Premier League - Everton, basta Barkley: Watford ancora sul filo della salvezza (1-0)

Decide un gol del trequartista. Koeman ritrova la vittoria, Mazzarri non può ancora tirare il definitivo sospiro di sollievo.

Premier League - Everton, basta Barkley: Watford ancora sul filo della salvezza (1-0)
Fonte immagine: Twitter @PremierLeague
Everton
1 0
Watford
Everton: (4-2-3-1) - Robles; Holgate (46' Valencia), Jagielka, Williams, Baines; Gueye, Schneiderlin, Davies; Mirallas (86' Koné), Lukaku, Barkley (80' Barry). All. Koeman
Watford : (3-5-2) - Gomes; Kabasele (37' Zuniga), Prodl, Mariappa; Janmaat, Behrami (51' Amrabat), Doucouré, Capoue (81' Niang), Holebas; Okaka, Deeney. All. Mazzarri
SCORE: 56' Barkley (E).
ARBITRO: Kevin Friend. Ammoniti: Janmaat, Behrami, Holebas (W).
NOTE: 37esima giornata di Premier League, gara giocata al Goodison Park di Liverpool. Calcio d'inizio 20.45.

L'Everton torna a riassaporare la vittoria dopo tre gare di digiuno, sbloccando anche la casella dei gol segnati dopo oltre 300 minuti senza. Al Goodison Park, nell'anticipo della 37esima giornata di Premier League, i Toffees hanno la meglio del Watford con il minimo sforzo, un 1-0 che permette di scollinare oltre quota 60 in campionato e confermare il settimo posto. Una sola marcatura, firmata da Ross Barkley al 56' di una partita meglio interpretata e a tratti anche dominata. Le Hornets restano ancora in leggero bilico: manca sempre un punto per dirsi salvi, ma basterebbe anche una non vittoria dell'Hull City sul campo del Palace. E i minuti senza gol sono più di 400.

Mazzarri deve attendere per tirare l'ultimo sospiro di sollievo, le sue scelte non pagano a Liverpool: il tecnico italiano opta per l'attacco pesante nel 3-5-2, con Okaka e Deeney, lasciando in panchina Niang dal primo minuto. Centrocampo tutto fisico e poca tecnica, con soprattutto l'assenza di Cleverley (in prestito proprio dall'Everton). Recupera Holebas a sinistra. Koeman risponde con il classico 4-3-3, confermando le previsioni della vigilia: non ci sono sorprese per il tecnico olandese.

Fonte immagine: Twitter @PremierLeague
Fonte immagine: Twitter @PremierLeague

La gara non inizia su ritmi altissimi, è governata dai padroni di casa, che detengono il pallino del gioco e provano a rendersi pericolosi. Il primo vero tentativo che impegna Gomes è di Tom Davies, che impegna il portiere ex Tottenham all'intervento con un bel sinistro da fuori. Il Watford replica con un tentativo di Doucouré che è agevolmente preda delle mani di Joel, mentre, poco dopo, Mariappa incorna da buona posizione senza inquadrare. Risultano poco concreti i padroni di casa, anche in avvio di ripresa: Koeman sbilancia la formazione inserendo Valencia al posto di Holgate, ma i suoi continuano a sbattere contro il muro dei londinesi.

Ci vuole una giocata, un'illuminazione per sbloccare il punteggio: la trova Ross Barkley dopo cinquantasei giri di lancette. L'inglese - al centro delle polemiche per un rinnovo di contratto che tarda ad arrivare - trova spazio tra le linee e ai venti metri arma il destro, pescando l'angolino basso alla destra di Gomes. La rete fa prendere fiducia all'Everton, che ci riprova da fuori, ma anche di testa con Schneiderlin. Da segnalare anche un rigore abbastanza solare negato a Lukaku, fallo su di lui di Janmaat. Nonostante la sfortuna, però, la vittoria arriva: sotto l'acqua battente di Goodison Park finisce 1-0.

Premier League