Risultato Arsenal 2-0 Manchester United in Premier League 2016/17: Xhaka-Welbeck in tre minuti

Risultato Arsenal 2-0 Manchester United in Premier League 2016/17: Xhaka-Welbeck in tre minuti
Arsenal
2 0
Manchester United
Arsenal: (3-4-3): Cech; Holding, Koscielny, Monreal; Oxlade-Chamberlain (84' Bellerìn), Xhaka (75' Coquelin), Ramsey, Gibbs; Oezil, Welbeck (84' Giroud), Sanchez. All. Wenger
Manchester United: (4-2-3-1): De Gea; Tuanzebe, Jones, Smalling, Darmian; Carrick, Ander Herrera (62' Rashford); Mata (84' McTominay), Mkhitaryan (60' Lingard), Martial; Rooney. All. Mourinho
SCORE: 1-0, 53', Granit Xhaka. 2-0, 56', Danny Welbeck.
ARBITRO: Andre Marriner. Ammoniti: Koscielny 66'.
NOTE: Si gioca per la trentaseiesima giornata di Premier League 2016/17. Si gioca all'Emirates Stadium di Londra, Inghilterra. Kick-off previsto per le 17:00. Spettatori: 60.055.

19.00 - Per noi stasera è davvero tutto! Io sono Stefano Fontana e vi ringrazio per avermi seguito. Ci lasciamo con una grande dimostrazione di calcio, con una Premier League sempre più aperta e con due reti ancora negli occhi. Ma le emozioni non sono affatto finite: stasera torna in campo la Serie A con un caldissimo Milan-Roma: qui troverete tutto l'avvicinamento e la cronaca in tempo reale di Patrick André Sermon. Solo il tempo della cena, poi subito connessi, sempre qui su VAVEL Italia! Da parte mia, un caloroso saluto ed un augurio di buona serata. A presto!

18.53 - Imbattibilità in campionato rotta dopo 25 partite per lo United, oltre un girone intero. La corsa al quarto posto, ora, si fa fittissima: il Liverpool, terzo, ha una partita in più delle due di Manchester, City e United, che inseguono rispettivamente a 69 e 65 punti contro i 70 dei Reds. Dietro, l'Arsenal accorcia a -2 dai Red Devils, con ancora una partita in meno: virtualmente, vincendo entrambe le partite da recuperare, sarebbe davanti alla squadra di Mourinho ed ad un solo punto da quella di Klopp, in una sorta di puzzle che si va complicando sempre di più.

18.50 - Tanti abbracci in campo, una stretta di mano anche quasi cordiale tra i due allenatori (una rarità) e tanti sorrisi nel post partita! L'Arsenal, in un colpo solo mangia punti al Manchester United ed al Liverpool, inchiodato sullo 0-0 nella partita delle 14.30 dal Southampton. 

18.49 FINISCE QUI! FINISCE QUI ALL'EMIRATES! VITTORIA IMPORTANTISSIMA DELL'ARSENAL SUL MANCHESTER UNITED! 2-0, DECIDONO XHAKA E WELBECK APPENA PRIMA DELLA MEZZ'ORA DI GIOCO! Prima W in Premier League per Arsene Wenger ai danni di Jose Mourinho.

90+2' - McTominey! Dopo la sponda di Smalling, il ragazzino va vicinissimo al gol con un gran destro schiacciato bene ma troppo centrale: blocca Cech.

90+1' - Rashford fa ballare la samba a Bellerìn, ma esagera con finte e contro-finte permettendo a Ramsey di completare l'ennesima chiusura della sua partita.

90' - Tre di recupero assegnati da Andre Marriner.

89' - Ottimo spunto offensivo, ancora di Gibbs: continua ad attaccare fino all'ultimo l'Arsenal.

88' - Rooney ancora con la conclusione di destro, smorzata molto bene da Gibbs.

85' - Esordio da professionista per un altro giovanissimo: nato in Inghilterra da famiglia scozzese (di cui ha sposato totalmente la nazionalità anche calcistica), scende in campo Scott McTominay, al posto di Juan Mata.

84' - Doppio cambio per l'Arsenal: applauditissimi sia Welbeck che Chamberlain, probabilmente i due Gunners migliori in campo, che lasciano spazio a Giroud e Bellerìn.

82' - Tuanzebe sul fondo a destra tenta il traversone, ribattuto in calcio d'angolo.

80' - ROONEY! Holding spazza per evitare il corner, ma sostanzialmente arma il destro di Rooney dai venti metri. Bella conclusione, un filo troppo alta: Cech la controlla mentre esce sopra la traversa.

79' - Ennesimo spunto brillante di un Chamberlain davvero positivo sia in fase di proposizione che in fase di copertura: qui, però, Darmian è bravo e fortunato nel chiuderlo in scivolata facendogli carambolare la palla addosso. Rimessa dal fondo.

78' - Abnegazione tattica quasi commovente di Rooney, che difatto ora sta giocando avanti alla sua difesa.

75' - Acciaccato Xhaka, non vuole rischiarlo Wenger che manda subito dentro Coquelin. Esce comunque sulle sue gambe l'ex-Moenchengladbach.

72' - Verticalizza ancora Ramsey: Jones, attento, esce in anticipo su Welbeck.

71' - Carrick alza un bel campanile, ma secondo Marriner Rashford si è liberato fallosamente della marcatura di Koscielny.

70' - Non molla l'Arsenal, ma qui anche Darmian è bravo a leggere e fermare in anticipo la giocata nello spazio di Oxlade-Chamberlain.

69' - Ottima chiusura però qui dello stesso Tuanzebe, che interrompe lo scambio Sanchez-Gibbs sulla fascia destra.

68' - Tuanzebe tocca duro Sanchez, mentre Wenger continua a sbracciarsi dalla panchina: l'alsaziano è vicino alla prima, storica, vittoria contro l'odiato Mourinho.

67' - Contropiede abbastanza rocambolesco per l'Arsenal dopo la punizione di Mata: si alza un campanile, Tuanzebe protegge a lungo la palla aspettando un'uscita che non arriva da De Gea, ed alla fine la palla torna buona per Xhaka. Ottima conclusione col destro al volo, ma il coefficiente di difficoltà era davvero troppo alto. Palla sul fondo.

66' - Primo giallo del match: pessima entrata a tenaglia di Koscielny sulla sinistra, ammonizione sacrosanta.

65' - Riparte bene l'Arsenal dopo un buon momento dello United: palla che passa bene da sinistra a destra, poi Oezil esagera nel servire Welbeck: palla lunga che si spegne sul fondo.

64' - Rooney! Dritto in porta col destro, attento Cech coi pugni.

63' - Entrambi i subentrati del Manchester sono usciti acciaccati, a dir poco, dalla sfida del Balaidos di Vigo in settimana, ma evidentemente lo Special One conta di averli recuperati al 100%: qui primo spunto di Lingard che si fa stendere da Chamberlain. Punizione pericolosa.

62' - Non solo: Rashford rileva Ander Herrera! Attenzione, ROONEY scende a fare il mediano nel 4-2-3-1! RIschia tutto Mourinho, sostanzialmente in campo con cinque giocatori offensivi e Carrick ora.

60' - Cambia Mou, che prova a scuotere i suoi con Lingard al posto di Mkhitaryan.

58' - Clamoroso 1-2 dell'Arsenal che ora continua a gestire il pallone ed a pressare alto quando lo perde. Gioia enorme per Welbeck, quasi commosso: dopo tantissimi problemi, infortuni ed ostacoli nella sua carriera, sembra arrivato davvero un buon momento per il ragazzo di origine ghanese.

56' - WELBEEEEECK! DI TESTA! IN TRE MINUTI L'ARSENAL VA AVANTI DUE A ZERO! TUTTA LA GIOIA, DOPO TANTO DOLORE, PER DANNY WELBECK! Palla che sembrava persa, Holding la recupera in proiezione offensiva servendo Chamberlain: gran cross dal fondo che spiove in area, Welbeck salta tutto solo al centro dell'area e fulmina De Gea con la zuccata che dà un bacino alla traversa! PARTITA RIBALTATA, DUE GOL IN QUATTRO MINUTI DELL'ARSENAL, ESPLODE IL PUBBLICO DI CASA!

53' XHAKAAAAAAA! ARSENAL IN VANTAGGIO! GRANIT XHAKA, CON FORTUNA, LA SBLOCCA! Fase di possesso, Xhaka trova lo spazio dai trenta metri e calcia col mancino: tiro potente, ma la deviazione cruciale è quella della schiena di Ander Herrera che trasforma la traiettoria in un pallonetto letteralmente imprendibile per De Gea. ARSENAL IN VANTAGGIO, 1-0 ALL'EMIRATES!

48' - Qui sbaglia Oezil, ma stavolta lo United non ha fretta di ripartire: azione costruita con una rete di passaggi corti anche dagli uomini di Mourinho.

47' - Arsenal che ricomincia esattamente dove aveva finito: possesso palla molto insistito nella metà campo avversaria.

47' - Propositivo Holding sulla destra, atterrato sulla trequarti.

18.00 - PUNTUALISSIME, RICOMINCIANO LE OSTILITA' ALL'EMIRATES STADIUM!

17.49 - Carrellata di immagini dell'intervallo, match molto divertente all?Emirates.

17.45 DUPLICE FISCHIO DI MARRINER! Finisce qui la prima frazione, 0-0  dopo un primo tempo comunque tutt'altro che noioso. Occasioni da una parte e dall'altra, decisivi due interventi per parte di Cech e De Gea.

45+1' - Xhaka mette dentro verso Welbeck, tocco di Carrick forse con la mano, ma le proteste dei padroni di casa rimangono inascoltate.

45' - Un solo minuto di recupero.

44' - Esagera lo stesso Chamberlain che sopravvaluta le sue gambe e si allunga il pallone verso il fondo: nonostante il grandissimo scatto, la palla era già oltre la linea al momento del cross.

42' - Sanchez allarga su Chamberlain chiedendo il triangolo, ma il passaggio di ritorno in area è una fucilata: può ricominciare dalla difesa il Man United.

38' - Sempre Sanchez, che accetta spesso di staccarsi per ricevere palla molto basso ed impostare: qui il suggerimento per Gibbs è geniale ma appena troppo lungo, palla che si spegne sul fondo.

36' - Ancora lunghissima azione costruita dall'Arsenal col possesso palla: Sanchez cerca lo scavetto per Welbeck che, tutto solo in area, controlla di testa e cerca la rovesciata. Giocata acrobatica fallita in maniera abbastanza goffa, ma il 23 era comunque in posizione di offside millimetrico.

33' - Smalling si traveste da Bonucci e sventaglia col destro verso Darmian, ma la palla è lunga ed imprendibile: rimessa laterale.

31' - Che pasticcio di Holding! Che brutta cosa! Holding soffre la pressione di Martial, prova ad alleggerire su Koscielny che però nel frattempo si era clamorosamente disinteressato dell'azione! Sbuca Rooney che controlla e prova a battere Cech da pochi metri, grandissima parata del portiere ceco, col petto, in corner! SVARIONE DIFENSIVO DELL'ARSENAL, per poco non costa caro ai Gunners!

30' - CHAMBERLAIN! Dalla distanza col destro, ottima parata coi pugni di De Gea, ma momento molto favorevole all'Arsenal! Tre occasioni in un amen per i Gunners!

29' - Welbeck! OCCASIONE DEL MATCH! Ottima idea di Sanchez per l'inserimento di Ramsey, grandioso nel trovarsi spazio sulla destra: palla tesa nel mezzo,ma la conclusione a botta sicura di Welbeck trova ancora Jones.

28' - Già i primi battibecchi in panchina tra Mourinho e Wenger. Oramai, ordinaria amministrazione.

26' - WELBECK! Palla che rimane vacante nel mucchione vicino all'area piccola, Welbeck si gira ma Jones si oppone alla conclusione. Altro tiro dalla bandierina.

25' - Accende il motorino Chamberlain in contropeide: Rooney non lo prende neanche in scivolata, Darmian deve temporeggiare e riesce a chiuderlo in corner.

24' - Bel traversone di Mata per la testa di Rooney, ma l'inglese non trova la porta.

23' - Partita che si mantiene molto viva, si gioca quasi esclusivamente in verticale: qui sfida in velocità tra i due francesi, Koscielny e Martial, dove è il capitano dell'Arsenal ad avere la meglio chiudendo in corner.

20' - Battuta lunga di Mata, palla che spiove sul secondo palo dove c'è la torre di Mkhitaryan: palla rimessa dalla parte opposta dell'area di rigore, lo stesso Mata riesce a far carambolare la palla su Welbeck per guadagnare un corner.

19' - Ottima iniziativa di Tuanzebe, bravo a passare davanti a Sanchez guadagnandosi una punizione dalla trequarti.

18' - Tutti dietro la palla quelli dello United, la sensazione è che Mou, come nel derby col City, voglia lasciare il possesso agli avversari per tentare di colpire in ripartenza.

17' - Angolo corto battuto male dai Gunners, era ripartito in contropiede Martial, ma l'assistente segnala un fallo di mano sul controllo del francese. Fischio dubbio, palla molto vicina alla spalla.

16' - Altro corner per l'Arsenal, decisamente più aggressivo degli avversari in questa prima fase.

15' - Chamberlain esagera col pressing sul rientro di Mkhitaryan, è punizione per lo United.

14' - Welbeck! Salva tutto il grandissimo rientro di Ander Herrera! L'inglese si era lanciato nello spazio facendo secco Smalling, ma si è allungato troppo la palla verso il sinistro!

12' - Possesso insistito dell'Arsenal che sembra essere sceso in campo col piglio giusto.

11' - Scatta dietro la linea Mkhitaryan, fermato subito in posizione di offside.

9' - Flipper di colpi di testa sul corner, alla fine la fa sua De Gea.

8' - RAMSEY! Invenzione di Oezil sulla sinistra, gran destro incrociato in corsa ma altrettanto grande risposta di De Gea, che si allunga alla sua destra!

5' - MARTIAL! Imbucato da Rooney, passa davanti a due difensori e prova la puntata sul primo palo: ottimo riflesso di Cech, corner.

4' - Sanchez! Ottimo scatto in verticale sulla grande sponda di Welbeck, ma la palla verso il centro è bloccata da De Gea.

3' - Prima punizione per Wayne Rooney, che calcia dalla sinistra verso la porta. Attento Cech.

1' VIAAAAA! SI PARTE!

16.59 - Sorteggio effettuato, partirà l'Arsenal.

16.58 - Eccoli! Squadre in campo, saluti di rito e clima di tensione palpabile tra le due panchine: sguardi non esattamente amichevoli tra Wenger e Mourinho.

16.55 - Squadre nel tunnel, manca pochissimo e poi sarà ARSENAL CONTRO MANCHESTER UNITED!

16.53 - Manca pochissimo al via all'Emirates, la gara sarà diretta dall'esperto Andre Marriner.

16.49 - Riscaldamento in corso a Londra!

 

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Tuanzebe, Jones, Smalling, Darmian; Carrick, Ander Herrera; Mata, Mkhitaryan, Martial; Rooney. All. Mourinho

16.40 - Arriva il promesso turnover di Mourinho, che punta tutto sulla voglia di riscatto di chi ha giocato meno: 4-2-3-1 inedito per lo Special One! Tornano, in contemporanea, Jones e Smalling in difesa, insieme a Darmian ed al classe 1997 Tuanzebe, britannico di origine congolese all'esordio con la maglia da titolare! Carrick con Herrera nel mezzo, Mata, Mkhitaryan e Martial a supporto di una leggenda dei Red Devils: l'unica punta è Wayne Rooney!

Arsenal (3-4-3): Cech; Holding, Koscielny, Monreal; Oxlade-Chamberlain, Xhaka, Ramsey, Gibbs; Oezil, Welbeck, Sanchez. All. Wenger

16.37 - Sorpresa per Wenger: panchina punitiva (e ci mancherebbe...) per l'incerto Gabriel Paulista, c'è Holding nella difesa a tre con Koscielny e Monreal, che prende il posto di Mustafi, non disponibile. CHamberlain e Gibbs sulle fasce nel 3-4-3, Xhaka, confermato, in mezzo con Ramsey, Welbeck unica punta tra Oezil e Sanchez!

16.35 - Buon pomeriggio! Benvenuti, siamo collegati già con uno - stranamente soleggiato - Emirates Stadium. Andiamo subito a vedere le formazioni ufficiali!

Buon pomeriggio a tutti! Io sono Stefano Fontana e vi do il benvenuto ad un nuovo appuntamento con le dirette scritte di VAVEL Italia: oggi ci si tuffa in Premier League! Trentaseiesima giornata per il massimo campionato inglese, si sfidano la quinta e la sesta: l'Arsenal ospita il Manchester United per provare a mantenere vive le speranze di qualificazione in Champions.

Il momento delle due squadre

Stagione davvero funesta questa per l'Arsenal: i gunners rischiano seriamente di non finire nelle prime quattro del campionato per la prima volta dal 1996: era l'ultima stagione prima dell'arrivo di Wenger. Quest'anno, però, i londinesi non sono mai riusciti a trovare continuità, e l'addio dell'alsaziano è sempre più vicino: c'è aria di una vera e propria rivoluzione nel nord della capitale.

A proposito di Nord di Londra,  Koscielny e compagni arrivano alla sfida reduci dal pesantissimo 2-0 incassato dal Tottenham, che ha sancito la matematica certezza, dopo oltre vent'anni, per gli Spurs di chiudere l'annata davanti agli acerrimi rivali. In generale, comunque, l'Arsenal è alle prese con una primavera davvero sanguinosa: da fine gennaio a metà aprile, tra tutte le competizioni, i Gunners non sono riusciti ad affilare due vittorie consecutive, rimediando sette sconfitte in undici partite e salutando sostanzialmente tutti gli obiettivi tranne la F.A. Cup, che contenderanno agli altri cugini, quelli del Chelsea.

Clima ben diverso a Manchester, sponda United: dopo l'inizio balbettante, Mourinho ha trovato la quadratura del cerchio e, con la sottolineatura rossa di qualche pareggio di troppo, i Red Devils non perdono in campionato da ottobre 2016. Esclusi dalle due coppe nazionali (2-1 dall'Hull a gennaio in EFL Cup, 1-0 nei ben più recenti quarti di finale di F.A. Cup), ora i ragazzi dello Special One hanno nel mirino l'Europa League: dopo aver vinto la semifinale d'andata con il Celta Vigo (0-1 firmato da Rashford) la finale di Stoccolma sembra più vicino.

Dopo aver eliminato l'Anderlecht ai supplementari in quarti di finale, lo United è tornato a fare fatica in campionato: bene il 2-0 a Burnley, meno i due pareggi successivi, con lo 0-0 nel derby e l'1-1 casalingo con lo Swansea a complicare i calcoli per ottenere la qualificazione diretta in Champions League. City e Liverpool, infatti, sono appaiati a quota 69 punti, rispettivamente al terzo ed al quarto posto, con una partita di vantaggio. Il Liverpool però deve ancora disputare la sua gara di questo weekend, prevista per domani alle 14:30 contro il Southampton. I Red Devils quindi potrebbero scendere in campo con un potenziale di sette punti (65) e due match da recuperare, ma in caso di vittoria estrometterebbero totalmente l'Arsenal dalla corsa, relegandolo a -8 con una partita da recuperare.

Le ultime dal campo

Arsene Wenger cercherà di infrangere uno dei pochi tabù rimasti nella sua grandiosa carriera: il non aver mai vinto contro José Mourinho. Per farlo, però, dovrà probabilmente rinunciare a Granit Xhaka, toccato duro durante il derby e (a meno di miracoli) k.o. per il dolore alla caviglia. Claudicante anche Mustafi, che verrà valutato fino all'ultimo secondo: per lui qualche problema di natura muscolare, ma filtra ottimismo per una maglia da titolare. Dubbio più radicato per le condizioni di Lucas Perez, ancora fuori il lungodegente Cazorla.

Conferma per la difesa a tre da parte di Wenger: davanti a Cech verosimilmente ci saranno Gabriel, Koscielny e Mustafi, con Oxlade Chamberlain e Nacho Monreal sulle fasce. Nel caso di forfait di Mustafi, però, lo spagnolo scalerà verosimilmente sul centro-destra lasciando il posto a Gibbs. In mezzo pronto alla maglia da titolare Coquelin, accanto a Ramsey, a supportare il tridente: sicuri del posto, come sempre, Ozil e Sanchez, rimane il ballottaggio sul terzo slot. Olivier Giroud sembrerebbe in vantaggio, ma attenzione alla concorrenza di Walcott e Welbeck.

La lista di indisponibili del Manchester, al contrario, sembra uno scontrino della spesa: serie infinita di voci, le più recenti riguardanti il doppio legamento saltato per Zlatan Ibrahimovic e Marcos Rojo, che si vanno ad aggiungere a Young, fermo per problemi al ginocchio, ed alla spalla dislocata di Fosu-Mensah. Per quanto riguarda Rashford, uscito con un ginocchio dolorante dall'impegno continentale, José Mourinho ha ribadito anche in conferenza stampa di voler procedere con cautela: ritrovati già Smalling e Jones, probabilmente il portoghese non vuole tornare subito ad infoltire l'infermieria.

David De Gea confermato quindi tra i pali, con Valencia e Darmian come esterni di difesa tra Blind e Smalling. In mezzo, chiavi della mediana verosimilmente affidate a Carrick, pupilllo dello special one, con Pogba accanto a svagare alle spalle dei tre trequartisti: Juan Mata, Henrinkh Mkhitaryan e Jesse Lingard sono gli indiziati numero uno per supportare Anthony Martial.

Le probabili formazioni

Arsenal (3-4-3): Cech; Gabriel, Koscielny, Mustafi; Oxlade-Chamberlain, Coquelin, Ramsey, Monreal; Sanchez, Giroud, Ozil. All. Wenger

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Valencia, Smalling, Blind, Darmian; Carrick, Pogba; Mata, Mkhitaryan, Lingard; Martial. All. Mourinho

Premier League