Arsenal - Manchester United (3-0), risultato partita Premier League 2015

Arsenal - Manchester United (3-0), risultato partita Premier League 2015
Diretta live Arsenal - Manchester United
Arsenal
3 0
Manchester United
Arsenal: (4-2-3-1): Cech; Bellerìn, Mertesacker, Gabriel, Monreal; Cazorla, Coquelin; Özil (Chamberlain, min. 75), Ramsey, Sanchez; Walcott (Giroud, min. 75). All. Wenger
Manchester United: (4-2-3-1): De Gea; Young, Blind, Smalling, Darmian (Valencia, min. 46); Schweinsteiger, Carrick; Depay (Fellaini, min. 46), Rooney, Mata; Martial. All. Van Gaal.
SCORE: 1-0, min. 6, Sanchez. 2-0, min. 7, Ozil. 3-0, min. 19, Sanchez.
ARBITRO: Anthony Taylor. Ammoniti: Young (min. 21), Darmian (min.29), Coquelin (min. 51), Rooney (min. 55)
NOTE: Gara valida per l'ottava giornata di Premier League che si gioca all'Emirates Stadium di Londra alle ore 17.

19.02 - Per oggi è tutto! Io sono Stefano Fontana e vi ringrazio di aver seguito con me e con VAVEL ITALIA questa grande domenica di Premier League. Rimanete sintonizzati su Vavel per tutte le news, le cronache e i risultati del meglio del calcio italiano ed internazionale. Alla prossima!

18.59 - Una partita chiaramente segnata da un primo tempo sovrannaturale dei Gunners, a segno con Sanchez e Ozil nei primi sette minuti. Lo stesso Sanchez chiude il discorso con la doppietta già al 19'. Arsenal quasi perfetto in tutti i suoi interpreti, decisamente con una marcia diversa nel primo tempo ma attento anche a non subire nei secondi 45 minuti. 
Manchester United che dovrà lavorare molto sugli errori di questo pomeriggio londinese: in primis l'approccio a dir poco morbido alla partita e la leggerezza della concentrazione difensiva, per poi arrivare all'inconcretezza della trequarti, incapace di rendersi velenosa anche quando i padroni di casa hanno abbassato il ritmo e lasciato il palleggio agli uomini di Louis Van Gaal. Chissà che la sosta non possa far bene ai Red Devils, che potrebbero arrivare ricaricati ma soprattutto riorganizzati alla trasferta contro l'Everton (che oggi è andato vicino a vincere il derby di Liverpool) tra due settimane.

90+2' FINISCE QUI! Il triplice fischio di Taylor manda tutti negli spogliatoi. Trionfo nell'Arsenal che annienta lo United nella prima mezz'ora e poi non corre mai particolari rischi. Tre a zero per gli uomini di Wenger,  che ora raggiungono proprio lo United al secondo posto a quota 16 punti. Testa solitaria per il City di Aguero a 18.

90+2' - TRAVERSA! Chamberlain sfiora il poker con il pallonetto in contropiede che si stampa al centro del legno. Sarebbe stata la glassa sulla ciliegina sulla torta.

88' - Ennesimo intervento decisivo di Bellerìn in difesa. L'Arsenal continua a controllare senza apprensione gli attacchi degli avversari. Dal pubblico dell'Emirates si alzano ancora cori ed applausi, un vero trionfo per i ragazzi di Wenger.

87' - Solo orgoglio per i Red Devils ora, la partita è oramai decisa.

85' - Giroud! Contropiede Gunners, Oxlade-Chamberlain arriva in area sulla destra, il francese si stacca bene sul dischetto ma col destro fa lo stesso tiro di Özil in precedenza: lento, basso e centrale. Blocca De Gea.
Nell'azione successiva Rooney spara alle stelle da fermo.

83' - Van Gaal le prova tutte: fuori Mata e dentro il centravanti classe '95 James Wilson.
Anche Smalling sale in attacco per il tutto per tutto nei minuti finali.

82' - Martial continua a dannarsi ma ne ha sempre almeno due dell'Arsenal addosso. Da lodare però l'abnegazione del francese.

80' - ATTENZIONE, ESCE SANCHEZ. Il cileno a terra si tocca l'inguine. Subito pronta la sostituzione con Kieran Gibbs. Sanchez esce camminando normalmente, ma c'è apprensione sulla panchina di Wenger.

78' - Ancora Martial indemoniato lascia letteralmente sul posto Mertesacker: tempestivo Gabriel Paulista con la chiusura in area.

75' - Doppio cambio per Wenger che vuole metterla in cassaforte: Giroud per Walcott e Chamberlain per Özil.
Nel frattempo piccole scintille dopo un fallo a centrocampo tra Schweinsteiger e Ramsey.

75' - Gran giocata di Martial che va via sulla destra, poi Mertesacker anticipa Rooney in area.

73' - Özil! Torna in avanti la formazione di casa, azione simile a quella del secondo gol. Stavolta è Monreal a mettere dentro per l'ex madrileno, che non riesce a dare forza nè angolo.

72' - Azione confusa al limite dell'area dell'Arsenal, la risolve Schweini appoggiando per Mata, che col sinistro a giro mette alto.

70' - Grande intervento di Cech in uscita su Schweinsteiger pronto a colpire in area.

68' - Lo United continua a proporsi ma la fortezza davanti a Cech regge bene.

65' - Ramsey a colloquio con Wenger: il gallese scala sulla linea di centrocampo, con Özil che prende il suo posto a destra. 4-3-3 anche per l'Arsenal ora. Mossa giusta, i londinesi stavano soffrendo il palleggio a centrocampo.

61' - Rooney! Di potenza dalla distanza, Cech si stende e mette in corner. 

60' - Allo scoccare dell'ora di gioco lo United continua a tenere in mano il pallino del gioco, senza tuttavia aver creato importanti occasioni da gol. Però attenzione alle giocate personali, con Martial che sembra il più ispirato dei suoi.

57' - Da segnalare l'inizio ripresa di Bellerìn. Terza chiusura importante del terzino spagnolo, stavolta di testa sull'inserimento di Schweinsteiger.

55' - Sul taccuino di Anthony Taylor finisce anche Rooney, reo di aver atterrato Özil sul laterale sinistro, dopo un gran dribbling del tedesco.

54' - Partita che comunque rimane godibile e divertente con continui cambi di fronte. Lo United non sembra arreso al suo destino, anzi.

53' - Contropiede di Ramsey atterrato fuori area da Carrick. Graziato il centrocampista dello United, che aveva toccato il gallese da dietro. Sugli sviluppi della punizione Özil conquista un corner. Nulla di fatto.

51' - Coquelin randella Rooney sulla linea laterale sinistra a centrocampo. Giallo per lui.

49' - Manchester con spirito diverso in questi primi minuti del secondo tempo: prima Young da fuori impegna Cech; poi Martial si libera con un gran movimento di Gabriel ma controlla male in area. Rimessa dal fondo.

48' - Sostanzialmente gli ospiti sembrano schierati con un 4-3-3: Valencia da terzino destro, Carrick in mediana con Schweinsteiger e Fellaini mezzali. Tridente con Rooney a sinistra, Martial terminale centrale e Mata largo a destra.

46' E' iniziato il secondo tempo di Arsenal - Manchester United!

18.02 - E infatti il cambio arriva! Anzi ne arrivano ben due! Dentro Valencia e Fellaini a rilevare Depay e Darmian. Vedremo la disposizione tattica degli uomini di Van Gaal

17.57 - Pochi minuti al rientro in campo, vedremo se Van Gaal cambierà qualcosa (difficile essere convinti del contrario) per provare l'assalto alla fortezza di Wenger.

17.54 - Alexis Sanchez letteralmente on fire questa settimana. Prima la tripletta di sabato scorso a Leicester, poi il gol europeo contro l'Olympiacos, ora altri due centri contro il Manchester United.
El Nino Maravilla è l'unico giocatore ad aver segnato una tripletta in Serie A, Liga e Premier League. Un fenomeno.

17.48 - E' difficile anche trovare le parole per commentare un primo tempo letteralmente a senso unico, con gli uomini di Van Gaal totalemente preda dei padroni di casa. Nel finale però Martial suona la sveglia. Chissà che nel secondo tempo non possa uscire fuori un miracolo? Rimanete sintonizzati con la diretta scritta diVAVEL ITALIA!

45+2' - Finisce qui il primo tempo, finisce qui l'incubo (si spera) del Manchester United. Che prima frazione dell'Arsenal, da fantascienza!

44' - Martial! Primo squillo Manchester! Finalmente! Palla dentro di Darmian, il gioiellino ex-Monaco si libera con irrisoria facilità di Mertesacker (rivedibilissimo) girandosi attorno al dischetto. Botta sicura di sinistro ma super parata di Petr Cech! Che intervento!

40' - A cinque minuti dalla fine del primo tempo la sensazione continua ad essere quella di un Arsenal che quando vuole deve semplicemente alzare il numero dei giri per mandare in apprensione gli avversari. I tifosi dello United possono solo sperare che una rivoluzione nell'intervallo svegli i propri beniamini.

34' - Ramsey!  Sfiora il quarto gol il gallese!  Sul cross di Özil dalla sinistra Young è completamente spaesato e non sale per la trappola del fuorigioco. Ramsey si ritrova solo nel cuore dell'area ma al volo mette alto il piatto destro! Poteva essere il k.o. definitivo!

33' - Mertesacker! Rischia il suicidio l'Arsenal: Rooney sul fondo a sinistra, mette in mezzo, il gigante tedesco anticipa Martial ma si addormenta e per poco non si fa scippare il pallone in area piccola! Corner.

31' - Non oso immaginare cosa potrà dire ai suoi Van Gaal negli spogliatoi. Ci vorrebbe un pallottoliere per contare palle perse e passaggi sbagliati.

29' - Inizio da incubo per Matteo Darmian. Lo United pressa alto, ma un lancio lungo di Monreal libera ancora una volta Sanchez che scappa via all'ex-Torino. Trattenuta, fallo e ammonizione.

24' - Ci si aspettava una reazione dei padroni di casa dopo la caduta europea, e reazione è stata! L'Arsenal sta dominando, questi primi 25 minuti sono sembrati una partita di allenamento.
Male invece Darmian e compagni, che ora sembrano storditi, con solo Schweinsteiger che sembra crederci ancora.

21' - Altra palla persa dal Manchester, altra ripartenza fulminea: Young stende Ramsey a centrocampo, ammonito.

19' GOOOOOL! GOOOOOL! E' TUTTO VERO! SANCHEZ! 3-0! Azione sulla destra di Ramsey, che appoggia centralmente a Walcott: bravo l'inglese a ribaltare tutto sulla sinistra per il Nino Maravilla, che supera Darmian vincendo un rimpallo, carica il fucile e spara col destro dal limite centrando il sette! Che inizio! Che Arsenal ma soprattutto che ALEXIS SANCHEZ! Un marziano all'Emirates.

18' - Prime azioni manovrate per gli ospiti, ma negli ultimi 30 metri mancano compleatamente lucidità e precisione.

16' - Il Manchester ora prova a rallentare la manovra e riorganizzare le idee. La partita è ancora lunga, ma che inizio da incubo!
Schweinsteiger e Carrick continuano a sbracciarsi; Van Gaal è impassibile.

15' - L'emblema del primo quarto d'ora dello United: Young spara un pallone direttamente in fallo laterale lanciando dalla sinistra.

12' - Il Manchester United è letteralmente rimasto negli spogliatoi. Dominio Arsenal, con i Red Devils che difficilmente superano la metà campo con il pallone. Incredibile.

7' GOOOOOL! GOOOOOOOL! INCREDIBILE! DI NUOVO ARSENAL! ÖZIL! Clamoroso all'Emirates! Lo United perde palla poco dopo il calcio d'inizio, fulminea la ripartenza Gunners: Sanchez di nuovo di tacco serve il tedesco, che lancia sulla sinistra Walcott. Il 14 biancorosso entra in area e chiude il triangolo con Ozil, che dai 13 metri fulmina De Gea con un sinistro rasoterra. 2-0 dopo sette minuti! Due gol in due minuti per gli uomini di Wenger.

6' RETEEE! RETEEEE! CHE GOL! Alexis Sanchez! Spinta forsennata dell'Arsenal, Ramsey buca la difesa con un fantastico filtrante per Özil che dal fondo scarica: sul primo palo arriva El Nino Maravilla che col tacco anticipa De Gea e fa 1-0!

5' - Intanto da segnalare una modifica alla formazione attuata da Van Gaal: è Darmian a giocare sulla fascia destra, con Young ad occupare la sinistra.

4' - Piede sull'acceleratore per l'Arsenal, che va a battere il secondo corner di questo inizio partita.

2' - Cazorla! Prova ad andare in porta direttamente, attento De Gea sul primo palo.

1' - Subito Sanchez profondo per Walcott che si defila e guadagna una punizione dalla sinistra.

1' PARTITI!!!! E' iniziata Arsenal - Manchester United!

16.57 - Le squadre scendono in campo! Saluti d'ordinanza e scambio dei gagliardetti tra i capitani Wayne Rooney e Per Mertesacker. Manca pochissimo!

16.54 - Vi ricordo che potete seguire e commentare la partita anche su Twitter e su Facebook con me, Stefano Fontana (@SFontana9) o direttamente con VAVEL ITALIA (@VAVEL_Italia)!

16.50 - La partita si preannuncia molto equilibrata a 10 minuti dall'inizio. Entrambe le squadre hanno messo in mostra un potenziale offensivo invidiabile ma allo stesso tempo una difesa non sempre perfetta. Chi subirà di più, la coppia formata da Mertesacker e Gabriel o quella composta da Blind e Smalling? Riusciranno rispettivamente Coquelin e Schneiderlin a dare manforte alle proprie difese? Le rispose può darcele solo il campo.

16.47 - Facce estremamente concentrate durante il riscaldamento. United che nelle ultime tre gare di Premier ha una media di 3 gol a partita. Arsenal che però ha perso solo 3 delle ultime 38 partite in casa.

16.40 - L'Emirates Stadium si va riempiendo! 20 minuti al kick-off!

16.34 - Per quanto riguarda il Manchester United, invece, sarà Wayne Rooney ad avere dolci ricordi alla vista delle maglie biancorosse dei suoi avvesari. Contro l'Arsenal ha infatti siglato il suo primo gol in Premier (ottobre 2002), il suo primo per i Red Devils (ottobre 2004) ed il suo centesimo nel massimo campionato inglese (gennaio 2010). 

Decisivo è risultato anche il neo-acquisto Martial, largamente discusso per via del prezzo pagato per il suo cartellino (vicino agli 80 milioni). Il francese pero è riuscito a siglare tre gol e un assist nelle sue prime 3 presenze in Premier.

16.28 - Tra le fila dell'Arsenal militano i due giocatori che sono riusciti a creare il maggior numero di occasioni da gol in questa Premier League: Mesut Özil (27) e Santi Cazorla (26). Cazorla è anche il primatista per assist serviti dalla data del suo debutto nel campionato inglese (agosto 2012). Ne ha serviti ben 32.
Theo Walcott, invece, è andato in gol ben 12 volte nelle sue ultime 13 apparizioni da titolare in Premier.

16.26 - Mentre le squadre testano il terreno di gioco, spazio per qualche curiosità!

16.18 - Sorprese ce ne sono eccome invece tra le fila dello United! Van Gaal rivoluziona la difesa rispetto alle previsioni della vigilia: fuori Jones, con Blind che scala al centro e Darmian che si sposta a sinistra, lasciando spazio a Young sulla destra. Inoltre in mediana non c'è Schneiderlin bensì Micheal Carrick!

16.16 - Nessuna sorpresa per i padroni di casa dell'Arsenal, se non il mancato recupero di Mathieu Flamini, che non va neanche in panchina. Unico dubbio è di posizione per quanto riguarda la trequarti. Da scoprire infatti chi si posizionerà sulla fascia sinistra tra Ramsey e Özil.

16.15 - Iniziamo il nostro cammino di avvicinamento al calcio d'inizio: sono appena state diramate le formazioni ufficiali!

Buon pomeriggio a tutti e benvenuti ad un altra grande diretta scritta di VAVEL ITALIA! Io sono Stefano Fontana, e seguirò con voi Arsenal-Manchester United!

Premier League che vede lo stesso United impegnato nella rincorsa ai cugini del City, primi a 18 punti, due in più della squadra di Van Gaal. Una vittoria dei Red Devils significherebbe primo posto solitario.

Arsenal che invece si trova leggermente attardato in classifica, al sesto posto grazie ai suoi 13 punti. In caso di risultato positivo quest'oggi, i ragazzi di Wenger aggancerebbero proprio il Manchester United.

Il cielo è limpido sul nord di Londra, ma nonostante questo la temperatura è piuttosto rigida: 14 gradi percepiti, destinati a calare nel pomeriggio inoltrato. Ma andiamo ad analizzare il momento delle due squadre.

Manchester United che quest'oggi vuole continuare la sua striscia di vittorie consecutive, per ora ferma a 4 tra campionato (Sunderland e Southampton), coppa di lega (Ipswich Town) e Champions League. I Red Devils hanno infatti superato per 2-1 il Wolfsburg all'Old Trafford in settimana.

Le ultime dai campi

Wenger costretto a fare a meno dei soliti assenti di lunga data (il grande ex Welbeck, Wilshere, Arteta, Rosicky) a cui si aggiunge Laurent Koscielny, vittima di uno stiramento al tendine del ginocchio rimediato in Champions League. L'alsaziano però potrebbe recuperare Mathieu Flamini e soprattutto il pilastro Petr Cech tra i pali. Davanti al portierone ceco non dovrebbe scendere in campo dall'inizio Koscielny, ma Mertesacker assieme a Gabriel Paulista. Sulle fasce pronti ad agire Hectòr Bellerin e Natxo Monreal. In mediana l'oramai consolidata coppia Santi Cazorla-Coquelin. Davanti spazio per Ramsey, che grazie alla sua splendida prestazione da subentrante contro l'Olympiakos si guadagna il posto sulla trequarti, relegando in panchina Oxlade-Chamberlain. Alla sua destra agirà Özil, alla sua sinistra El Nino Maravilla, Alexis Sanchez. Per quanto riguarda il terminale offensivo, il tecnico francese dovrebbe preferire la rapidità di Theo Walcott alla fisicita di Giroud.

Van Gaal invece può contare su quasi tutti i suoi effettivi, eccezion fatta per Shaw (destinato a stare lontano dai campi per tanto, troppo tempo dopo la frattura di tibia e perone rimediata in Champions) e Rojo. Nel solito 4-2-3-1 del tecnico olandese, tra i pali confermato ancora De Gea dopo il caso di inizio stagione e l'esperienza da titolare di Romero; davanti a lui linea a 4 che dovrebbe essere composta da Darmian, Smalling, Jones e l'ex-Ajax Daley Blind. In mezzo al campo imbarazzo della scelta per Van Gaal, che dovrebbe optare per la "double S": Schweinsteiger e Schneiderlin. Panchina quindi per Herrera, Fellaini e Carrick. Sulla trequarti scendono in campo i pezzi da novanta dei Red Devils: il gioiellino Depay sulla destra e Juan Mata sulla fascia opposta, mentre Wayne Rooney dovrebbe fare da supporto al giovanissimo Anthony Martial, arrivato negli ultimi giorni di mercato dal Monaco per una cifra vicina agli ottanta milioni di euro.

Le probabili formazioni

Arsenal (4-2-3-1): Cech; Bellerìn, Mertesacker, Gabriel, Monreal; Cazorla, Coquelin; Özil, Ramsey, Sanchez; Walcott. All. Wenger

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Darmian, Jones, Smalling, Blind; Schweinsteiger, Schneiderlin; Depay, Rooney, Mata; Martial. All. Van Gaal. 

Le parole della vigilia

Conferenza stampa della vigilia abbatsanza calda in casa Arsenal: Arsène Wenger ha infatti minacciato di chiuderla anzitempo all'ennesima domanda sul perchè avesse scelto Ospina (poi autore di una papera abbastanza goffa) e non Cech contro l'Olympiakos. “Ho due portieri di livello mondiale e sono tranquillo con entrambi, accetto il vostro giudizio su come ha giocato la squadra ma non sono tenuto a spiegarvi le mie decisioni” queste le parole dell'alsaziano.

Ma non solo, il tecnico è sembrato alterato anche per le richieste di risposta alle provocazioni di Mourinho (che l'altroieri aveva designato proprio Wenger come "l'unico allenatore a non essere sotto pressione in Premier League" “fatela finita con questa storia o me ne vado, dovreste preparare le conferenze stampa in un modo diverso” la seccata replica, che è stata seguita da una sfuriata contro commentatori e giornalisti tv ("ogni volta che uno di loro dice o scrive qualcosa, tutti gli altri gli vanno poi dietro, ripetendo esattamente lo stesso concetto ed è davvero noioso e deprimente leggerli e ascoltarli")

Sul finale l'allenatore ha finalmente parlato della partita, dicendosi fiducioso: "Se vi dicessi che siamo tre punti sotto allo United e che, giocando in casa, non credo che possiamo vincere il titolo, come minimo mi massacrereste”.

Più pacato invece il diretto avversario, Louis Van Gaal. "L'Arsenal può risollevarsi da una sconfitta, lo hanno dimostrato un sacco di volte. Credo che siano una delle migliori squadre di Premier League, sia dal punto vista tecnico che tattico" ha dichiarato l'olandese, che poi ha continuato parlando degli strascichi della sconfitta europea per i londinesi: "Se subiranno il colpo? Non lo so, io sono qui e siamo felici. L'Arsenal ha avuto un giorno in più di noi, non sarà una partita facile, noi possiamo ancora migliorare e dobbiamo dimostrarlo contro l'Arsenal".

L'ex C.T. olandese ha poi parlato di un suo possibile "regno" duraturo, sulle orme di Sir Alex Ferguson: "Sono stato all'Ajax per otto anni di fila, i primi due come vice e poi come allenatore della prima squadra, un mucchio di tempo ma ero giovane e volevo di più. Ancora oggi voglio sempre di più. Ho sempre fissato i miei obiettivi in anticipo ed è quello che sto facendo anche adesso. Avevo detto che avrei voluto allenare l'Olanda e l'ho fatto, volevo tornare a fare di nuovo il ct, andare in Germania, mi sono posto dei traguardi e sono stato molto fortunato a centrarli. Wenger (che ha festeggiato in 19 anni alla guida dell'Arsenal, ndr) e Ferguson sono allenatori di altro stampo ".

I precedenti

Guardando gli ultimi tredici incontri in Premier League si ha l'impressione di un dominio United (8 vittorie) con qauttro pareggi e una sola vittoria Gunners, datata 1 maggio 2011 (1-0). Da segnalare anche, il 28 agosto 2011, la storica goleada casalinga dei Red Devils: 8-2 in quell'occasione a Manchester. Lo United non perde da 4 partite in trasferta contro l'Arsenal.

Premier League