Il Leicester espugna White Hart Lane: con il Tottenham finisce 0-1

Torna alla vittoria la squadra di Ranieri sul difficile campo del Tottenham: 0-1. A decidere la gara l'incornata vincente del difensore centrale Robert Huth al minuto 83. Risultato che permette di riagguantare la prima piazza al pari dell'Arsenal.

Il Leicester espugna White Hart Lane: con il Tottenham finisce 0-1
Tottenham
0 1
Leicester
Tottenham: (4-2-3-1) Lloris; Walker, Alderweireld, Vertonghen, Davies; Dier (Onomah 90'), Carroll (Son 82'); Eriksen (Dembelè 71'), Alli, Lamela; Kane. All. Pochettino M.
Leicester: (4-4-1-1) Schmeichel; Simpson, Morgan, Huth, Fuchs; Mahrez (Dyer 90'), Kante, Drinkwater, Albrighton; Okazaki (King 77'), Vardy (Ulloa 71'). All. Ranieri C.
SCORE: 0-1, 83', Huth
ARBITRO: Mason L. Ammoniti: Dier (79')
NOTE: White Hart Lane, Londra. Gara valida per la 21esima giornata di Barclays Premier League.

Il Leicester torna finalmente alla vittoria e lo fa in grande stile sbancando il difficile campo del Tottenham. Claudio Ranieri e i suoi ragazzi superano gli Spurs grazie al colpo di testa di Huth al 83', sugli sviluppi di un corner. Partita piacevole, con ripetute occasioni da una parte e dall'altra e salvataggi miracolosi sulla linea di porta. Tre punti importantissimi per il cammino delle volpi che riacciuffano la vetta, affiancando l'Arsenal di Wenger, uscito da Anfield con un pareggio, e distanziano un Manchester City bloccato sullo 0-0 dall'Everton. Pochettino dopo quattro risultati positivi si ferma e concede campo e punti alle prime tre in classifica ma mantiene la quarta posizione.

Status di forma 

Tottenham - I padoni di casa si presentano con uno smagliante ruolino di marcia, avendo collezionato tre vittorie ed un pareggio nelle ultime quattro uscite. Gli Spurs occupano la quarta piazza e distano soltanto 4 punti dalle volpi di Leicester e 3 dal Manchester City. La squadra di Pochettino vanta la miglior difesa del torneo con appena 16 reti incassate, mentre il reparto offensivo ha messo a segno 34 reti con un Harry Kane in grande spolvero.

Leicester - Claudio Ranieri e i suoi sono incappati in un trittico poco felice rispetto ai primi tempi, incamerando una sconfitta con il Liverpool e due pareggi a reti bianche con City e Bournemouth. La stanchezza e la poca lucidità sotto porta hanno contribuito in maniera evidente al rallentamento della squadra, ciò ha comportato anche l'abbandono della vetta. Le volpi occupano ora il secondo posto, alle spalle dell'Arsenal capolista (+2), e sono braccate dal Manchester City e proprio dal Tottenham, rispettivamente ad una e quattro lunghezze di distanza. 

Gli schieramenti 

Tottenham - Mauricio Pochettino opta per lo stesso undici che ha pareggiato dieci giorni fa in casa dell'Everton. Confermata la cerniera di centrocampo formata dalla coppia massiccia Dier-Carroll mentre in avanti il trio Eriksen-Alli-Lamela avrà il compito di supportare il bomber 'Hurricane'. In porta c'è Hugo Lloris, mentre la linea a quattro di difesa sarà presidiata da Walker e Davies sulle fasce esterne e l'accoppiata belga Vertonghen-Alderweireld

(4-2-3-1) Lloris; Walker, Alderweireld, Vertonghen, Davies; Dier, Carroll; Eriksen, Alli, Lamela; Kane. 

Leicester - Ranieri a White Hart Line non stravolge la squadra e si affida al collaudato 4-4-1-1 con l'appannato Jamie Vardy ancora a caricarsi sulle spalle il peso dell'attacco. Compagno di reparto del numero 9 questa volta è Okazaki. Tra i pali ovviamente la saracinesca di nome Kasper Schmeichel; in difesa Simpson a destra, Morgan ed Huth in mezzo e Fuchs sul lato mancino; la linea a quattro di centrocampo è composta dai soliti quattro interpreti: Mahrez e Albrighton sulle corsie esterne e Drinkwater-Kante a fare legna in mezzo. 

(4-4-1-1) Schmeichel; Simpson, Morgan, Huth, Fuchs; Mahrez, Kante, Drinkwater, Albrighton; Okazaki, Vardy. 

Cronaca

Bel primo tempo quello di White Hart Lane tra Tottenham e Leicester. Le due squadra non mostrano particolari tatticismi e partono con l'acceleratore pigiato sin dal fischio d'inizio del direttore di gara Lee Mason. La prima occasione prodotta nella gara è quella di Christen Eriksen, il danese si lascia alle spalle due difensori e calcia di prima intenzioni in porta: blocca l'attento Schmeichel. Il buon Schmeichel è reattivo anche nella seconda chance  targata Spurs, quando Toby Alderweireld sovrasta tutti in area di rigore e impatta di testa trovando i guanto del numero uno. La risposta delle volpi non tarda ad arrivare e al 23' hanno la prima grande opportunità per passare in vantaggio, quando Kante non riesce a centrare la porta dall'alteza del dischetto di rigore. Il momento Leicester si consuma intorno alla metà della prima frazione e i ragazzi di Ranieri tentano la fortuna con tiri pericolosi dalla distanza, come quello di Drinkwater intercettato con grande prontezza dall'intervento di Lloris. Il resto della prima frazione vedrà soltanto la conclusione velenosa del solito Eriksen che non trova lo specchio di porta. 

Nella ripresa su per giù stesso copione, le occasioni fioccano ma la palla non vuole saperne di entrare. Ci prova ad invertire la tendenza Jamie Vardy al 52' calciando con potenza verso la porta difesa da Lloris: decisivo l'intervento e il gambone di un difensore Spurs. A controbattere e ad impensierire la retroguardia del Leicester ci pensa Erik Lamela sparando un missile nell'angolo basso alla sinistra di Schmeichel, anche qui provvidenziale il ritorno di un difensore che si immola mettendo il piede e salvando il risultato. La chance clamorosa per passare in vantaggio capita al 63' sui piedi Harry Kane, il numero 9 controlla in area di rigore e calcia in porta a botta sicura, il riflesso eccezionale di Schmeichel sbarra l'accesso e devia la sfera sul palo esterno. Intorno al 75' ribaltamenti di fronte portano a ghiottissime occasioni per agguantare il vantaggio: prima Lamela a scuotere la tana delle volpi, poi l'assedio del Leicester con la tripla chance Mahrez-Albrighton-Ulloa bloccata sulla linea da miracoli difensivi. La roccaforte bianca però nulla può sul colpo di testa vincente di Robert Huth, libero di incornare e mirare alla destra dell'incolpevole Lloris su azione da calcio d'angolo. I padroni di casa si riversano in avanti per tentare di raddrizzare la gara ma la solidità degli ospiti respinge gli assalti e mantiene il risultato di 0-1.


Share on Facebook