Premier League, Lukaku's back on business: l'Everton trionfa 0-3 allo Stadium of Light

Tripletta del belga che firma la vittoria delle Toffees sul Sunderland. Defensive horror show dei Black Cats, che crollano nel secondo tempo e ne prendono 3 in 11 minuti. Koeman aggancia Conte al secondo posto.

Premier League, Lukaku's back on business: l'Everton trionfa 0-3 allo Stadium of Light
Lukaku prova a siglare una rete nel primo tempo, ma viene fermato. Ha avuto modo di rifarsi, comunque... | Twitter, Premier League.
Sunderland
0 3
Everton
Sunderland: (4-2-3-1): Pickford; Manquillo, L. Kone, Djilobodji, van Aanholt; Rodwell, Kirchhoff (min. 76 Denayer); Januzaj, Gooch (min. 57 Khazri), Watmore (min. 73 Ndong); Defoe.
Everton: (4-2-3-1): Stekelenburg; Coleman, Jagielka, Williams, Baines; Barry, Gueye; Bolasie (min. 76 Davies), Barkley (min. 46 Deulofeu), Mirallas; Lukaku (min. 89 A. Kone).
SCORE: 0-1, min. 60, Lukaku. 0-2, min. 68, Lukaku. 0-3, min. 71, Lukaku.
ARBITRO: Mike Jones (ENG) ammonisce Watmore (min. 42), Gueye (min. 55).
NOTE: Quarta giornata del campionato di Premier League: allo Stadium of Light si sfidano Sunderland ed Everton. La sfida è iniziata alle ore 21:00.

Lukaku-show è il titolo migliore per il monday night del quarto turno della Premier League 2016-2017: il belga firma la sua sesta tripletta nel campionato inglese in carriera e firma la vittoria dell'Everton sull'ostico campo del Sunderland. Fra l'altro l'attaccante si sblocca dopo un periodo di oltre 10 partite senza alcuna rete.

Un crollo nel secondo tempo quello dei Black Cats: tre gol subiti nell'arco di 11 minuti, ma la gara è stata sempre in pugno degli ospiti che hanno saputo attendere con calma e sono stati spietati nel colpire. La situazione si fa sempre più complicata per gli uomini di Moyes in questo tremendo avvio di stagione (penultimi posto a pari punti con lo Stoke), invece quelli di Koeman se finisse oggi il campionato chiuderebbero al secondo posto assieme al Chelsea, con il solo Manchester City davanti, dopo il pareggio dei Blues contro lo Swansea. Di seguito, il racconto del match.

David Moyes per la sfida contro le Toffees sceglie di confermare il 4-2-3-1: in porta c'è Pickford. In difesa Manquillo e Van Aanholt gli esterni, in mezzo Kone e Djilobodji. Rodwell e Kirchhoff i mediani; dietro alla punta Defoe tutto il talento di Januzaj, Gooch e Watmore.

La risposta di Ronald Koeman è speculare, con Stekelenburg scelto fra i pali. Coleman, Jagielka, Williams e Baines davanti a lui. In mediana Barry e Gueye; troviamo invece Mirallas, Barkley e Bolasie sulla trequarti. Resta da menzionare solo l'attaccante Lukaku.

Primo squillo del match al 5° di gioco, quando Gueye completa un 1-2 con Barkley e prova un tiro dai 20-25 metri che però termina largo alla destra del portiere. Dopo altrettanti giri d'orologio la risposta dei Black Cats: tiro di Januzaj deviato che diventa un assist al centro dell'area per Defoe che colpisce in volo ma spara alto una grande chance.

Al 13' ottima transizione degli ospiti che si conclude col colpo di testa di Lukaku tutto solo in mezzo ai due centrali sul cross di Bolasie, ma trova la risposta di Pickford; parata in corner non semplice per la grande velocità del tiro del belga, nonostante un'angolazione non eccellente. Al minuto 31 Mirallas si accentra e tira all'angolo, ma proprio sul più bello Kone ferma la conclusione dal limite dell'area piccola. Al 45esimo ci prova Bolasie con un destro da fuori dalla sinistra che termina ampiamente alto.

Termina così la prima frazione, sul risultato di 0-0. Partita frizzante, con un paio di occasioni per parte ma con alla fine i padroni di casa a subire il possesso palla avversario e giocando di contropiede; buona prova a livello di carattere e qualità delle Toffees che però non trovano il varco giusto per sbloccarla.

Al 52' su corner arriva il primo segnale e lo lanciano i padroni di casa: stacca Kone sul cross in mezzo all'area, ma blocca la conclusione troppo centrale Stekelenburg. Tre minuti più tardi nuova risposta: un'azione insistita nasce da un tiro di Deulofeu (subentrato a Barkley) dopo che questi ha tentato di dribblare Kone dalla destra, respinta, palla che va fuori con l'appoggio di Gueye per Coleman, il quale prova un tiro-cross dall'estremo destro dell'area, che viene deviato da Lukaku ma in maniera non sufficiente per trovare la prima rete della gara. Palla fuori.

All'ora di gioco il belga ha modo di rifarsi: palla dentro di Gueye su un contropiede e tutto solo sul secondo palo l'ex Chelsea trova la rete beccando l'angolo. Si è sbloccato e non si ferma più: tre giri d'orologio dopo l'attaccante dal limite sul centro-destra prova col suo potentissimo sinistro e quasi tira giù la traversa per la forza della conclusione, ma non segna di nuovo.

Al 67esimo il neo-entrato Khazri cerca con un tiro dai 20-25 da calcio di punizione di pareggiare i conti, ma la conclusione viene bloccata da Stekelenburg con facilità. Nemmeno un minuto e arriva la stangata firmata dai blu: cross di Bolasie dalla sinistra e ancora di testa l'immarcabile Lukaku realizza dal limite dell'area piccola prendendo in controtempo il portiere: 0-2, vittoria ormai in pugno per gli ospiti a quasi 20 minuti dalla fine.

E nemmeno il tempo di dirlo: Barry trova un corridoio assurdo nella difesa disastrosa dei padroni di casa con ancora Lukaku che viene lanciato a tu-per-tu con Pickford ed è di una freddezza glaciale, chiudendo la tripletta in appena 11 minuti.

Avrà anche la chance di calare il poker tirando da 15-18 metri l'attaccante ospite, ma concluderà alto (negando un passaggio clamoroso a Mirallas che era decisamente in posizione migliore). Deulofeu all'84esimo viene lanciato in profondità e si defila nel tentativo di segnare nell'1v1, tira ma c'è la deviazione decisiva di un difensore avversario. 93esimo quando arriva l'ultima chance: il subentrato Kone prova un sinistro da fuori e manca il bersaglio di pochissimo.

Termina così la gara, vince l'Everton 0-3.

Premier League