Premier League - Man United, prova di maturità senza Pogba: c'è l'Everton a Old Trafford

Rooney ritorna in quella che è stata la sua casa per gli scorsi tredici anni, Mourinho studia il piano per battere i Toffees senza il francese. Fellaini dovrebbe scalzare Herrera, mentre Koeman studia le due punte.

Premier League - Man United, prova di maturità senza Pogba: c'è l'Everton a Old Trafford
Fotomontaggio Vavel | Giorgio Dusi
Manchester United
17 00
Everton

Wayne Rooney torna da avversario in quella che per tredici anni è stata casa sua, dove è diventato grande, da adolescente a uomo, prima di tornare nuovamente nelle terre che gli hanno dato i natali. Scatta alle ore 17.00 l'ultimo match della quinta giornata di Premier League 2017/18, giochi di sentimenti ad Old Trafford, dove il Manchester United ospita l'Everton. Per i Devils c'è la voglia di riprendere a marciare dopo lo stop del Britannia Stadium contro lo Stoke - parzialmente cancellato dal tranquillo 3-0 casalingo sul Basilea in Champions League - ma la sorte non ha sorriso a Mourinho ed i suoi, che dovranno affrontare questo impegno ed i prossimi (almeno) quattro senza Pogba. Dall'altra parte in realtà c'è una squadra in un momento nero, che non conosce vittoria da cinque partite e ha perso le ultime tre senza nemmeno segnare un gol (Chelsea ed Atalanta in trasferta, Tottenham in casa). Quella odierna non sembra essere l'esatta sfida in cui Koeman potrebbe riscattare le ultime prestazioni, ma forse, di questo, è meglio riparlarne al 90'.

Fonte immagine: Bleacher Report
Fonte immagine: Bleacher Report

Qui Manchester

Lo Special One, secondo indiscrezioni, si è mostrato abbastanza nervoso riguardo il sopracitato infortunio di Pogba al bicipite femorale. Secondo il portoghese, il classe 1993 avrebbe dovuto avvertire preventivamente lo staff medico ed eventualmente saltare un paio di uscite prima di infortunarsi. I cambi per la verità non mancano a Mou, che vicino all'intoccabile Matic può schierare uno tra Herrera, Fellaini e Carrick. In vantaggio - a sorpresa - c'è il belga, con il basco che va verso l'ennesima panchina di un avvio di stagione difficile. Gli altri dieci sembrano piuttosto sicuri, a partire da De Gea in porta; davanti a lui difesa a quattro con Valencia e Darmian sulle corsie, mentre al centro Jones e Bailly hanno scontato un turno di squalifica in Champions e sono freschi per giocare dal primo minuto. Sulla trequarti, dietro a Romelu Lukaku, altro grande ex di giornata, spazio ai soliti noti Mkhitaryan sul centro-destra, Rashford sul centro-sinistra, Juan Mata in mezzo. Sempre out, oltre a Pogba, i lungodegenti Ibrahimovic e Rojo.

Qui Everton

Dopo aver sperimentato la difesa a quattro contro Tottenham ed Atalanta ed aver rimediato una doppia sconfitta per 3-0, i Toffees si accingono a tornare ai tre dietro ed al classico 3-4-2-1. Rispetto alla trasferta italiana, Koeman dovrebbe cambiare cinque giocatori. Sulla destra si dovrebbe infatti rivedere Cuco Martina, per niente convincente contro gli Spurs come terzino destro, da valutare a tutta fascia. Dall'altra parte probabile campo per Baines, mentre il trio dietro dovrebbe essere il solito, con Keane e Williams ad affiancare Jagielka. L'ex Swansea ha riposato in Coppa, mentre il capitano ha rifiatato una settimana fa. A centrocampo Gueye dovrebbe prendere il posto di Besic, poco convincente al Mapei Stadium, mentre Schneiderlin è ancora intoccabile e non si schioderà dal centrocampo. In avanti si va verso la panchina per Calvert-Lewin e Klaassen, con ogni probabilità ci sarà Gylfi  Sigurdsson ad affiancare Wayne Rooney alle spalle dell'unica punta Sandro Ramirez. Tra i pali si rivedrà Pickford dopo aver lasciato campo a Stekelenburg nell'ultima uscita. Sempre assenti gli infortunati Coleman, Funes Mori, Barkley e Bolasie, a cui si è aggiunto McCarthy.

Calcio d'inizio fissato per le ore 17.00 ad Old Trafford, direttore di gara sarà Andre Marriner. Nello scorso campionato sono arrivati due pareggi per 1-1 sia all'andata che al ritorno. L'ultima vittoria dell'Everton sul campo dello United è uno 0-1 firmato da Oviedo nel dicembre 2013.