Premier, Friday Night a sorpresa: derby di Londra tra West Ham e Tottenham

Gli Spurs sono a due punti dalla certezza matematica di mantenere il secondo posto, mentre il Chelsea a +4 vede il titolo e sembra irraggiungibile per questioni di calendario. Gli Hammers sono a una vittoria dalla salvezza: ottenerla nel derby sarebbe, per Bilic, un toccasana. Assenze di peso per gli Irons.

Premier, Friday Night a sorpresa: derby di Londra tra West Ham e Tottenham
Dalla gara d'andata. | Fonte immagine: Cartilage Free Captain

L'insolito anticipo del venerdì sera di Premier League, potrebbe essere così riassunto: una questione di due soli punti. Quelli che separano il West Ham dalla salvezza, certo non l'ambizione degli Irons a inizio campionato, visto che la rosa era stata allestita per puntare all'Europa. Quelli che separano il Tottenham dalla Champions League, dalla matematica certezza di giocarla e chiudere al secondo posto - tutto insieme. Per questa ragione la gara vale di più, ma anche perché le sorprese negli ultimi anni non sono mai mancate, storicamente, a partire dal clamoroso 3-2 della gara d'andata, maturato a ridosso del 90' grazie a due reti di Kane, che firmarono una rimonta ormai insperata degli Spurs. A proposito di rimonte insperate, il Chelsea capolista alberga quattro punti più sopra, ma i sogni di gloria sembrano essere tramontati, anche se la speranza - davvero - è l'ultima a morire.

Il rigore di Kane, che confeziona il 3-2 definitivo a White Hart Lane. | Fonte immagine: Sky Sports
Il rigore di Kane, che confeziona il 3-2 definitivo a White Hart Lane. | Fonte immagine: Sky Sports

Qui West Ham

Oltre ai lungodegenti Ogbonna, Antonio, Tore e Obiang (per tutti probabile stagione finita), Slaven Bilic dovrebbe rinunciare ad altre tre pedine di primo piano, che rispondono ai nomi di Andy Carroll e Diafra Sakho per quanto riguarda l'attacco, Arthur Masuaku per quanto riguarda la corsia. Esiste una piccola probabilità che due di questi riescano a recuperare, ma solamente per la panchina, dunque l'undici iniziale sembra piuttosto obbligato.

Tra i pali del West Ham ci sarà Adriàn, con davanti a lui il roccioso trio composto da José Fonte, Collins e Winston Reid, inviolato da due partite; possibili rotazioni sugli esterni, perché a sinistra, come detto, Masuaku sarà fuori e giocherà dunque Cresswell, mentre a destra Byram si gioca il posto con Fernandes. In mezzo al campo probabile il ritorno di Noble al fianco di Kouyaté, mentre davanti Lanzini dovrebbe supportare il duo composto da Calleri e Ayew, con Snodgrass che preme per una maglia.

Scelte e dubbi di Bilic.
Scelte e dubbi di Bilic.

Qui Tottenham

Mauricio Pochettino dovrà fare ancora a meno di Danny Rose, il quale non ha ancora recuperato dall'infortunio. Insieme a lui, assenti anche Lamela e Winks, ma il nome da cerchiare in rosso nel Tottenham è quello di Kyle Walker, che dovrebbe nuovamente partire dalla panchina, cedendo la maglia da titolare a Trippier. Le voci di mercato si stanno surriscaldando, intorno all'inglese, ed il suo futuro prossimo è ancora da scrivere; così, per ora, dentro l'ex Burnley.

Per il resto, l'undici che dovrebbe scendere in campo non sarà molto diverso da quello che ha battuto l'Arsenal 2-0 a White Hart Lane. Probabile però si torni a un 4-2-3-1 più puro e meno ibrido, visto che Dier potrebbe cedere spazio a Dembelé in mezzo al campo, al fianco di Wanyama. L'inglese resta comunque in corsa. La difesa davanti a Lloris dovrebbe prevedere Trippier e Davies sulle corsie, con Alderweireld e Vertonghen centrali. Davanti, i soliti tre - Eriksen, Dele e Son - alle spalle dell'unica punta Harry Kane.

L'undici di Pochettino.
L'undici di Pochettino.

Calcio d'inizio alle ore 21.00 di questa sera, all'Olympic Stadium di Londra. Arbitro della gara il signor Anthony Taylor. Gara valida per la giornata 36 di Premier League.


Share on Facebook