Premier League - Il Manchester City per la Champions, il West Brom per l'orgoglio

3 punti garantirebbero a Guardiola la quasi certezza dell'accesso - almeno ai preliminari - alla prossima Champions League; i Baggies non hanno però intenzione di perdere ancora.

Premier League - Il Manchester City per la Champions, il West Brom per l'orgoglio
Aguero segna uno dei suoi due gol durante la gara d'andata. | igihe.tv

Basta dare un occhio alle prime posizioni della classifica della Premier League, per rendersi immediatamente conto che non esiste una valida motivazione per perdersi i recuperi che si svolgeranno nei prossimi giorni ed in seguito il 38esimo matchday, che chiuderà definitivamente i giochi: c'è una bagarre incredibile intorno alla zona Champions League e solo due squadre su 3 alla fine di tutto avranno la possibilità di accedere all'Europa che conta.

Posizione Nome squadra Partite giocate Punti
1st Chelsea 36 87
2nd Tottenham 36 80
3rd Liverpool 37 73
4th Manchester City 36 72
5th Arsenal 36 69

Tre squadre in 4 punti, ma quella più in alto di queste con una partita disputata in più. Per il Manchester City, quel match di meno giocato rispetto al Liverpool si disputerà stasera all'Etihad contro il West Bromwich Albion in un duello estremamente interessante. Dopo il perentorio 0-4 dell'andata all'Hawthorns, sarebbe facile dare poche possibilità ai Baggies, che però restano una squadra ostica da affrontare per chiunque, in particolar modo in queste ultime dispute in cui non hanno particolari problemi in testa, visto che sono ormai sia ampiamente fuori dalla lotta salvezza sia allo stesso modo fuori dai giochi per un'eventuale qualificazione in Europa League. L'orgoglio sarà ciò su cui principalmente dovrà fare leva la squadra di Pulis, apparsa poco brillante nelle ultime uscite e non vincente da poco meno di 2 mesi. I Citizens di Guardiola sono apparsi decisamente più in forma nell'ultimo periodo e possono contare - oltre che su una superiorità sotto ogni aspetto prettamente "calcistico" - sul fattore campo, mai banale con un pubblico caldo come quello di tutte le tifoserie d'Oltremanica. Il pronostico è sbilanciato, ma occhio alle sorprese, le quali in questo campionato sono abbastanza frequenti.

Con la loro nuova presidenza orientale (a partire dal 2009), in campionato gli Sky Blues hanno solo e soltanto vinto contro questo avversario, che nel conteggio generale conta 54 vittorie in Premier contro le 66 oppositrici (29 i pareggi). Nel video sopra, trovate gli highlights dell'ultima vittoria dei Baggies in questo scontro: è datata 2008, occhio agli amarcord...

Le probabili formazioni

Guardiola difficilmente rivelerà delle sorprese: si riparte dal 4-1-4-1 solito. In porta Caballero sostituisce l'infortunato Bravo, difeso da Fernandinho (o Sagna), Otamendi, Kompany e Clichy. Yaya Touré detiene le chiavi del centrocampo e supporta la linea dei trequartisti, formata da Sterling, De Bruyne, David Silva e Sané. Gabriel Jesus favorito su Aguero per il posto da prima punta.

Manchester City (4-1-4-1): Caballero; Fernandinho, Otamendi, Kompany, Clichy; Yaya Touré; Sterling, De Bruyne, David Silva, Sané; Gabriel Jesus. All. Guardiola

L'undici di Pep
L'undici di Pep

La risposta di Pulis dovrebbe essere schierata con un modulo speculare. Foster difende i pali, davanti a lui la solita difesa con Dawson, McAuley, Evans e Wilson. Capitan Fletcher in mediana, mentre in avanti, dietro all'attaccante Rondon, spazio a Brunt, Livermore, Morrison e Chadli (ancora fuori Phillips e probabilmente anche Robson-Kanu).

West Bromwich Albion (4-1-4-1): Foster; Dawson, McAuley, Evans, Wilson; Fletcher; Brunt, Livermore, Morrison, Chadli; Rondon. All. Pulis

Le scelte di Pulis
Le scelte di Pulis

Share on Facebook