Il futuro di Kelechi Iheanacho

Il futuro del prodigio nigeriano sembrerebbe lontano da Manchester, non essendo nei piani del tecnico Pep Guardiola.

Il futuro di Kelechi Iheanacho
BBC Sports via Getty Images

Sembra quasi un film la storia di Kelechi Iheanacho. Nato a Lagos il 3 Ottobre 1996, si appassiona subito al calcio giocando nel Taye Academy sin da piccolo. Il suo talento si mette subito in mostra a suon di goal, specialmente nel mondiale Under 17 negli Emirati Arabi dove segna 6 reti in 7 partite, che consentono di portare a casa il trofeo. Gioca da attaccante, un attaccante veloce e non tanto minuto, è grosso e silenzioso quasi come un leone che studia la preda per poi avventarsi sul corpo della sua vittima, con una velocità e una forza tali da non lasciare tempo per ragionare ad alcun avversario. Il sogno di Iheanacho era quello di abbandonare la povertà come molti altri ragazzi nigeriani, un sogno che quasi tutti loro non si avvererà mai, eppure per Kelechi arriva il momento. I goal e i suoi assist vengono apprezzati dal Manchester City che lo porta nel 2014 in Inghilterra facendolo passare dalla vita da district a quella sfrenata della city.

Il passaggio da vita di quartiere a vita di città, Iheanacho lo prende in modo diverso da tutti gli altri rookie, rimane silenzioso e non pretende di giocare. A suon di goal si fa sentire tra le giovanili dei citizens e nel primo anno colleziona 6 presenze impreziosite da 4 goal e 2 assist. Iheanacho durante la sua ancora breve carriera ha svariato su tutto il fronte d'attacco, giocando sia ala che prima punta e proprio nel ruolo di quest ultima riesce a dare il meglio di sé. Pellegrini gli dà fiducia, lo convoca nella pre-season della stagione 2015 e inizia la sua avventura in prima squadra.

E' il 12 Settembre 2015 e al Selhurst Park si gioca la sfida tra Crystal Palace e Manchester City. Partita che è bloccata sullo 0-0. Si infortuna anche la stella Sergio Aguero, Pellegrini azzarda la scelta all'89' di cambiare l'ormai esausto Wilfried Bony con Kelechi Iheanacho. La partita è agli sgoccioli e il City è in attacco, la palla è sul piede sinistro di Samir Nasri: si sente la fatica, danza sul pallone marcato da due giocatori e con uno scatto repentino, dopo aver passato la palla dal sinistro al destro, scocca un tiro teso verso la porta protetta da McCarthy. Si ferma tutto; è arrivato il suo momento, il leone africano si libera dalla marcatura dei due difensori del Crystal Palace e vede la palla respinta dal portiere giungergli sul suo piede sinistro, Iheanacho si avventa sul pallone e lo calcia senza pensarci due volte, segnando così il goal dell'1-0 che regala al Manchester City tre punti preziosi. La sua stagione finisce in positivo con 14 reti e 5 assist giocando 35 partite tra campionato e coppe. L'anno dopo si ripeterà segnando anche in Champions League.

La stagione 2017/2018, però, Kelechi non la giocherà con la maglia del Manchester City. Il giovane attaccante nigeriano è in vendita per una cifra di 25 milioni di sterline, mica spiccioli, ed è ricercato da Leicester, West Ham, Borussia Dortmund e altre big europee. Dotato di una buona tecnica e senso del goal, il giocatore sembrerebbe non rientrare nei piani di Pep Guardiola, ma potrebbe far vedere al suo ormai ex tecnico tutto il talento cristallino e puro che possiede. Il leone africano è un giocatore con grandi margini di crescita, per rendercene conto sarà obbligo osservarlo nel mondiale 2018 con la sua Nigeria, un altro grande banco di prova per un giocatore dal futuro quasi assicurato.


Share on Facebook