Premier League 2016/17, la presentazione della prima giornata: tutti a caccia di Sir Claudio

Il campionato inglese quest'anno si appresta ad essere, sulla carta, uno dei più interessanti e competitivi di sempre. Favorite le due di Manchester, attese da sfide abbordabili contro Sunderland e Bournemouth. All'Emirates invece é subito sfida tra Wenger e Klopp. Esordio a Stanford Bridge per Conte nel Monday Night.

Premier League 2016/17, la presentazione della prima giornata: tutti a caccia di Sir Claudio
Premier League 2016/17, il preview della prima giornata: tutti a caccia di Sir Claudio

Riparte, tra meno di 48 ore, la Premier League 2016/17, e lo fa in grande stile.

Riparte da dove l'avevamo lasciata, ovvero dal miracolo Leicester di Claudio Ranieri, che apre le danze fuori casa al KCOM Stadium contro l'Hull City. Perso Kantè, il tecnico romano é riuscito a trattenere tutti i suoi big, piazzando colpi da seguire con attenzione come Gray, Kaputska e soprattutto Ahmed Musa, che sembra già essere entrato nel meccanismo delle Foxes. La concorrenza si é rinforzata a dovere e sarà difficile ripetersi, ma un posto in zona Europa sarebbe un buon risultato. Dall'altra parte invece troviamo una squadra con un'estate a dir poco burrascosa, la rescissione consensuale del contratto con il tecnico Bruce, unita ad una difficile convivenza tra proprietari e tifosi (soprattutto per la volontà del figlio del presidente di cambiare il nome del club in Hull Tigers, con esito negativo) ed un mercato che non c'è praticamente stato se non per la cessione di Diame.

Nel pomeriggio di sabato 13 spicca Everton-Tottenham: i Toffees vogliono togliersi di dosso quell'etichetta di talenti incompiuti e puntano sul tecnico olandese per farlo. Perso John Stones, é arrivato Ashley Williams e Lukaku é stato trattenuto nonostante il forte interesse del Chelsea. Dall'altra parte gli Spurs vogliono dimenticare subito l'ultimo mese e mezzo della scorsa stagione e provano a rifarsi con un mix di gioventù e esperienza. Sono arrivati due innesti nei punti chiave: Wanyama (che verosimilmente sarà titolare al posto di Dembelè, ancora out per la squalifica di sei giornate rimediata contro il Chelsea) e Janssen, a cui é chiesto di fare da backup all'ormai certezza Harry Kane. 

Altra partita da seguire é senza dubbio Middlesbrough-Stoke City. La squadra di Aitor Karanka ha iniziato un progetto ambizioso con ben 9 acquisti, tra cui Valdes, Guzan, Fischer, De Roon, Gaston Ramirez e Negredo. L'obiettivo primario resta la salvezza, ma il Boro dimostra di voler già tornare a lottare per l'Europa nel giro di qualche anno. Di fronte avrà lo Stoke delle ex-riserve di top club, vogliosi di stupire e andare in Europa, un traguardo che sarebbe sicuramente storico per i Potters. In campo anche i due italiani Mazzarri e Guidolin, rispettivamente al Saint Mary's contro il Southampton di Puel con il Watford e con lo Swansea in trasferta contro la neopromossa Burnley di Sam Dyche, la quale punta tutto su Andre Gray, trascinatore della cavalcata in Championship la scorsa stagione con 23 reti e 8 assist.

In serata l'esordio di Pep Guardiola e del suo City: il Sunderland sulla carta é  un'avversaria più che abbordabile, ma il neo ct Moyes punta a fare lo sgambetto ad una delle principali favorite alla vittoria del titolo.

L'altra principale favorita per il titolo é il Manchester United di Mourinho, il cui esordio é previsto per domenica in trasferta contro la mini-rivelazione Bournemouth di Eddie Howe. Anche qui Ibra, Pogba & co. sono nettamente favoriti. Nel tardo pomeriggio é subito sfida tra big all'Emirates nel posticipo domenicale tra Arsenal e Liverpool. Se per i tifosi dei Gunners il mercato ha un po' lasciato a desiderare dopo l'acquisto di Xhaka, dall'altra parte a Liverpool si sta cercando finalmente di tornare al vertice del calcio inglese secondo il credo dell'uomo più in voga di tutto il Merseyside: il Kloppismo. Con gli innesti di Wijnaldum e Manè, il centrocampo dei Reds offrirà l'imbarazzo della scelta al tecnico tedesco data la qualità di cui dispone in giocatori come Lallana e Firmino.

Nel posticipo del Monday Night allo Stanford Bridge va in scena il derby londinese tra il Chelsea di Conte, principale outsider tra le big, ed il West Ham di Bilic, che punta a far bene sia in campionato che in Europa League. 

Sarà un primo turno da seguire per carpire quelli che sono gli stati d'animo generale nelle varie squadre, soprattutto dopo una delle sessioni di mercato più impegnative degli ultimi anni, in cui, manco a dirlo, la Premier League ha fatto la voce grossa. 

Di seguito il programma completo:

Sabato 13/08:

Hull City-Leicester City ore 13.30

Burnley Swansea ore 16.00

Crystal Palace-West Bromwich Albion ore 16.00

Everton-Tottenham Hotspur ore 16.00

Middlesbrough-Stoke City ore 16.00

Southampton-Watford ore 16.00

Manchester City-Sunderland ore 18.30

Domenica 14/08:

Bournemouth-Manchester United ore 14.30

Arsenal-Liverpool ore 17.00

Lunedi 15/08:

Chelsea-West Ham ore 21.00