Beto decisivo; l'Europa League vola a Siviglia

Il Siviglia si impone sul Benfica ai calci di rigore e porta in Andalusia l'Europa League. In una partita dominata a lunghi tratti dal Benfica, il Siviglia , implacabile dal dischetto porta a casa la Coppa. La maledizione di Guttman colpisce ancora, ottava finale consecutiva persa per i Lusitani.

Beto decisivo; l'Europa League vola a Siviglia
Siviglia
4 2
Benfica
Siviglia: Beto; Coke, Pareja, Fazio, Moreno; M'Bia, Carriço, Reyes (Marin, min.78 ( Gameiro, min. 104), Rakitic, Vitolo; Bacca. Allenatore: Unai Emery
Benfica: Oblak; Pereira, Luisão, Garay, Siqueira (Cardozo, min.99); Ruben Amorim, Gomes, Sulejmani (Almeida, min.25), Gaitan ( Cavaleiro, min.118); Lima, Rodrigo. Allenatore: Jorge Jesus
SCORE: 4-2 d.c.r. Lima goal; Bacca goal; Cardozo parato; M'Bia goal Rodrigo parato; Coke goal; Luisão goal; Gameiro goal.
ARBITRO: Felix Brych (Ger). Ammoniti: Fazio(Se) 11°min. Moreno(Se) 13°min. Siqueira(Be) 30°min. Coke (Se) 98°min. Almeida (Be) 100°min.
NOTE: Stadio Olimpico di Torino, Finale dell'Europa League

Il Siviglia si aggiudica l'Europa League, la terza della sua storia. Dopo un primo tempo equilibrato e una ripresa nettamente a favore del Benfica, i calci rigore sorridono alla squadra di Unai Emery, infallibile dagli 11 metri. Decisivo per il Siviglia Beto, che si ripete dopo l'eroica prestazione nei quarti contro il Betis. Il portiere portoghese, convocato anche per il mondiale, ipnotizza prima Cardozo, specialista dagli 11 metri, e poi Rodrigo, portando i suoi a vincere la finale. Migliore in campo il capitano Rakitic. I Lusitani, guidati da Jorge Jesus, che probabilmente meritavano miglior sorte, hanno dominato a lunghi tratti il match, senza però riuscire ad essere incisivi sottoporta. Il Benfica recrimina anche per l'arbitraggio di Brych, reo di non aver assegnato un rigore nettissimo per fallo di Moreno su Lima. Probabilmente sarà la maledizione di Guttman a pesare per il Benfica, all'ottava sconfitta conescutiva in una finale Europea.

Il Match

Allo Stadio Olimpico di Torino va di scena la Finale di Europa League tra Siviglia e Benfica
Il Benfica arriva alla finale cercando il terzo trofeo in stagione; riuscirà a completare il Triplete e a superare la Maledizione di Guttman?
Il Siviglia, ancora non sicuro del quinto posto nella Liga, si gioca tutto in questa finale dopo aver eliminato i connazionali del Valencia. Grande assente della serata è la Juventus, che non è riuscita a centrare la Finale casalinga.

Jorge Jesus deve fare a meno di tre titolari inamovibili; Enzo Perez, Markovic e Salvio tutti squalificati. Il tecnico Portoghese si affida alla tecnica di Gaitan e alla potenza di Rodrigo. Tra i pali vince il ballottaggio Oblak, difesa confermatissima. Unai Emery schiera la formazione tipo, optando per la punta unica e i 3 trequartisti. Bacca, fresco di convocazione ai mondiali, la spunta su Gameiro; alle sue spalle agiranno Reyes, Rakitic e Vitolo.

Primo Tempo

L'arbitro Tedesco Felix Brych dà il via al match e subito si vede la voglia di entrambe le squadre di mettere le mani sulla Coppa. Al 2°minuto di gioco Garay sfoggia tutta la sua tecnica e riesce a sbrogliare una situazione complicatissima. Dopo 5 minuti ci prova il Siviglia che mette in grossa difficoltà la retroguardia del Benfica, che se la cava a fatica. Sulejmani imprendibile questa sera, in 15 minuti ammoniti Fazio e Moreno, che nell'occasione del fallo stende in maniera molto rude l'esterno Serbo. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, si rende pericoloso Garay che però calcia debolmente. Le squadre si studiano nei primi 20 minuti, quasi nessuna occasione da Goal. Al 25°minuto Sulejmani alza bandiera bianca e chiede il cambio, al suo posto entra Almeida. In questa fase del match è il Siviglia a provare a far gioco, con un Rakitic incontenibile, che prova a trascinare i suoi. Occasione per il Siviglia su calcio d'angolo al 40°minuto; palla al centro Bacca, trattenuto da Luisão, riesce a concludere ma Siqueira blocca col corpo e la difesa libera. Sulla ripartenza il Benfica si rende pericoloso, e solo un grande recupero di Vitolo evita il peggio agli Andalusi. Al 45° minuto di gioco Lusitani vicini al vantaggio; bellissimo passaggio di Amorim per Maxi Pereira che conclude a due passi da Beto, che di puro istinto devia il tiro; il Siviglia non riesce a spazzare e ancora Beto è costretto agli straordinari su un tiro potente di Rodrigo. Allo scadere dei dui minuti di recupero Gaitan, imprendibile, si infila nella retroguardia spagnola, e Fazio con un intervento al limite riesce a mettere la palla in angolo; Brych, non coadiuvato in maniera efficace dall'arbitro di porta, opta per il fondo e fischia la fine del primo tempo. Partita molto intensa e ruvida all'Olimpico di Torino.

Secondo Tempo

Riprende il match con gli stessi 22 in campo. Dopo un solo minuto di gioco il Benfica sfruttando un'ottima ripartenza, presenta Lima tutto solo davanti a Beto; l'attaccante Brasiliano supera il portiere ma salva tutto sulla linea Parejo; sugli sviluppi dell'azione la palla resta in area, Rodrigo dopo un rimpallo cerca la porta ma questa volta è Fazio a fare muro; sulla respinta ci riprova Lima, che non è fortunato. Botta e risposta. Rakitic recupera palla sulla trequarti di campo e serve Reyes, che non riesce a concludere in maniera efficace disturbato da Luisão. Al 57° minuto Moreno, già ammonito, entra in scivolata su Lima, prende tutto tranne il pallone ma l'arbitro Brych non fischia il rigore; incontenibile Jorge Jesus. Saltano gli schemi e ad ogni ripartenza c'è un'occasione da goal. Il Benfica va via in contropiede e Gaitan liberatosi a limite dell'area prova la conclusione, Beto para facilmente. Sul cambio di fronte si fa notare ancora Reyes che vede pero il suo tiro neutrlazzato da Oblak. Lima spreca tutto al 72°minuto; Maxi Pereira, uno dei migliori in campo stasera, serve l'attaccante brasiliano in area che non riesce a concludere, ennesima occasione sprecata. Primo cambio per Unai Emery, esce Reyes stanchissimo ed entra in campo Marko Marin. Nel finale di partita il Benfica prende il dominio del campo. Questa volta è Rodrigo che si fa murare una conclusione da posizione ottimale. All'85°minuto è ancora Beto a farsi notare; sugli sviluppi di un corner Garay stacca imperioso, ma il portiere andaluso non si fa sorprendere. I lusitani tentando l'assalto nel finale, ma la difesa del Siviglia respinge ogni pericolo. Dopo 2 minuti di recupero Byrch fischia la fine dei tempi regolamentari, probabilmente il Benfica avrebbe meritato miglior sorte. Che la maledizione di Guttman faccia ancora una volta effetto?
Si andrà ai supplementari, dopo un primo tempo bruttino e una ripresa entusiasmante, serviranno altri 30 minuti per decretare la vincitrice dell'Europa League 2013/2014.

Supplementari

Nessun cambio all'inizio del primo tempo supplementare. Ritmi vistosamente calati rispetto alla seconda frazione di gara; anche il Benfica abbassa i ritmi. Punzione per la squadra di Jorge Jesus, che nel frattempo stupisce tutti inserendo Cardozo al posto di Siqueira; calcia Lima potente e centrale, Beto si oppone come può, la difesa spazza. Il Siviglia va vicinissimo alla rete al 101°minuto; ancora Rakitic, migliore dei suoi, taglia il campo con un lancio perfetto, Bacca stoppa a seguire e dopo 30 metri palla al piede conclude di esterno destro, ma il suo tire termina fuori a fil di palo. Unai Emery si dispera. Finisce il primo tempo supplementare e il tecninco andaluso stupisce tutti sostuitendo Marin, in campo da soli 25 minuti, con Kevin Gamiero.

Secondo Tempo Supplementare

Brych non concede riposo alle due squadre, si riparte subito. Ritmi lenti e possesso palla, vince la paura di perdere. Egoista il neo entrato Gameiro; si invola sul fondo e conclude sull'esterno della rete con Bacca tutto solo a centro area. Ultimo cambio per il Siviglia al 110°minuto, esce Vitolo stremato ed entra Figueiras.Passano i minuti e si avvicina la Lotteria dei calci di rigore. Ultimo cambio anche per il Benfica, esce Gaitan ed entra Cavaleiro. Dopo due minuti Byrch fischia la fine dei 120 minuti. Saranno decisivi i rigori per assegnare la Coppa. Beto era stato decisivo dagli undici metri nei quarti contro il Betis Siviglia.

Il primo rigorista per il Benfica è Lima che con molta calma incrocia e spiazza Beto. Risponde Bacca che incrocia sotto la traversa. 1-1.
Errore di Cardozo, Beto fa un paio di passi avanti e intercetta il tiro dell'attaccante Paraguayano. M'bia non si lascia prendere dall'emozione e trasforma. Siviglia 2 Benfica 1. Un altro errore per i Lusitani; Beto para anche il rigore di Rodriguez. Coke non sbaglia. Sevillani perfetti dal dischetto. Lusiao tiene in vita i suoi. Gameiro dal dischetto per il match point; è suo il goal della vittoria. Siviglia Campione. Guttman colpisce ancora.

Europa League