Premier League, tutto facile per il City: 0-2 al Sunderland

Allo Stadium of Lights la squadra di Guardiola conquista i 3 punti con il minimo sforzo: a segno Aguero e Sanè.

Premier League, tutto facile per il City: 0-2 al Sunderland
I Citizens feteggiano, www.premierleague.com
Sunderland
0 2
Manchester City
Sunderland: (4-3-3) - Pickford; Jones, O'Shea, Konè, Oviedo; Gibson (Rodwell, min. 69), Ndong, Larsson; Januzaj (Kazhri, min. 82), Borini, Defoe. All. David Moyes.
Manchester City: (4-2-3-1) - Caballero; Sagna, Stones, Kolarov, Clichy; Yaya Toure (De Bruyne, min. 78), Fernandinho; Silva, Sterling (Nolito, min. 82), Sanè (Delph, min. 89), Aguero. All. Pep Guardiola.
SCORE: 0-1, min. 43, Aguero. 0-2, min. 59, Sanè.
ARBITRO: Martin Atkinson. Ammoniti: O'Shea (min. 32)
NOTE: Stadium of Lights, Sunderland. 27a giornata di Premier League. Recupero p.t.: 1'. Recupero s.t.: 3'.

In attesa del Monday Night del Chelsea e del recupero del derby contro lo United, il Manchester City agguanta i 3 punti nel match che chiude la domenica della 27esima giornata di Premier League e sale al terzo posto, a -1 dal Tottenham ed a -8 dai Blues. A Guardiola basta un goal per tempo, di Aguero e Sanè; Sunderland sempre più ultimo nonostante una prova coriacea.

Il Match

David Moyes conferma in blocco la formazione di settimana scorsa: seconda partita consecutiva per Pickford in porta, rientrato dall'infortunio settimana scorsa, e per Borini in attacco.

Pep Guardiola sceglie Caballero in porta al posto di Bravo; in difesa riposa Otamendi, sostituito da Kolarov, mentre davanti non c'è De Bruyne, in panchina, al suo posto quinta consecutiva da titolare per Sanè.

Avvio combattivo del Sunderland che ha bisogno come il pane di punti salvezza, con un pressing molto alto sul portatore di palla del City, costretto molto spesso al retropassaggio. Primo quarto d'ora che passa senza conclusioni in porta, né da una parte né dall'altra ed i ritmi si abbassano dopo un inizio frizzante. Il primo sussulto lo provoca Defoe al 20' con un destro dai 20 metri, palla sul palo a Caballero battuto, e sulla ribattuta Borini non inquadra lo specchio di testa. Il possesso palla del City supera il 70% già nella prima mezz'ora, ma Pickford non corre alcun pericolo. Brivido per Guardiola al 35' sul colpo di testa di Jones che svetta da corner, blocca Caballero.

Januzaj autore di buoni spunti nel primo tempo, www.premierleague.com
Januzaj autore di buoni spunti nel primo tempo, www.premierleague.com

La prima potenziale occasione creata dal City nasce da uno spunto di Sanè un minuto dopo, sul cui cross basso però David Silva arriva in ritardo. Ancora Jones prima di tutti da calcio d'angolo al 40', stavolta la palla termina a lato. Il Manchester City però ha un cecchino che si chiama Sergio Aguero ed al 43' il Kun beffa un non impeccabile Pickford su un cross basso di Sterling per lo 0-1 degli ospiti. 

Partita che non offre molti spunti, un Manchester City non brillante ringrazia il suo bomber e chiude il primo tempo in vantaggio; Moyes può comunque ritenersi soddisfatto dei suoi, buona intensità ma pagata a caro prezzo l'unica ingenuità. 

La zampata del Kun, www.premierleague.com
La zampata del Kun, www.premierleague.com

La ripresa comincia con il City che sembra più convinto, ma gli avanti ospiti sono molto imprecisi una volta arrivati in area. Al 57' David Silva va vicino al raddoppio con un sinistro di prima, servito da Sterling, su cui Pickford si distende ed allontana. 0-2 rinviato solo di un paio di minuti, perché Leroy Sanè al 59', su assist perfetto di Silva, controlla e calcia in diagonale da dentro l'area, palla in rete con l'aiuto del palo.

Il diagonale chirurgico di Sanè, www.premierleague.com
Il diagonale chirurgico di Sanè, www.premierleague.com

I tifosi del Sunderland abbandonano lo stadio dopo il goal ospite, ma i Black Cats stanno comunque offrendo una prova di carattere. La partita ormai non ha più nulla da dire, il City congela il possesso e trascorre senza rischi quel che manca al triplice fischio, cercando di tanto in tanto il punto esclamativo: ci prova Aguero all'83', centrale, prima di De Bruyne, entrato nel finale, all'86'; all'88' ci vuole una gran risposta di Pickford sul Kun, estremo difensore che si ripete sul belga nell'ultimo highlight del match.

City che si impone grazie alla maggiore qualità tecnica senza troppo dispendio di energie in un periodo denso di appuntamenti. Al Sunderland non basta una prestazione volenterosa, i punti restano 19, in fondo alla classifica.


Share on Facebook