L'Arsenal strapazza l'Aston Villa e conquista la FA Cup. Finisce 4-0 al Wembley Stadium

Non c'è storia al Wembley Stadium. L'Arsenal strapazza l'Aston Villa e conquista la seconda FA Cup consecutiva. I Gunners si impongono con un netto 4-0, non lasciando scampo alla squadra di Sherwood. Con questa vittoria l'Arsenal diventa la squadra ad aver vinto più FA Cup nella storia del calcio ingelese

L'Arsenal strapazza l'Aston Villa e conquista la FA Cup. Finisce 4-0 al Wembley Stadium
L'Arsenal strapazza l'Aston Villa e conquista la FA Cup. Finisce 4-0 al Wembley
Arsenal
4 0
Aston Villa
Arsenal: (4-1-4-1): Szczesny, Bellerin, Mertesacker, Koscielny, Monreal, Coquelin, Cazorla, Ramsey, Ozil (Wilshere), Alexis (Oxlade-Chamberlain), Walcott (Giroud). All. Wenger
Aston Villa: (4-3-2-1):​ Given, Hutton, Vlaar, Okore, Richardson (Bacuna), Westwood (Sanchez), Delph (c), Cleverley, Grealish, N'Zogbia (Agbonlahor), Benteke. All. Sherwood
SCORE: 40' Walcott, 50' Sanchez, 62' MERTESACKER, 93' GIROUD
ARBITRO: Moss. Ammoniti: 15' Cleverley, 33' Hutton, 37' Delph, 52' Westwood
NOTE: Dallo Stadio Wembley di Londra, Finale della FA Cup 2014/2015. In campo Arsenal ed Aston Villa

Pronostico rispettato al Wembley Stadium. Non c'è stata partita questa sera, con l'Arsenal che ha strapazzato l'Aston Villa conquistando con merito, e coronando un'ottima stagione, la 12^ Fa Cup della sua storia (Record assoluto per il calcio ingelse). I Gunners si sono imposti sui Villans con un netto 4-0. Nella prima frazione la squadra di Wenger ha messo sotto torchio la squadra di Birmingham, che ha resistito fino al 40° minuto, quando Walcott ha segnato il gol che ha aperto le marcature della serata. Nella ripresa ci hanno pensato Sanchez e Mertesacker a mettere in ghiaccio la partita. Nel finale Giroud ha messo la ciliegina sulla torta. Oltre al danno anche la beffa per l'Aston Villa, che perde così anche la possibilità di partecipare alla prossima Europa League a favore del Southampton.

E' stata anche la partita di Wenger, che con le sue scelte ha surclassato Sherwood. Le scelte del tecnico dei Villans avevano stupito ad inizio partita: snaturare la squadra che l'aveva portato fino in finale, lasciando in panchina Bacuna e Agbonlahor, non ha sortito gli effetti sperati, anzi, ha solo tolo alla squadra quella sicurezza che l'aveva portata anche a salvarsi. Vincente invece la mossa del tecnico alsaziano: è stato infatti decisivo Walcott, schierato a sopresa al centro dell'attacco al posto di Giroud, che con le sue giocate e i suoi movimenti, oltre a segnare il gol del vantaggio, ha creato gli spazi per gli inserimenti e le giocate di Sanchez

Per quanto riguarda la partita, sin dai primi minuti si era intravisto il light motiv del match, con l'Arsenal a fare la partita e l'Aston Villa tutto rintanato nella propria metà campo nel disperato tentativo di difendere lo 0-0. Non a caso il migliore in campo dei Villans fino al gol di Walcott è stato Shay Given, autore di un paio di parate strepitose. Al 35° Wenger fa la mossa che porta al gol i Gunners: il tecnico francese inverte momentaneamente Walcott e Sanchez, spostanto il cileno nel ruolo di prima punta. Il numero 14 dell'Arsenal triangola con Cazorla che crossa a centro area, Sanchez salta più alto di tutti e fa da sponda, con Walcott bravo ad anticipare tutti e a battere Given con un bel sinistro. Il gol mette k.o. i Villans che non reagiscono. Ci pensa poi Alexis Sanchez a mettere i puntini sulle i: El Nino Maravilla mette in crisi da solo la difesa avversaria e poi non lascia scampo a Given con una bomba dai 25 metri che si insacca alle spalle del portiere irlandese. Sherwood prova a cambiare qualcosa inserendo Agbonlahor, ma è sempre l'Arsenal ad avere in mano la partita ed infatti realizza anche il 3-0. Benteke si dimentica totalmente di marcare Mertesacker su un corner battuto da Cazorla, e per il capitano dei Gunners è un gioco da ragazzi battere Given. Dopo la terza rete dell'Arsenal la partita cala di ritmo con i Gunners che lasciano molto campo all'Aston Villa, che nonostante tutto, non riesce mai ad arrivare dalle parti di Szczesny. Nel finale arriva poi anch il gol di Giroud. Grande prestazione dell'Arsenal, che con qualche acquisto mirato potrà puntare sicuramente allo scudetto nella prossima stagione. 


Share on Facebook