Premier League - Everton e Watford, passerella del venerdì

Le due squadre non hanno più nulla da chiedere alla stagione: il Watford cerca l'ultimo punticino per rendere la salvezza una certezza, l'Everton è già al settimo posto. Pensieri già al futuro.

Premier League - Everton e Watford, passerella del venerdì
Fonte immagine: Daily Post

Nella serata che potrebbe essere di Antonio Conte, il quale potrebbe conquistare il titolo con il suo Chelsea, il programma della trentasettesima giornata di Premier League offre anche una passerella a due squadre che già conoscono (o quasi...) il loro verdetto stagionale: sono Everton Watford, che questa sera al Goodison Park scenderanno in campo per l'onore. 

In realtà alle Hornets manca ancora un punto per avere la matematica certezza di salvarsi e mantenere la categoria, essendo solo a +6 sulla terzultima - che è l'Hull City - e quindi potenzialmente agganciabili, ma la differenza reti gioca ancora a favore dei ragazzi di Walter Mazzarri: -21 contro -33. Questione di verbalizzare, insomma, come già verbalizzato è il settimo posto, con conseguente qualificazione ai preliminari di Europa League, per Ronald Koeman. Gli attacchi, però, sembrano inceppati nelle ultime gare: 284 minuti di digiuno per l'Everton, 322 per il Watford.

Partita per l'onore, ma con la possibilità che il tasso spettacolare si alzi: la gara d'andata infatti terminò con un 3-2 in cui le emozioni non latitarono di certo. Caratterizzarono quel sabato le doppiette di Lukaku e Okaka, decisiva quella dell'italiano, insieme al gol di Prodl.

Le scelte

Diverse assenze per Mazzarri, a partire dagli acciaccati Britos e Cathcart, passando dai lungodegenti Kaboul, Pereyra e Zarate, finendo con Tom Cleverley, in prestito proprio dai Toffees e non utilizzabile per contratto. Dovrebbe comunque essere 3-5-2, con Mariappa, Prodl e Kabasele davanti a Gomes; sulle ali Janmaat e Amrabat, anche se Holebas, rientrato da un acciacco, può giocarsi le sue carte, mentre il trio centrale tutto muscoli dovrebbe essere composto da Doucouré, Behrami e Capoue. Davanti ad affiancare Deeney dovrebbe esserci Niang.

Anche Koeman non se la passa di certo bene in quanto a indisponibili: Lookman, Calvert-Lewin e Kenny sono volati con la nazionale inglese under-20 per gli impegni internazionali, ci sono poi i soliti infortunati Funes Mori, Lennon, Bolasie, McCarthy e Coleman. Rientra per la panchina Besic, in mezzo con Gueye dovrebbe esserci Schneiderlin, con Davies trequartista, affiancato da Barkley e Mirallas, a supporto dell'unica punta Romelu Lukaku. In porta mancherà Stekelenburg, dentro Joel, mentre la difesa dovrebbe comporsi dei soliti noti: Holgate e Baines sulle corsie, Jagielka e Ashley Williams al centro.

Le probabili formazioni

Arbitro della sfida il signor Kevin Friend, calcio d'inizio alle ore 20.45 a Goodison Park.

Premier League