Leicester, Ranieri: "Sabato facciamo festa. Il mercato? Non voglio big"

Il tecnico del Leicester campione d'Inghilterra si è presentato ai microfoni della stampa per presentare la sfida interna contro l'Everton. Tra festeggiamenti e ultimi impegni, uno sguardo anche al mercato, oltre a tirare le somme di una stagione pazzesca.

Leicester, Ranieri: "Sabato facciamo festa. Il mercato? Non voglio big"
Leicester, Ranieri: "Sabato facciamo festa. Il mercato? Non voglio big"

Una stagione pazzesca, da vivere tutta d'un fiato fino al triplice fischio finale di Chelsea-Tottenham che lunedì sera, al termine della stracittadina londinese, ha sancito la vittoria della Premier League del Leicester City di Claudio Ranieri. Nemmeno il tempo per una boccata d'ossigeno e via ai festeggiamenti, inaspettati quanto meritati: in vista della sfida interna contro l'Everton, il tecnico delle foxes ha presentato la sfida in conferenza stampa, la prima da tecnico campione d'Inghilterra.

"Sabato sarà una festa. Canterà Bocelli, mi ha contattato lui qualche mese fa, era molto felice per quello che ci stava succedendo e mi ha detto che avrebbe avuto piacere a cantare qui nel caso di vittoria, quindi è una cosa bella per tutta Leicester".

Un sospiro di sollievo, poi l'analisi di ciò che è stato: "Mi sono goduto tutta la stagione, perché sin dall'inizio ho sentito qualcosa di speciale. Certo, non avrei mai immaginato quello che è accaduto, è molto bello. Abbiamo lavorato tanto, ma ogni anno vince solo uno, quest'anno è toccato a noi, bello così. Non so quando potrò rispondere a tutti quanti, ho ricevuto tantissimi messaggi".

All'interno del clima di festa, però, due impegni da onorare al massimo contro Everton e Chelsea, per scrivere altre pagine indelebili di questa cavalcata trionfale: "Io sono concentrato sulla prossima partita. Sarà probabilmente il momento più importante della mia carriera, ma la mia favola è iniziata a Cagliari. Io ho vinto nei dilettanti poi in serie C in B e sono arrivato in serie A. Poi ho preso il volo, adesso vincere la Premier è qualcosa di speciale, soprattutto averlo fatto qui è incredibile"

Un successo meritato soprattutto per lui, Claudio Ranieri, che è stato sempre etichettato come un non-vincente. I meriti del titolo, secondo il tecnico, evidenziati così: "Ho lottato tantissimo per raggiungere tutti i miei obiettivi, quindi ha un sapore ancora più speciale. Tutto è stato importante, il proprietario ha sempre trasmesso calma e serenità, ha sempre infuso buon umore a tutti, non l'ho mai visto nervoso e questo è molto importante per me, perché quello che sento poi riesco a trasmetterlo ai miei giocatori".

Infine, non manca anche il passaggio in vista della prossima stagione, con la Champions League da affrontare a tesa talta. Chiara, l'idea di Ranieri, sugli obiettivi di mercato per rinforzare la squadra: "L'anno prossimo non voglio nomi importanti, non voglio rompere l'armonia nel mio spogliatoio, i miei ragazzi sono troppo importanti. Ovviamente dovremo comprare, ma chi verrà dovrà avere il nostro spirito e sposare la nostra filosofia, quella di lottare sempre".

Premier League