Premier League, al Manchester City basta Aguero: 0-1 a Sunderland

La squadra di Pellegrini ottiene tre punti fondamentali per la corsa al titolo: decide Sergio Aguero al 16' del primo tempo. Con questo successo i citizens consolidano la seconda piazza, staccando l'Arsenal.

Premier League, al Manchester City basta Aguero: 0-1 a Sunderland
Sunderland
0 1
Manchester City
Sunderland: (5-3-2) Mannone; Jones, O’Shea, Kone, Kirchhoff, van Aanholt; Cattermole, M’Vila, Lens (Khazri 46'); Borini (N'Doye 82'), Defoe. All. Allardyce S.
Manchester City: (4-4-2) Hart; Sagna, Demichelis, Otamendi, Clichy; Navas (Sterling 76'), Fernandinho, Yaya Toure (Kolarov 79'), Silva; Aguero, Iheanacho (Fernando 46'). All. Pellegrini M.
SCORE: 0-1, 16', Aguero
ARBITRO: Attwell S. Ammonti: Jones (59'), Otamendi (80'), Aguero (91'), Fernandinho (94'), Sagna (96')
NOTE: Stadium of Light, Sunderland. Gara valida per la 24^ giornata di Barclays Premier League.

Successo di misura a Sunderland per il Manchester City: 0-1. Tre punti di vitale importanza per il proseguio del campionato e per le speranza di riagguantare il sempre più incredibile Leicester. Allo Stadium of Light ci pensa la zampata del Kun Aguero al 16' della prima frazione ad indirizzare la gara: cross teso di Navas, l'allegra difesa dei black cats dimentica colpevolmente l'argentino che solo insacca sotto l'incrocio. La reazione dei padroni di casa va a sprazzi: colpi di testa su punizioni laterali, le giocate improvvise di Defoe e i guantoni di Hart salvano la porta del Manchester City dal pareggio. Si chiude così, 0-1 con un City non spettacolare ma cinico e roccioso che incamera l'intera posta in palio, salendo a quota 47 punti

Status di forma 

Sunderland - I padroni di casa hanno numeri horror in questa stagione, occupano la penultima piazza con appena 19 punti conquistati e vantano la peggior difesa del torneo con le 46 reti incassate fin qui (media esatta di due goal subiti a gara). La squadra di Allardyce dista quattro lunghezze dalla diciassettesima posizione presidiata dal Norwich e ha un bisogno disperato di fare punti: l'ultima gara disputata dai black cats è terminata in pareggio, 1-1 con il Bournemouth allo Stadium of Light. 

Manchester City - Manuel Pellegrini vuol regalarsi le ultime gioie sulla panchina dei citizens prima di svuotare l'armadietto e fare spazio a Pep Guardiola. Il tecnico cileno si è appostato in seconda fila (44), al pari dell'Arsenal e a tre punti dal Leicester capolista. Se il Sunderland detiene la palma di peggior difesa di Premier League, il Manchester City possiede fin qui la miglior fase realizzativa con i 45 goal marcati. Aguero&co sono reduci dal pareggio agguantato nel finale contro il West Ham, un 2-2 prezioso su un campo non facile come quello del Boylen Ground. 

Le formazioni 

Sunderland - Allardyce opta per uno assetto compatto, inserendo davanti a Mannone una folta schiera di difensori: ben cinque a provare a schermare la azioni offensive degli ospiti. Da destra a sinistra, Jones, capitan O'SheaKone, Kirchhoff van Aanholt. A metà campo tutta la sostanza e il peso specifico di due mediani come Cattermole e M'Vila, miscelati all'inedita mezzala Jermaine Lens. In avanti tandem composto da Borini e Defoe

(5-3-2) Mannone; Jones, O’Shea, Kone, Kirchhoff, van Aanholt; Cattermole, M’Vila, Lens; Borini, Defoe.

Manchester City - 4-4-2 in teoria, 4-2-4 nella pratica. Pellegrini regala l'ennesima chance della stagione al baby Iheanacho, affiancandolo a Kun Aguero. Grande iniezione di fiducia per il classe '96, già 18 presenze e otto reti per lui tra campionato e coppe. Le fasce parlano spagnolo, con gli innesti di David Silva e Jesus Navas a dare man forte ai centrali di centrocampo: Fernandinho e Yaya Tourè. La linea difensiva prevede Sagna e Clichy nelle corsie e Demichelis-Otamendi in mezzo. Joe Hart in porta. 

(4-4-2) Hart; Sagna, Demichelis, Otamendi, Clichy; Navas, Fernandinho, Yaya Toure, Silva; Aguero, Iheanacho. 

Cronaca

Il signor Atwell fischia l'inizio dell'incontro, il Manchester City detta subito legge, amministrando il pallone e giostrandolo con i piedi più raffinati della squadra: Silva, Aguero e Yaya Tourè. I black cats fanno opposizione zero, la pochezza di idee difensive e la scarsa organizzazione fanno si che gli ospiti passino in vantaggio già al 16': tiro-cross dalla destra da parte di Jesus Navas, il pallone filtra e raggiunge il solissimo Aguero a centro area, l'argentino controlla e scarica una bordata sotto l'incrocio che vale lo 0-1.

I padroni di casa non sembrano "accusare" il colpo e continuano sulla falsa riga del primo quarto d'ora; i citizens, dal canto loro, tentano di pescare il pertugio giusto per chiudere il match già nel primo tempo ma non riescono con Aguero, anzi. E' proprio la squadra di Allardyce a sfiorare la rete del pareggio al 33' con un colpo di testa da parte di Lamine Kone: il difensore svetta in area di rigore e manda di poco a lato. L'occasione sembra svegliare i biancorossi, ed effettivamente è così. Il pubblico spinge la squadra, e verso fino primo tempo ha una chance ghiottissima per agguantare il pareggio: Jermaine Defoe riceve spalle alla porta, elude l'intervento del difensore con una finta di corpo e calcia in rotazione sul primo palo, Hart è superlativo e respinge. Miracoloso è sulla respinta il portiere inglese: Defoe si fionda sul pallone e calcia forte sul primo palo, il numero 1 riesce a rialzarsi e con un guizzo manda fuori la sfera. Si conclude con quest'ultima emozione la prima frazione.

Nel secondo tempo subito un cambio a testa per le due squadre: fuori Lens, dentro Khazri per il Sunderland; out il giovane Iheanacho, in Fernando nel City. Nei primi minuti c'è la sensazione che gli ospiti non vogliano sbilanciarsi e si affidino alla vena realizzativa di Aguero per provare a chiudere la partita mentre i biancorossi si riversano più volte in avanti senza provocare vere e proprie occasioni da rete. Qualche folata dei black cats con cross dagli esterni messi dentro per l'ispirato Defoe ma, come detto, non creano particolari allarmismi nei difensori avversari. Solo nel finale, si crea un pò di scompiglio nell'area di rigore City con la doppia chance del Sunderland firmata dai proprio difensori, prima Jones poi O'Shea: nulla da fare, però. Punteggio che si inchioda sullo 0-1, anche grazie alla grande serata di Hart.

Premier League