FA Cup, il Chelsea è la prima finalista: Tottenham battuto 4-2

Nella semifinale a Wembley la spuntano i Blues al termine di una partita spettacolare: Kane e Alli rispondono alla doppietta di Willian, poi entra Hazard e la decide con un goal ed un assist a Matic.

FA Cup, il Chelsea è la prima finalista: Tottenham battuto 4-2
Eden Hazard decisivo, www.theguardian.com
Chelsea
4 2
Tottenham
Chelsea: (3-4-3) - Courtois; Azpilicueta, David Luiz, Aké; Moses, Kante, Matic, Alonso; Willian (Hazard, min. 61), Batshuayi (D. Costa, min. 61), Pedro (Fabregas, min. 74). All. Antonio Conte.
Tottenham: (4-2-3-1) - Lloris; Trippier, Dier, Alderweireld, Vertonghen; Wanyama (Nkoudou, min. 80), Dembele; Eriksen, Alli, Son (Walker, min. 68); Kane. All. Mauricio Pochettino.
SCORE: 1-0, min. 5, Willian. 1-1, min. 18, Kane. 2-1, min. 43, Willian (rig.). 2-2, min. 52, Alli. 3-2, min. 75, Hazard. 4-2, min. 80, Matic.
ARBITRO: Martin Atkinson. Ammoniti: Alderweireld (min. 4), M. Alonso (min. 45+2), Alli (min. 73), Kantè (min. 90+3).
NOTE: Wembley Stadium, Londra. 86355 spettatori. Recupero p.t.: 2'. Recupero s.t.: 4'.

La prima finalista di FA Cup è il Chelsea, che supera 4-2 il Tottenham a Wembley grazie alle reti di Willian - doppietta per lui nel primo tempo - e soprattutto alla prestazione di Hazard, entrato nell'ultima mezz'ora ed autore di un goal ed un assist a Matic; per gli Spurs a nulla servono i goal di Kane e Alli, oltre che ad un'ottima prestazione. Antonio Conte lancia un messaggio a Pochettino anche in chiave Premier League.

Il Match

Antonio Conte risparmia a sorpresa Diego Costa e Hazard: chance da titolare per Willian e Batshuayi; in difesa, al posto dell'assente Cahill, gioca Akè, mentre in porta torna Courtois.

Mauricio Pochettino invece sceglie il miglior undici: torna titolare Wanyama a centrocampo, davanti Kane è sostenuto da Alli, Eriksen e Son; in difesa c'è Trippier al posto di Walker.

Dopo il minuto di raccoglimento in memoria del tecnico delle giovanili degli Spurs Ugo Ehiogu, Chelsea e Tottenham cominciano a ritmi forsennati, con velocissimi capovolgimenti di fronte. Squadre subito lunghe e Pedro si infila nella difesa di Pochettino: Alderweireld è costretto ad abbatterlo al limite dell'area per evitare danni, ma Willian, sulla punizione susseguente, infila Lloris sul suo palo e scrive l'1-0 al 5'.

La punizione di Willian, www.theguardian.com
La punizione di Willian, www.theguardian.com

L'alta intensità favorisce gli errori in impostazione, soprattutto da parte Spur, che però ha tra le proprie fila Harry Kane: sul cross dalla destra di Eriksen, l'attaccante inglese si inventa una girata di testa straordinaria in anticipo su Akè e trova l'1-1 al 18'. L'inerzia passa dalla parte del Tottenham che spinge sempre più insistentemente, con il Chelsea un po' in affanno.

Il colpo di testa di Kane, www.theguardian.com
Il colpo di testa di Kane, www.theguardian.com

Tanti corner ed attacchi laterali per gli uomini di Pochettino: da un'azione sviluppata da calcio d'angolo nasce un'occasione per Dier, che di testa non trova la porta di pochissimo al 37'; tre minuti dopo Azpilicueta regala ad Eriksen una chance per calciare dai 20 metri ma il destro del danese è centrale. Al 42', quando sembra che il goal del Tottenham sia imminente, arriva l'ingenuità di Son che regala un calcio di rigore al Chelsea: Willian dal dischetto spiazza Lloris e riporta avanti i suoi.

Primo tempo molto divertente, con il Tottenham che si fa preferire come gioco espresso ma con il Chelsea bravo a sfruttare al massimo le occasioni create.

Il rigore perfetto di Willian, www.theguardian.com
Il rigore perfetto di Willian, www.theguardian.com

Il secondo tempo comincia con la ricerca del pareggio del Tottenham ed al 52' arriva la zampata volante di Alli, su un pallone con il contagiri di Eriksen. per il 2-2. Gli Spurs spingono sempre di più ed Antonio Conte sceglie di inserire contemporaneamente Diego Costa ed Hazard per l'ultima mezz'ora di gioco, ma il canovaccio della gara non cambia.

Alli batte Courtois, www.theguardian.com
Alli batte Courtois, www.theguardian.com

Il Chelsea si affida ai singoli ed è proprio Eden Hazard al 75' a trovare il pertugio nella difesa avversaria ed in diagonale con il mancino supera Lloris per il terzo vantaggio nella gara per i Blues. Il belga spacca la partita con la sua classe ed offre cinque minuti dopo a Matic l'assist del 4-2: sinistro terrificante dai 25 metri del serbo che segna il goal più bello della giornata. Anche Diego Costa vuole partecipare alla festa ma non trova il pokerissimo di testa all'85'. Nel recupero Kane sfiora la rete su punizione, si salva con un pizzico di fortuna Courtois.

Il siluro di Matic, www.theguardian.com
Il siluro di Matic, www.theguardian.com

L'intuizione sui cambi di Antonio Conte permette al Chelsea di conquistare la finale di FA Cup contro la vincente fra Arsenal e Manchester City. Il Tottenham non demerita ma esce sconfitto sotto i colpi di Eden Hazard.


Share on Facebook