Premier League, Everton e Tottenham si dividono la posta in palio (1-1)

Al vantaggio iniziale di Barkley risponde Lamela. Bene i padroni di casa nel primo tempo, meglio gli ospiti nella ripresa.

Premier League, Everton e Tottenham si dividono la posta in palio (1-1)
Lamela in tuffo anticipa Holgate per l'1-1 degli Spurs.Fonte: profilo Twitter ufficiale del Tottenham
Everton
1 1
Tottenham Hotspur
Everton: (4-3-2-1): Stekelenburg; Holgate, Jagielka, Mori, Baines; McCarthy, Gueye, Barry(min.85 Cleverley); Mirallas(min. 76 Lennon), Barkley, Deulofeu(min. 67 Kone) . All.: Koeman.
Tottenham Hotspur : (4-2-3-1): Lloris(min.34 Vorm); Walker, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Dier(min.56 Janssen), Wanyama; Lamela, Eriksen, Alli; Kane. All.: Pochettino
SCORE: 1-0, min.5, Barkley. 1-1, min.59, Lamela.
ARBITRO: Martin Atkinson(ENG). Ammoniti nessuno.
NOTE: Prima giornata del campionato inglese Premier League • Goodison Park, Liverpool• calcio d'inizio ore 16.00 • Spettatori

A Goodison Park finisce in parità tra Everton e Tottenham. La squadra di Koeman, al debutto, comincia bene ma subisce il ritorno dell'Armada Lilywhite di Pochettino, che nella ripresa sfiora il gol partita con Janssen.

LE SCELTE - Koeman fa esordire il giovane Holgate al posto di Coleman, out per problemi fisici. A centrocampo tridente muscolare con Gueye, Barry e McCarthy. In attacco non c'è Lukaku, al centro di voci di mercato: al suo posto gioca Deulofeu come falso nueve, coadiuvato da Barkley e Mirallas alle sue spalle. Per il Tottenham scende in campo la formazione tipo con Vertonghen che torna al centro della difesa e Wanyama in mediana al posto dello squalificato Dembelè.

Fonte foto: premierleauge.com
Fonte foto: premierleauge.com

IL FILM DEL MATCH - Al minuto 5 Wanyama stende un avversario e regala un buon calcio piazzato all'Everton. Barkley ne approfitta per portare in vantaggio i Toffees, grazie ad un gran destro dalla lunga distanza che inganna Lloris. Al 15' altro piazzato per l'Everton. Palla al centro, Jagielka svetta in area e impatta di testa, ma Lloris vola a smanacciare. Ancora Everton in avanti: Mirallas entra in area di rigore su un buon suggerimento, fa partire un tiro rasoterra, ma Lloris blocca senza troppi patemi.

Minuto 34: problemi fisici per Lloris, che non sembra essere in grado di continuare, a suo posto entra Vorm. Gli Spurs sono presi in controtempo nel gioco e faticano a combinare nella trequarti avversaria grazie all'ottimo lavoro di Gueye in interdizione. Si va dunque negli spogliatoi sull'1-0 per i padroni di casa. Esordio finora in salita per i ragazzi di Pochettino.

Ripresa: Il tecnico argentino decide di intervenire ed effettua un cambio: fuori Dier e dentro Vincent Janssen, il capocannoniere della scorsa Eredivisie con 27 reti, al suo esordio in campo. Si passa ad una sorta di 4-3-1-2 con Wanyama mediano e Alli tra le linee dietro alle due punte. La mossa tattica funziona perché il Tottenham sale di intensità e trova il pareggio al minuto 59 con Erik Lamela, bravo ad anticipare di testa Holgate sul bel cross di Walker. Da quel momento gli ospiti prendono in mano le redini del gioco e comincia un assalto verso la porta di Stekelenburg. Il portiere olandese deve fare gli straordinari sul destro potente di Walker verso il primo palo al minuto 80. Eriksen al minuto 82 fa partire un destro pericoloso su punizione dal limite dell'area, palla alta di pochissimo.

Ancora Lamela si fionda in area poco dopo per raggiungere un passaggio e lascia partire un tiro indirizzando il pallone sotto la traversa. Stekelenburg para con un buon intervento. La gara finisce dunque 1-1 e le due squadre devono accontentarsi del pari.

Fonte foto: Premierleague.com
Fonte foto: Premierleague.com

L'EPISODIO CHIAVE - La chance forse più ghiotta del match capita sui piedi di Janssen dentro l'area di rigore all'81' ma Stekelenburg é fenomenale a dire no al suo connazionale da pochi passi. Il Tottenham può recriminare su questa chance ma anche sul fatto di aver aspettato forse troppo nel primo tempo con una politica attendista. L'ingresso di Janssen nella ripresa ed il passaggio al 4-4-2 ha dato più fluidità agli ospiti in manovra ma purtroppo sono mancati i gol per vincere.