Premier League, Yaya Touré torna e fa doppietta: Crystal Palace-Manchester City 1-2

Nel pomeriggio di Selhurst Park, il Manchester City espugna il campo del Crystal Palace per 1-2 grazie alla doppietta del rispolverato Yaya Touré. Grazie ai tre punti ottenuti quest'oggi, i citizens agguantano la vetta a quota 27, in attesa del Chelsea di Antonio Conte.

Premier League, Yaya Touré torna e fa doppietta: Crystal Palace-Manchester City 1-2
Crystal Palace-Manchester City 1-2 | Foto: BBC Sport
Crystal Palace
1 2
Manchester City
Crystal Palace: (4-2-3-1) Hennessey; Ward, Dann, Tomkins, Kelly (Sako 86'); Cabaye, McArthur; Townsend (Wickham 46'), Puncheon, Zaha; Benteke (Chung-Yong 81'). All. Pardew A.
Manchester City: (4-1-4-1) Bravo; Sagna, Kompany (Zabaleta 37'), Otamendi, Kolarov; Fernandinho; Sterling, De Bruyne, Touré (David Silva 67'), Nolito; Aguero (Fernando 86'). All. Guardiola J.
SCORE: 0-1, 38', Yaya Touré; 1-1, 66', Wickham; 1-2, 83', Yaya Touré
ARBITRO: Madley R. Ammoniti: Otamendi (62'), Nolito (62'), Wickham (79')
NOTE: Selhurst Park (Londra). Gara valida per la 12^ giornata di Premier League.

Il Manchester City torna al successo in campionato con l'1-2 rifilato al Crystal Palace. A decidere l'incontro è un nome nuovo in questa stagione: Yaya Touré. L'ivoriano che si battezza nei suoi primi minuti di Premier League 16/17, regala la vittoria con uno dei bolidi di repertorio che smontano i tre legni e un tap-in sotto porta. Doppietta e tre punti, fondamentali per agguantare momentaneamente la vetta della classifica a 27. Inutile il goal del pareggio di Wickham che aveva illuso i tifosi di casa. 

L'esultanza dei citizens | Foto: botingol
L'esultanza dei citizens | Foto: botingol

Classico assetto per Alan Pardew e il Crystal Palace: 4-2-3-1 che deve in qualche modo invertire il trend delle ultime giornate con ben quattro sconfitte consecutive. Il tecnico si affida a Benteke in avanti, supportato da Zaha e Townsend sugli esterni e Puncheon alle spalle. L'ex Newcastle e PSG Cabaye è il regista basso nei due di centrocampo, assieme a McArthur. In difesa linea a quattro con Wars e Kelly laterali bassi e Dann-Tomkins centrali davanti al gallese Hennessey. 

(4-2-3-1) Hennessey; Ward, Dann, Tomkins, Kelly; Cabaye, McArthur; Townsend, Puncheon, Zaha; Benteke. 

Pep Guardiola cambia alcuni elementi in vista della Champions League di settimana prossima. Chi si rivede dal 1'? Yaya Touré. Il centrocampista ivoriano colleziona i primi minuti di questa Premier, dopo i 90' disputati nel ritorno dei preliminari contro lo Steaua. L'ex Barça si schiera nel quartetto dietro all'unica punta Aguero, insieme a Sterling, De Bruyne e Nolito. Perno insostituibile è Fernandinho mentre in difesa torna Kompany che fa coppia con Otamendi. 

(4-1-4-1) Bravo; Sagna, Kompany, Otamendi, Kolarov; Fernandinho; Sterling, De Bruyne, Touré, Nolito; Aguero.

Il goal di Wickham | Foto: @premierleague
Il goal di Wickham | Foto: @premierleague

Partenza a fuoco lento quella del Selhurst Park, tanta densità di maglie in mezzo al campo che non consentono una circolazione fluida ad entrambe le squadre. Per assistere alla prima emozione dell'incontro bisogna attendere il 18', quando Raheem Sterling mette il turbo sulla destra. Il classe '94 aggira due avversari sulla linea di fondo, s'incunea in area di rigore e lascia partire un cross rasoterra: tentativo negato e respinto dalla spazzata dei difensori. Circa dieci minuti più tardi, impatto non indifferente tra Kompany e Bravo. Su un'uscita alta il portiere cileno colpisce involontariamente con la coscia il volto del capitano: diversi istanti per la ripresa, niente di grave per fortuna ma il belga esce poco dopo.

L'accaduto manda in confusione i citizens che rischiano di andare sotto con un cross avvolgente su cui due giocatori rossoblu non riescono ad arrivare puntuali all'appuntamento. La risposta del City arriva sempre sulle fasce con un cross dalla sinistra in mezzo. Aguero prova a fare nove in campionato ma il pallone esce largo sul fondo. Implacabili gli ospiti al 38', sfruttano al meglio un errore difensivo e castigano per lo 0-1. Kelly scivola malamente e consegna palla a Yaya Touré, l'ivoriano lavora il pallone sul lato mancino: scambio stretto in triangolazione con Nolito dentro l'area e conclusione potente all'incrocio che trafigge Hennessey. Sembra di dover commentare nuovamente il Touré della stagione 2013/14, quando ogni pallone toccato era scaraventato sotto il sette. Il 42 avrà perso smalto in velocità e agiltà ma non in potenza. 


 

Nella seconda frazione, i citizens provano a chiudere la pratica già nei primissimi istanti. Squadra in avanti, pressing alto ma il pallone non oltrepassa la linea di porta. Al 55' i padroni di casa tirano fuori gli artigli e affondano pesantemente tra le maglie nere e granata dei rivali. Puncheon vola sulla sinistra a Zabaleta, assiste in mezzo per il colpo di testa di Benteke: incornata schiacciata sulla quale Bravo è reattivo chiudendo le gambe e respingendo lontano. Sul calcio d'angolo successivo, ancora l'ex Liverpool prende il tempo ma il tentativo non dà i frutti sperati. Aguero, dall'altra parte, va vicinissimo al raddoppio con un tiro a botta sicuro salvato sulla linea da un difensore. 

Al 66' la famosa legge del goal colpisce con freddezza: Aguero non purga, Wickham - entrato nella ripresa - si. Contropiede veloce sulla sinistra, pallone per l'inglese che si beve la difesa ed esplode una conclusione sulla quale Bravo può far poco: 1-1 al Selhurst Park. Guardiola effettua subito una sostituizione, la seconda dopo Zabaleta per Kompany, e inserisce David Silva al posto di Nolito. L'occasione per passare nuovamente avanti i citizens ce l'hanno qualche istante dopo. Zabaleta spazia a destra, crossa dentro per l'inserimento di Sterling e il pallone per poco non s'infila in rete colpendolo involontariamente sul corpo. Il goal vittoria di Tourè arriva all'83', quando sugli sviluppi di un corner l'anticipo sul primo palo di Aguero manda fuori giri la retroguardia. Yaya tutto solo spedisce in rete e regala il successo per 1-2 ai citizens. 


Share on Facebook