Premier League - Gabriel Jesus si prende il City: doppietta e gol decisivo, Swansea al tappeto (2-1)

Gabriel Jesus a segno dopo 10 minuti, Sanè prende il palo in avvio di ripresa. Sigurdsson illude i gallesi, abbattuti dal brasiliano nel recupero. I Citizens volano al terzo posto.

Premier League - Gabriel Jesus si prende il City: doppietta e gol decisivo, Swansea al tappeto (2-1)
Gabriel Jesus sigla così l'1-0. | ESPNFC, Twitter.
Manchester City
2 1
Swansea City
Manchester City: (3-2-4-1): Caballero; Stones, Kolarov, Clichy; Fernandinho, Yaya Tourè; Sanè, De Bruyne (min. 79 Zabaleta), David Silva (min. 90 + 5 Fernando), Sterling (min. 82 Aguero); Gabriel Jesus.
Swansea City: (4-3-3): Fabianski; Naughton, Fernandez, Mawson, Olsson; Fer, Cork, Carroll (min. 75 Dyer); Routledge (min. 65 Narsingh), Llorente (min. 82 Borja Baston), Sigurdsson.
SCORE: 1-0, min. 11, Gabriel Jesus. 1-1, min. 81, Sigurdsson. 2-1, min. 90 + 2, Gabriel Jesus.
ARBITRO: Mike Dean (ENG). Ammoniti: De Bruyne (min. 42), Sterling (min. 45 + 1), Llorente (min. 61), Cork (min. 75).
NOTE: 24esima giornata della Premier League 2016-2017: in campo all'Etihad Stadium c'è il Manchester City, che ospita lo Swansea. La sfida è iniziata alle ore 14:30.

Il Manchester City sembra finalmente aver trovato una quadratura importante nella sua stagione. Dopo la sua prima volta in Premier League, è Gabriel Jesus l'uomo della Provvidenza, colui che risolve la partita, con una doppietta nel match di oggi contro lo Swansea: il brasiliano in mischia mostra tutto il suo istinto in due occasioni e porta 3 punti fondamentali ai Citizens, che adesso distano 10 punti dalla vetta ma soprattutto si trovano al terzo posto. Gli Swans, invece, non si muovono dalla zona retrocessione. Di seguito il racconto del match.

Guardiola come al solito sceglie un modulo atipico: si tratta del 3-2-4-1. In porta Caballero preferito a Bravo; Stones, Kolarov e Clichy completano il comparto difensivo. Yaya Tourè e Fernandinho hanno le chiavi del centrocampo, mentre dietro all'unica punta (Gabriel Jesus, non Aguero) ci sono Sanè, De Bruyne, David Silva e Sterling.

La risposta di Paul Clement si legge con un 4-3-3. Fabianski fra i pali. Terzini Naughton e Olsson; i centrali sono Fernandez e Mawson. Cork in cabina di regia, Fer e Carroll completano la linea mediana. In attacco, Routledge e la stella Gylfi Sigurdsson supportano l'unica punta, ovvero Llorente.

Il match è subito in mano ai padroni di casa che, al solito, danno il meglio di sè in possesso del pallone. Qualche iniziativa di David Silva e Kolarov, in avvio, non è rilevante: il primo grosso episodio è dopo 11 minuti, quando Sanè mette dentro un tiro-cross rasoterra dal fondo, trovando Fabianski che respinge, ed un rimpallo. La situazione è allora idilliaca per un centravanti come il neo-arrivato Gabriel Jesus che, al volo, coglie quasi nell'area piccola la possibilità di siglare l'1-0. Alla metà della prima frazione altra grossa occasione per Yaya Tourè che, tramite un calcio di punizione, scavalca la barriera con un tiro verso il secondo palo: il portiere avversario respinge in calcio d'angolo con grande reattività.

Ancora Jesus quando il cronometro segna 26': il pallone di Sterling viene girato con qualità, ma senza inquadrare il bersaglio da posizione favorevole. Siamo poco oltre la mezz'ora ed il dominio Citizen è sempre più effettivo: un errore dei gallesi lascia Tourè tutto solo con un'ottima possibilità di concludere: l'ivoriano trova Fabianski con il suo tentativo rasoterra. Chiude la prima frazione un duetto di ammonizioni che segnalano qualche tentativo di ripartenza degli ospiti, prontamente fermato dagli attaccanti avversari, che non si risparmiano nella pressione.

Nella ripresa continua il buon momento degli Swans, sempre più ordinati tatticamente: una punizione di Sigurdsson, al 48esimo, trova l'intervento pronto di Caballero sul primo palo, ma l'argentino non trattiene e sceglie il corner. Poco dopo, si liberano gli spazi per il formidabile Leroy Sanè, che con un cross potente trova una traiettoria fortunosa: il palo gli dice di no. Al 71esimo, la frustata di Gabriel Jesus trova David Silva in area: lo spagnolo sta per andare a botta sicura, ma Mawson salva tutto prima che sia troppo tardi e tiene in gara i suoi. E' il momento giusto: la freddezza islandese di Sigurdsson si rivede quando, appena fuori dall'area, piazza la palla nell'angolo e firma un 1-1 a poco meno di 10' dalla fine, con una marcatura che vale oro. Altra occasione soltanto potenziale e simile a quella precedente per David Silva, che viene frenato. Ma all'ultimo c'è ancora lo zampino del migliore in campo, Gabriel Jesus: il brasiliano colpisce di testa su corner, poi trova la deviazione vincente dopo l'ennesimo intervento di uno strepitoso Fabianski. E vince la partita.