Il Manchester City scopre il suo diamante - La prima volta di Gabriel Jesus

Nella serata di ieri il Manchester City ha battuto il West Ham, ma chi ha attirato tutte le attenzioni è stato il numero 33 brasiliano.

Il Manchester City scopre il suo diamante - La prima volta di Gabriel Jesus
Il Manchester City scopre il suo diamante - La prima volta di Gabriel Jesus (Fonte foto: The Sun)

Un gol, un assist, dribbling a non finire e giocate pazzesche. Il Manchester City, e il mondo intero, hanno scoperto il talento sconfinato di Gabriel Jesus che ieri, con il West Ham, ha illuminato lo stadio Olimpico di Londra con giocate da autentico funambolo (da brasiliano vero) mischiate a duttilità e senso della posizione, un giocatore polivalente, dotato di una tecnica non comune, che ha già conquistato Guardiola ed il popolo dei Citizens. 

E' rinomato ormai che, quando un giovane sudamericano sbarca in Europa, deve necessariamente fare i conti con un drastico cambiamento delle sue abitudini, ma soprattutto del gioco, visto che tra le due latitudini ci passa un abisso. Il giovane, con la maglia numero 33, ha impressionato proprio per la capacità di adattamento, ma soprattutto per il dialogo con i compagni, come dimostra l'assist per il gol di De Bruyne e poi la sua rete frutto dell'altruismo di Sterling. Per molti è una sorpresa, ma non per tutti, visto che il ragazzo classe 97' (si avete letto bene) ha già realizzato 28 gol in 81 presenze con il Palmeiras e ha già timbrato per cinque volte in sei partite con la maglia della Selecao, con una doppietta all'esordio contro l'Ecuador.

Ci son voluti solo trenta giorni per adattarsi, capire il calcio inglese e inserirsi alla perfezione, mandando al bar i difensori del West Ham, come se fosse un film western in cui tutti cadono sotto i colpi del più forte, in questo caso il più talentuoso. Il ragazzino in cui ripone le speranze per il futuro Pep, mettendo Aguero in panchina, il ragazzino su cui scommettono i tifosi del City. Sono bastate 3 partite per mettere le cose in chiaro, per far capire di che pasta è fatto uno dei protagonisti della nazionale brasiliana, uno che ha appena vinto il Brasilerao con il Palmeiras segnando 17 gol in campionato.

Il cammino è ancora lungo, siamo solo all'inizio di un'avventura che può diventare straordinaria. Siamo solo all'inizio del processo in cui un fiore sboccia. Un fenomeno chiamato Gabriel Jesus e non a caso ha la maglia numero 33.