Leicester, Shakespeare su Mahrez: "Se non arriva l'offerta giusta resta con noi"

La Roma rischia di dover cambiare obiettivo qualora tiri ancora la corda. Distanza tra le parti, la trattativa è bloccata.

Leicester, Shakespeare su Mahrez: "Se non arriva l'offerta giusta resta con noi"
Leicester, Shakespeare su Mahrez: "Se non arriva l'offerta giusta resta con noi"

Roma, avanti tutta. Non si molla Riyad Mahrez, obiettivo numero uno dei giallorossi in questo scorcio di calciomercato. La trattativa è però spinosa, in quanto tra domanda e offerta ballano almeno cinque milioni di euro. L’allenatore del Leicester, Craig Shakespeare, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport Uk in merito alla questione Mahrez, sottolineando il suo pensiero: "Ryad è un nostro giocatore fino a quando non mi verrà detto il contrario dal consiglio di amministrazione. Mahrez si sta allenando bene, è molto professionale e si vede dalle prestazioni in campo. E' sempre concentrato, ha voglia di allenarsi, è un professionista serio".

Inutile nasconderlo, il volere del calciatore algerino è quello di giocare in serie A, nella Roma, una squadra che di certo ha tutto un altro fascino rispetto alle Foxes: "È stato molto onesto fin da subito nel dire che vorrebbe andare in un grande club: noi siamo consapevoli della situazione ma finché non otterremo un’offerta appropriata rimarrà con noi. Fin quando non arriva l'annuncio ufficiale della vendita, io considero Riyad a tutti gli effetti un nostro calciatore, punto tanto su di lui”. 

La trattattiva va avanti da settimane, la Roma non è intenzionata a spingersi oltre i 35 milioni offerti. Il Leicester, dal canto suo, non transige, e rimane fermo sulla sua iniziale posizione: 40 milioni o nulla (secondo il Leicester Mercury, la domanda delle Foxes si attesterebbe addirittura intorno ai 55 milioni di euro). Il tecnico Shakespeare dichiara con decisione: "Quel che di preoccupante c’è nella questione è il fatto che non si sia arrivati ancora ad una svolta. Sono giorni, settimane forse, che la Roma continua ad inseguire il calciatore e la trattativa non fa passi in avanti. In ogni caso, ci tengo a dire che più passano i giorni e più l'affare si complica in quanto poi noi non avremo il tempo materiale di trovare un suo degno sostituto". Questo, un chiaro segnale rivolto alla Roma: se continua a temporeggiare, rischia seriamente di dover abbandonare la pista che conduce al talentuoso classe 1991. Monchi avvisato, mezzo salvato.

 


Share on Facebook