Klopp a tutto tondo, gela il Barcellona su Coutinho e scagiona Rooney

L'allenatore tedesco, nella conferenza stampa in vista della sfida con il Southampton, non si risparmia. Spezza prima i sogni dei tifosi blaugrana sul possibile trasferimento del brasiliano, poi difende il campione inglese: "Magari è una sorpresa ma c'è un essere umano dietro il ragazzo".

Klopp a tutto tondo, gela il Barcellona su Coutinho e scagiona Rooney
Klopp e Coutinho, fonte:TEAMtalk

Klopp e il suo Liverpool stanno facendo una stagione a dir poco eccezionale, con i Reds che, dopo 11 giornate, sono in vetta alla Premier League. Ma quando si raggiungono grandi risultati, la squadra gioca bene,  diverte e fa brillare i propri giocatori, è inevitabile avere gli occhi di tutti puntati addosso, e la prima cosa da fare è certamente quella di preservare le stelle della rosa: ed è proprio quello che Jurgen Klopp, nella conferenza in vista della partita di campionato contro il Southampton, cerca di fare, frenando i sogni del BarcellonaCoutinho si trova molto bene a Liverpool, a detta del tecnico, e ha ancora tanto tempo davanti a sè per crescere e migliorare. Inoltre Klopp chiude l'argomento commentando così sul fantasista della Seleçao: "Coutinho ha un'età in cui qualità ed esperienza gli danno maggiore continuità e, nel contesto in cui sta giocando, non fa altro che migliorare. Sono sicuro che sia solo all'inizio". Il contratto lo lega al Liverpool fino al 2020, con Klopp che sembra non voglia privarsi del suo piccolo fuoriclasse, ormai maturo anche fuori dai confini di Anfield, come dimostra la rete nel clasico sudamericano contro l'Argentina.

Ma durante la conferenza stampa, Klopp dimostra anche di essere un allenatore più che comprensivo sotto il profilo umano, scagionando e appoggiando Rooney in questo momento molto difficile per lui, ormai bersaglio mediatico di tutti i Tabloid. Una foto ritrae il capitano inglese visibilmetne alticcio, durante una festa e al rientro nell'albergo della nazionale dei tre leoni. L'allenatore ex Borussia Dortmund dichiara: "Sono dei privilegiati, ma sono anche degli uomini e comunque non dimentichiamoci che l'attuale generazione di calciatori è la più professionale che si sia mai vista, in Inghilterra e altrove. Tutti i campioni che abbiamo amato in passato bevevano come spugne e fumavano come matti, ma rimanevano comunque dei grandi giocatori. Tra qualche settimana nessuno ricorderà più questo episodio".

Il giocatore ha già rivolto le proprie pubbliche scuse al tecnico e a tutta la squadra, ma la Football Association ha aperto un'inchiesta per fare maggior chiarezza sulla vicenda; si dice che altri 10 nazionali abbiano trascorso la notte di sabato sera in un night club di Chandler's Cross.