Forza quattro per il Manchester City, che passeggia sullo Stoke (4-0)

Dominio dei Citizens all'Etihad Stadium, i blu travolgono lo Stoke City, ormai salvo e remissivo. A segno Fernando, Aguero e Iheanacho.

Forza quattro per il Manchester City, che passeggia sullo Stoke (4-0)
Manchester City-Stoke City
MANCHESTER CITY
4 0
STOKE CITY
MANCHESTER CITY: MANCHESTER CITY (4­4­2): 1 Hart; 5 Zabaleta, 30 Otamendi, 20 Magala, 11 Kolarov; 15 Jesus Navas, 6 Fernando, 42 Yaya Touré, 21 Silva; 72 Iheanacho, 10 Aguero
STOKE CITY: STOKE (4­2­3­1): 24 Given; 2 Bardsley, 17 Shawcross, 26 Wollscheid, 5 Muniesa; 20 Cameron, 6 Whelan; 18 M.Diouf, 21 Imbula, 10 Arnautovic; 11 Joselu
SCORE: Fernando 35 'S. Agüero 43' (R) K. Iheanacho 64' 74'
ARBITRO: ROBERT MADLEY
NOTE: PREMIER LEAGUE • 35. GIORNATA • ETIHAD STADIUM • SABATO 23 APRILE 2016 • 13:45

Il Manchester City si prepara nel migliore dei modi per la semifinale di Champions League contro il Real Madrid, strapazzando lo Stoke City con un perentorio quattro a zero. Sugli scudi il giovane Iheanacho, autore di una doppietta in dieci minuti nel secondo tempo. Brividi sul finale, quando Yaya Tourè si infortuna al quadricipite, in dubbio per la sfida contro i madrileni di Zidane. City di nuovo terzo, in attesa dell'Arsenal. 

Twitter Football Tweet
Twitter Football Tweet

Scolastico 4-4-2 all'italiana per Pellegrini, che sfrutta il turno favorevole per un ampio turnover, lanciando Iheanacho in attacco, a fianco di Aguero, con Navas e Silva esterni di centrocampo. In mediana, titolari Fernando e Yaya Tourè, mentre la coppia centrale è formata da Otamendi e Mangala, con Zabaleta e Kolarov terzini, davanti ad Hart tra i pali.
Modulo con tre trequartisti per lo Stoke di Huges: in avanti Joselu, mentre Imbula guida la trequarti, affiancato dall'ex Inter Arnautovic e Diouf. Whelan e Cameron formano la diga in mediana, mentre il pacchetto arretrato è composto da: Muniesa, Shawcross, Wollschield e Bardsley, con Given in porta.

Twitter Football Tweet
Twitter Football Tweet

I Citizens si rendono subito pericolosi nelle prime battute del match, con il baby attaccante Iheanacho, che sfiora il palo con un mancino, ma gli ospiti difendono con ordine, provando a colpire il City al quarto d'ora, con Shawcross, che manda fuori di poco la sfera. Alla mezz'ora, lo Stoke si rende pericolosissimo, con Imbula e Joselu, mettendo pressione ad Hart, ma nel loro momento migliore, arriva la doccia gelata: al 35', su angolo di Navas, Fernando svetta su tutti e insacca di testa, regalando il vantaggio ai Citizens. Dopo il vantaggio, la partita è tutta in discesa per il City, che raddoppia con Aguero, su rigore, causato da Shawcross. Finisce il primo tempo sul 2-0 dei padroni di casa. 

Twitter Squawka
Twitter Squawka

Il secondo tempo inizia con un approccio piuttosto pigro del City, che rischia di rimettere in corsa gli avversari, con Arnautovic pericoloso su più fronti. Hart si supera due volte sull'ex Inter e i compagni iniziano ad ingranare per mettere in ghiaccio la partita: in dieci minuti, Iheanacho serve il poker ai Potters, il terzo di fila, dopo Tottenham e Liverpool, chiudendo la partita. Nonostante il largo vantaggio, sul finale arrivano brutte notizie per i padroni di casa: Yaya Tourè appoggia male il piede e il quadricipite cede, i cambi sono finiti e resta in campo lo stesso, ma è a rischio per la sfida contro il Real Madrid. I restanti minuti scorrono lisci come l'olio, il City vince 4-0 e si porta al momentaneo terzo posto, con un punto in più sull'Arsenal (ma con una gara in più), mentre lo Stoke resta saldo alla nona piazza.