Stoke sempre più catalano: firmato Afellay

Il trequartista cui contratto con il Barça era scaduto arriva allo Stoke a costo zero dopo il rifiuto di Shaqiri. Ritrova altri tre ex-catalani

Stoke sempre più catalano: firmato Afellay
Stoke sempre più catalano: firmato Afellay

Muniesa, Bojan Krkic, il giovane Moha ed adesso Afellay. Come qualcuno indica lo Stoke City potrebbe aver deciso di diventare lo Stokelona. E' ufficiale infatti l'acquisto a parametro zero del fantasioso centrocampista olandese Ibrahim Afellay, cui contratto con il Barcellona era giunto al termine. Biennale per lui in quel del Britannia Stadium, dove - oltre ad unirsi ai compagni ex Barcellona Muniesa, Krkic e Moha - ritroverà anche due connazionali come Pieters e van Ginkel. Il giocatore si è già unito ai compagni in quel di Evian.

Il 29enne olandese ha passato l'ultima stagione in prestito all'Olympiakos, dove fra coppe e campionato ha sommato 29 presenze, 6 gol (di cui due nel girone di Champions, uno decisivo all'Atletico Madrid) e 4 assist. Nella stagione precedente appena due presenze in maglia blaugrana, mentre in quella 2012/13 era stato prestato allo Schalke 04 (15 presenze e 4 gol) in seguito a due prime stagioni negative al Camp Nou (33 presenze totali ed 1 gol). Il bimbo prodigio del PSV fu acquistato nel Gennaio 2011 dalla squadra di Eindhoven per appena 3 mln dopo 39 reti e 5 titoli in 7 stagioni in Olanda. Con la squadra olandese esordì ad appena 17 anni e 10 mesi.

Il trequartista cercherà quindi rilancio allo Stoke City, che ha virato su di lui dopo aver incassato il no di Shaqiri ed aver salutato Moses. Dovrebbe giocarsi il posto sulla fascia mancina con Marko Arnautovic, anche se non è escluso il suo impiego a destra (nel caso dovrebbe vedersela con Walters ed Odemiwingie). Potremmo ammirarlo anche nel ruolo di "10", dove Hughes sì preferisce utilizzare giocatori più portati al sacrificio, come Ireland o Adam, ma l'anno scorso ha occasionalmente posizionato anche Bojan Krkic in quella posizione. Insomma, tanti nomi per l'attacco dei Potters, considerando anche la presenza nel ruolo di punta centrale di Joselu, Crouch e Diouf. Ecco perché nutriamo qualche dubbio sulle reali possibilità di rilancio del natìo di Utrecht.

E' l'ottavo volto nuovo dei bianco-rossi, il terzo che arriva a parametro zero. Gli altri arrivi gratuiti sono stati quelli Moha, Given e Glen Johnson.

Afellay conta anche 50 presenze (e 6 reti) con l'Olanda, con la quale ha giocato l'Europeo 2008, il Mondiale 2010 e gli Europei 2012, senza esser però convocato per il Mondiale del 2014. Tuttavia, dopo un'assenza di due anni dal giro della Nazionale Oranje, Ibrahim sembra esser tornato nei radar di Hiddink: cinque convocazioni su sei per le ultime partite di qualificazioni Europee (è anche tornato al gol, contro il Kazakistan, dopo 860 giorni senza reti in Nazionale) e presenza anche nelle due amichevoli giocate con Spagna e Messico. L'esordio a 20 anni ed 11 mesi con van Basten in panchina.

Premier League