Premier League: il Liverpool trionfa al 95'!

Calcio di rigore procurato e gol decisivo: l'eroe del giorno è sicuramente Benteke. Buona prova Reds, che ancora una volta vince nei minuti finali. Non bocciati gli undici di Pardew, forse leggermente sciuponi e che pagano dunque il massimo della pena.

Premier League: il Liverpool trionfa al 95'!
CRYSTAL PALACE
1 2
LIVERPOOL
CRYSTAL PALACE: McCarthy; Ward, Dann, Delaney, Souare; Jedinak, Ledley (Sako, min. 82), Saha, Cabaye (Mutch, min. 69), Bolasie; Adebayor (Gayle, min. 82).
LIVERPOOL: Mignolet; Flanagan (Coutinho, min. 61), Lovren. Sakho, Moreno; Milner, Henderson, Can, Lallana; Firmino (Touré, min. 88), Origi (Benteke, min. 79).
SCORE: 1-0, min. 49, Ledley. 1-1, min. 72, Firmino. 1-2, min. 95, Benteke.
ARBITRO: André Marriner (ING). Ammoniti: Henderson (min. 10), Dann (min. 12), Milner (min. 40), Moreno (min. 82). Espulsi: Milner (min. 62)
NOTE: Match valido per la Premier League 2015/16.

Un folle Liverpool espugna Selhurst Park grazie ai gol di Firmino e Benteke. Successo al 95' per i Reds, inutile dunque l'iniziale vantaggio del Palace firmato Ledley.

Padroni di casa che scendono in campo adottando un 4-2-3-1, con la folta trequarti a sostegno dell'unica punta Adebayor. Disposizione tattica più equilibrata, il 4-4-1-1, per gli ospiti, con Roberto Firmino pronto a rifornire il giovane belga Divock Origi. Gara subito pimpante da parte dei Reds, con Can che spesso si propone come uomo-assist per un Firmino ancora poco pungente. Al 7' però si affacciano gli Eagles con Bolasie, ma Mignolet è miracoloso e sventa la conclusione del numero 10 ex Barnet e Bristol City. Due minuti dopo ecco invece i Reds: destro violento di Henderson e palla fuori di pochissimo.  La gara, dopo i primi minuti, si accende regalando tante emozioni ai tifosi giunti a Selhurst Park: all'11' infatti sono ancora gli Eagles pericolosi, quando Adebayor stampa sulla traversa il proprio tentativo. Conclusione forse troppo violenta del togolese, che avrebbe dovuto dosare la forza per superare un Mignolet praticamente impotente. Grandissima occasione sciupata, dunque, per i padroni di casa e sospiro di sollievo per Jurgen Klopp. Al 18' azione invece confusa nell'area del Palace, pallone vagante e smanacciata goffa ma decisiva di Mccarthy. Che partita, in questo spezzatino di Premier, con il Liverpool che fa tanto possesso ma poca sostanza. Le azioni pericolose si alternano con fare quasi tennistico ed infatti, dopo il precedente mischione  nella propria area, pericoloso il Palace al minuto venticinque, con Cabaye che fa partire un buon destro a giro terminato però di poco fuori. Cinque minuti dopo è Origi a provare la magia, ma il suo tiro da venti metri non inquadra il rettangolo compreso tra pali e linea di porta. Al minuto trentatre è invece Milner a rendersi pericoloso con una bella conclusione deviata che per poco non beffa McCarthy. Insistono i Reds, decisi a passare in vantaggio il più presto possibile. Il Crystal è però compagine attenta che, al 37', chiama in causa Mignolet con una bella punizione di Dann che trova Cabaye: il colpo di testa è però centrale. Il tentativo di casa è l'ultimo squillo di un primo tempo tutto sommato emozionante e che ha visto le due formazioni affrontarsi a viso aperto. 

Secondo tempo che inizia subito bene per il Crystal Palace, avanti al 49' grazie ad una conclusione potente di Ledley sugli sviluppi di un corner. Palace dunque avanti già nelle prime battute di frazione e Liverpool costretto ad inseguire. I Reds sembrano molto impallati, preferendo un lungo possesso a rapidi capovolgimenti di fronte. La situazione peggiora al minuto sessantadue, quando Milner si becca il secondo giallo lasciando i suoi in dieci. Liverpool dunque sotto sia numericamente che a livello di risultato. Quattro minuti dopo timbra finalmente il cartellino di presenza Roberto Firmino, ma la sua conclusione è troppo debole per creare problemi a McCarthy. Al minuto sessantotto buona occasione Reds, ma Origi da pochi passi non riesce ad indirizzare in porta il proprio colpo di testa. Gli ospiti sono dunque pressanti e, nonostante l'uomo in meno, riescono a pareggiare grazie ad un fortunoso gol di Firmino: al 72' infatti, errore di McCarthy che sbaglia il rinvio regalando praticamente un ghiottissimo assist all'attaccante brasiliano, abile a concludere senza lasciarselo ripetere. Gara di nuovo in parità e che promette tante scintille. Due minuti dopo sempre Liverpool avanti con un bel tiro del neo-entrato Coutinho che non inquadra lo specchio. Al 76' è invece Dann a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un corner, colpo di testa però alto. Che gara, a Selhurst Park: continua a premere il Liverpool, vicino al gol sia al 79' con Lallala che due minuti dopo con Benteke, il cui tiro è però centrale. Le due compagini sono però molto stanche e, per costruire gioco, preferiscono affidarsi ai meno dispandiosi lanci lunghi. All'87' ancora squillo Reds, con una botta potentissima di Moreno che si stampa sul palo. Sudano freddo i tifosi di casa, impreca rabbiosamente Jurgen Klopp. Quando i giochi sembrano fatti, ecco però il solito vecchio Liverpool: calcio di rigore al 95' e gol importantissimo di Benteke, che porta in avanti i suoi e conclude di fatto la gara. Un'esplosione per gli ospiti, con Pardew che furiosamente chiede spiegazioni agli arbitri. Liverpool che quindi vince proprio all'ultimo respiro e conquista tre punti vitali.

Novanta giri di orologio molto emozionanti, tra due compagini offensive e temibili. Il Crystal Palace ha giocato in maniera più equilibrata, meno prevedibili invece i Reds. Jurgen Klopp dovrà però lavorare e non poco su un collettivo molto tecnico che può vincere certe sfide in maniera sicuramente più agevole. Il successo è però importantissimo e spinge il Liverpool verso un finale di stagione mozzafiato ed emozionante. Migliore in campo per i padroni di casa, Cabaye. Per gi ospiti in evidenza Benteke. 

Premier League