Premier League - Il Tottenham asfalta il Watford a domicilio: 1-4 il finale

Nel primo match del 2017 gli Spurs stradominano e sommergono gli Hornets incapaci di reagire. Pochettino raggiunge Guardiola al terzo posto.

Premier League - Il Tottenham asfalta il Watford a domicilio: 1-4 il finale
Esultanza di squadra degli Spurs, www.foxsports.com
Watford
1 4
Tottenham
Watford : (3-5-2) - Gomes; Kaboul, Prödl, Cathcart; Amrabat (Sinclair, min. 74), Capoue (Kabasele, min. 80), Guedioura, Doucourè, Holebas (Mason, min. 68); Ighalo, Deeney. All. Walter Mazzarri.
Tottenham: (4-2-3-1) - Lloris; Trippier, Alderweireld, Wimmer, Rose (Davies, min. 68); Dier, Wanyama; Eriksen, Alli (Winks, min. 61), Son; Kane (Janssen, min. 78). All. Mauricio Pochettino.
SCORE: 0-1, min. 27, Kane. 0-2, min. 33, Kane. 0-3, min. 41, Alli. 0-4, min. 46, Alli. 1-4, min. 92, Kaboul.
ARBITRO: Michael Oliver. Ammoniti: Holebas (min. 44), Prödl (min. 64), Cathcart (min. 83).
NOTE: Vicarage Road, Watford. 20882 spettatori. 19esima giornata di Premier League. Recupero p.t.: 0'. Recupero s.t.: 3'.

Quarta vittoria consecutiva per il Tottenham e Manchester City agganciato a quota 39 al terzo posto in attesa della partita dell'Arsenal. Prova disastrosa del Watford falcidiato dalle assenze ma incapace di proporre gioco.

Il Match

Diversi problemi di formazione per entrambi gli allenatori.

Walter Mazzarri deve rinunciare agli infortunati Behrami, Janmaat, Pereyra, Success e Mariappa, oltre allo squalificato Britos. Rientra Cathcart dopo oltre 3 mesi di stop e debutta dal primo minuto il francese Doucourè, che compie oggi 24 anni. Coppia d’attacco consolidata Ighalo-Deeney.

A Mauricio Pochettino invece mancano Walker e Vertonghen squalificati e Lamela ancora infortunato, mentre recupera all’ultimo Alderweireld, con Dier spostato sulla linea mediana. In attacco Harry Kane fa 100 presenze in Premier League, mentre il coreano Son torna titolare dopo 3 partite.

Tanti errori nelle prime fasi di gioco, con il Tottenham che prova a costruire da dietro palla a terra. Il primo tentativo è di Son che al 7’ calcia col mancino dai 20 metri, blocca in presa bassa Gomes. All’11’ il sinistro di Eriksen viene deviato con un braccio da Capoue in maniera abbastanza evidente, ma Oliver concede solo un corner. Complice la pioggia fastidiosa, o qualche bagordo di troppo nel New Year's Eve, la prima metà di gara è la sagra dei palloni persi. Al 27’ Alli colpisce la traversa dai 25 metri. È il preludio al goal del vantaggio firmato Harry Kane che sfrutta un buco della difesa degli Hornets e batte Gomes sul primo palo. Ottimo il passaggio filtrante di Trippier che trova il corridoio giusto per servire l’attaccante inglese.

La prima rete di Kane, www.premierleague.com
La prima rete di Kane, www.premierleague.com

Questo episodio sposta totalmente l’inerzia della gara sulla sponda Spurs ed al 33’ ancora Kane, assistito per la seconda volta da Trippier, supera Gomes colpendo al volo in acrobazia in mezzo a due difensori. Sfiora il tris Son al 39’ con la deviazione al volo sul cross da calcio di punizione di Eriksen, palla fuori di pochissimo. 2 minuti più tardi lo 0-3 arriva grazie a Dele Alli che approfitta della respinta difettosa di Kaboul e piazza nell’angolo.

Sul velluto il primo tempo del Tottenham che dopo il vantaggio esonda e mette in ghiaccio il risultato. Il Watford non entra mai in partita, inconsistente davanti e distratto dietro.

Passa meno di un minuto nella ripresa ed anche Alli fa doppietta: imbucata di Kane verso l’inglese che con il mancino appoggia in rete sull’uscita di Gomes.

Lo 0-4 di Alli, www.premierleague.com
Lo 0-4 di Alli, www.premierleague.com

Il portiere brasiliano nega poi la tripletta a Kane al 55’ distendendosi sul calcio di punizione dell’attaccante. Con la partita in pugno il Tottenham non cerca più l’affondo e gestisce, cercando di capitalizzare in contropiede. È Son che insiste per trovare la via della rete, senza trovare la porta né di destro né di sinistro. In pieno recupero arriva il consolation goal per i padroni di casa con l'ex Kaboul che spinge in rete dopo una mischia quasi sulla linea di porta.

Risultato mai in discussione e secondo poker consecutivo per gli uomini di Pochettino che agganciano il Manchester City a quota 39. Il Watford resta a quota 22 dopo una pessima prestazione in cui sono arrivati due nuovi infortuni, per Zuniga e Amrabat.


Share on Facebook