Buffon su Conte: "E' il migliore, non mi sorpende che stia dominando in Premier League"

Intervistato da Sky Sports, il portiere juventino ha parlato del suo vecchio allenatore, tessendone le lodi.

Buffon su Conte: "E' il migliore, non mi sorpende che stia dominando in Premier League"
www.vavel.com

"Non mi sorprende affatto che il Chelsea sia in vetta alla Premier League. Conte è uno che non lotta per il secondo posto, sono sicuro che sta spronando i suoi giocatori a dare il massimo. Penso che abbiano ottime possibilità in campionato". Non usa giri di parole, Gianluigi Buffon, nel parlare dell'ex allenatore della Juventus. Intervistato in esclusiva da Fox Sports, il portiere bianconero ha parlato del suo vecchio allenatore, condottiero anche durante l'amara cavalcata negli ultimi Campionati Europei di calcio ed ora al comando del campionato più emozionante in assoluto.

Dopo un inizio in sordina, che quasi avrà fatto pentire Abramovich di aver scelto il tecnico barese, Conte ha decisamente svoltato, risalendo posizioni in classifica e vincendo addirittura le ultime otto sfide, segnando ventidue reti e subendone solo due. Un cammino davvero impressionante ma non troppo nuovo per Conte, come confermano anche i tre vincenti anni alla Juventus. Certo, pensare ad un Chelsea immediatamente dominante così come è stato per la Signora è un sogno più che realtà, ma quanto fatto da Conte fino ad ora è sicuramente l'inizio di un'impresa che, se confermata, potrebbe regalare ai Blues un titolo che manca dal 2014-15.

Cambiando modulo e passando al 3-4-3, Conte ha dunque mutato l'ossatura del Chelsea, più attento in difesa e maledettamente micidiale in zona offensiva, come conferma lo straordinario momento di forma di un ritrovato Diego Costa. Vantaggio da non sottovalutare, per Conte, l'assenza di coppe europee, che consente una preparazione lunga ed un minore dispendio di energie, come confermato anche da Buffon durante la sua intervista.

"Il fatto di non giocare le coppe - ha affermato il portierone - consente loro di avere una settimana per preparare le sfide, tendenza che li aiuterà molto in futuro". Le premesse per dominare, dunque, come fu anche con la Juve, ci sono tutte, ora toccherà a Conte superare le insidie conquistando l'ennesimo trofeo, sbalordendo tutti e non partendo da favoriti. 


Share on Facebook