Il Liverpool esagera: quattro a zero nel derby contro l'Everton

Il Merseyside Derby è del Liverpool, che strapazza i cugini blue, con quattro reti. Sontuosa prova dei ragazzi di Klopp, che surclassano nettamente gli ospiti sotto ogni punto di vista.

Il Liverpool esagera: quattro a zero nel derby contro l'Everton
LIVERPOOL
4 0
EVERTON
LIVERPOOL: Mignolet, Clyne, Sakho, Lovren, Moreno, Lucas, Milner, Lallana, Firmino, Coutinho, Origi.
EVERTON: Robles, Oviedo, Stones, Funes Mori, Baines, McCarthy, Barry, Lennon, Barkley, Mirallas, Lukaku.
SCORE: Divock Origi 43 Mamadou Sakho 45 +1:58 Daniel Sturridge 61 Phillippe Coutinho 76
ARBITRO: Robert Madley (West Yorkshire)
NOTE: Premier League Anfield Stadium

Il Liverpool vince e convince. Nel Merseyside Derby contro l'Everton, i Reds massacrano gli avversari, al termine di una partita dominata in lungo e in largo. A segno quattro marcatori diversi: Origi, Sakho, Sturridge e Coutinho, mentre l'Everton disputa tutto il secondo tempo in dieci, per l'espulsione sanzionata a Funes Mori, autore di un fallo criminale su Origi. Il Liverpool è a due punti dal West Ham, ma con una partita in più rispetto agli Hammers.

Mirror Reuters
Mirror Reuters

Per il duecentoventiseiesimo derby del Merseyside, Klopp si affida al 4-4-1-1, con Origi in solitaria, supportato alle spalle da Firmino, mentre Coutinho e Lallana fungono da esterni alti. In mediana, presenti Lucas Leiva e James Milner, mentre il duo centrale è formato da Sakho e Lovren, con Clyne e Moreno sulle fasce, davanti a Mignolet, estremo difensore.
L'Everton viene disposto su un 4-2-3-1, con McCarthy e Barry a formare la diga in centrocampo, coprendo le incursioni del trio sulla trequarti, formato da Lennon, Barkley e Mirallas. In attacco, l'imprescindibile Lukaku, invece la retroguardia è composta da Stones e Funes Mori centrali, a blindare l'area di Robles, con il supporto dei terzini Baines e Oviedo. 

Mirror Reuters
Mirror Reuters

Sono i Reds di Klopp ad approcciare meglio la sfida, rendendosi pericolosi in più frangenti con Coutinho abile nel svariare sul fronte offensivo, mentre le Toffees cercano di contenere gli avversari per poi cercare le ripartenze, con un gioco piuttosto verticale, alla ricerca di Lukaku. Al 23', dopo una pericolosa azione di Coutinho, l'Everton contrattacca con Lukaku, che viene fermato in tempo da Sakho. Il Liverpool guadagna importanti calci piazzati, senza però trasformarli, nella mezz'ora, ma al 42', Milner, con un mancino tagliente, imbecca Origi, abile nell'insaccare di testa e portare in vantaggio i Reds. Nemmeno il tempo di riportare la palla al centro, che i padroni di casa siglano il raddoppio: questa volta, la firma è di Sakho, di testa, con il solito Milner ad innescarlo. Il primo tempo si conclude sul due a zero per la truppa di Klopp. 

Clive Brunskill/Getty Images
Clive Brunskill/Getty Images

La ripresa inizia nel peggiore dei modi per i Reds: Funes Mori commette un fallo killer, disintegrando la caviglia di Origi, con un intervento a gamba tesa, venendo poi espulso. Per il ventunenne belga, si teme uno stop piuttosto lungo, con Sturridge a dargli il cambio al minuto 53'. Il neo-entrato attaccante britannico lascia subito il segno, al minuto 61', depositando a rete un assist di Lucas. Nonostante il largo gap accumulato, i padroni di casa continuano a macinare gioco, mettendo l'Everton alle strette: se Joe Allen si divora un goal, Coutinho timbra il cartellino, firmando il poker, con un bel destro a giro dal limite dell'area, al settantaseiesimo minuto. Incredibile la fame agonistica dei padroni di casa, che non si accontentano del 4-0, ma insistono, sfiorando a più riprese il quinto gol.