contro il Newcastle questa giornata potrebbe significare dire definitivamente addio al titolo, vedendosi sfuggire a più 10 il Chelsea, impegnato contro il Burnley, che tra l'altro durante il periodo natalizio ha fermato i Citizens sul pareggio, quindi da non sottovalutare. Pellegrini potrà contare sul ritorno dalla Coppa d'Africa di Yaya Tourè e di Bony, al possibile esordio in maglia celeste contro i Magpies. Ore 18:30, Ethiad Stadium: Pellegrini, City, vietato fallire.

IL WEST HAM RIUSCIRA' A FERMARE HARRY KANE?

Il West Ham d'inizio stagione, dal sapore europeo, sta svanendo piano piano, come chi dopo un lungo scatto non ha più il fiato per ripartire, dando segni di cedimento. Il poker rifilato dal West Brom in FA Cup è una luce rossa che lampeggia, avverte. La situazione sta cambiando, gli Hammers infatti non vincono da 4 giornate e il loro bomber Diafra Sakho ha segnato solo un gol dal periodo natalizio. Chi invece segna, stupisce e convince, è l'uragano Harry Kane: 13 gol in Premier, 5 nelle ultime 3 giornate. Sempre più leader, sempre più goleador, gli Spurs vogliono contare su di lui, riprendere l'Arsenal e centrare la zona europa.  Per il West Ham una vittoria li farebbe risalire e l'Europa League potrebbe tornare più vicina. Gli Hammers passano per il White Hart Lane e apriranno col il Tottenham la domenica di Premier, il cammino può ancora essere pieno di soprese, ma attenzione agli uragani, passano in zona.


Share on Facebook