Diretta Sparta Praga - Napoli, risultati live Europa League

Diretta Sparta Praga - Napoli, risultati live Europa League
Sparta Praga
0 0
Napoli
Sparta Praga: (4-3-3): Stech; Kaderabek, Brabec, Holek, Costa; Husbauer (Prikryl), Marecek, Matejovski; Dockal, Lafata, Krejci. A disposizione: Vorel, Pamic, Svejdik, Kovac, Vacek, Schick. All. Lavicka
Napoli : (4-2-3-1): Rafael; Mesto, Albiol, Koulibaly, Britos; Gargano, David Lopez; Callejon, Jorginho (Ghoulam), Hamsik; Higuain (Duvan). A disposizione: Andujar, Henrique, Maggio, De Guzman, Inler. All. Benitez
ARBITRO: A. Marriner (ENG). Ammoniti: Britos (6°min.), Matejovski (46°min.), Brabec (61°min.)
NOTE: 27 novembre 2014, ore 19.00. Dalla Generali Arena di Praga, 5^giornata dei gironi preliminari di Europa League.

21.00 - Per Sparta Praga -Napoli è davvero tutto, un saluto da Vincenzo Esposito e da Vavel Italia. Buona sera.

20.55 - Termina quindi in pareggio la sfida della Generali Arena. Punto importantissimo per il Napoli che si qualifica ai sedicesimi di finale dell'Europa League con un turno di anticipo. Fondamentali le vittorie interne contro Sparta e Young Boys, che hanno permesso alla squadra di Benitez di avere la meglio negli scontri diretti. Veniamo alla partita: gara opaca e poco spettacolare, dove lo Sparta ha provato più volte ad impensierire gli ospiti impegnando in due occasioni Rafael, che si è superato su Lafata. Per gli azzurri prova sufficiente, sottotono ancora una volta Marek Hamsik, ma in generale tutto l'attacco partenopeo.

20.50 - Il Signor Marriner fischia la fine del match. Termina 0-0 Sparta Praga - Napoli. 

92'- Il Napoli conquista una punizione da ottima posizione. Bravo Stech in uscita. Poi Hamsik riesce ad arrivare sul fondo ma non risce a crossare al centro.

Sono 3 i minuti di recupero.

89'- Zapata spreca un buon cross di Hamsik, impattando malamente il pallone di testa.

86'- Bel tiro di Marecek dalla distanza, ma la palla è di poco alta sopra la traversa.

85'- Gran contropiede orchestrato da Zapata, che serve Callejon nello spazio. L'attaccante spagnolo cincischia troppo e perde il tempo del tiro. Sprecata una buona occasione.

84'- Dopo alcune folate ospiti, sono i padroni di casa a provare ad attaccare, ma sono poco incisivi questa sera. 

81'- Hamsik sfiora il gol!! Sgli sviluppi di un corner battuto da Ghoula, Albiol spizza la palla sul primo palo, ed Hamsik si inserisce sul secondo colpendo di testa a colpo sicuro, ma la palla scheggia la traversa.

78'- Sortita offensiva di Koulibaly, triangolazione con Hamsik e prova il destro che finisce a lato.

77'- Ghoulam appena entrato al posto di Jorginho sfiora il gol del vantaggio partenopeo. Cross teso di Callejon sul quale si avventa il difensore algerino che per pochissimo non impatta il pallone.

75'- Che parata di Rafael!! Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Matejovski prova il tiro da limite, la palla viene deviata prima da Albiol e poi da Rafael, che si supera.

72'- Primo cambio anche tra le fila dello Sparta. Entra Prikryl  ed esce Husbauer, davero opaco in questa ripresa.

71'- Mancano meno di 20 minuti e il risultato è bloccato sullo 0-0. Nell'altra sfida del girone, lo Young Boys è in vantaggio per 3-1 cintro lo Slovan Bratislava.

68'- Primo cambio del match. Benitez fa riposare Higuain in vista della Sampdoria e concede a Zapata 25 minuti di gioco.

64'- Jorginho prova il filtrante per Higuain che viene anticipato di un soffio da Stech.

61'- Ammonito Brabec per un fallo su Jorginho.

59'- Kaderabek atterra Hamsik, ma l'arbitro Marriner lo grazia.

55'- Non decolla il match. Il Napoli pensa soprattutto a difendere il risultato.

50'- Adesso si fanno vedere i padroni di casa che provano ad impensierire la retroguardia azzurra, ma le sortite offensive sono alquanto innocue.

47'- Aggressivo il Napoli in questo inizio, guadagnato anche un calcio d'angolo. Per poco Albiol non fa urlare di gioia i tifosi accorsi in Repubblica Ceca. Il difensore spagnolo manca l'impatto con i pallone per pochissimo.

46'- Callejon va via a Matejovski che lo stende. Giallo per il giocatore ceco.

20.02 - Squadre finalmente in campo. Si ricomincia. 

Squadre ancora negli spogliatoi. Si scaldano un paio di giocatori dello Sparta. Staremo a vedere se gli allenatori cambieranno qualcosa. 

Ci si aspettava qualcosa in più dal Napoli, mai pericoloso in questo primo tempo. Buona partita dello Sparta che in due occasioni ha messo in difficoltà la difesa partenopea, costringendo Rafael ad un vero e proprio miracolo. 

Marriner fischi la fine della prima frazione. Partita non entusiasmente. 0-0 alla Generali Arena tra Sparta Praga e Napoli.

46'- Sparta pericoloso sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma la difesa azzurra se la cava. 

45'- Il Napoli prova  a pungere con Higuain, ma la difesa ceca è davvero attenta questa sera. Un minuto di recupero.

43'- Matejovski è bravo ad andare via in dribblign, prova il destro ma viene murato da Koulibaly.

40'- Albiol salva il Napoli! Cross al centro di Dockal, sponda di Krejci, ma Albiol anticipa tutti e spazza la minaccia.

Un'istantanea di Lafata tutto solo davanti a Rafael, pronto a colpire di testa. Che riflesso del portiere azzurro!

37'- L'arbitro Marriner ferma Koulibaly per un'azione fallosa. Poteva far giocare l'arbitro inglese.

33'- Fase di stallo del match, con le squadre che si danno battaglia a centrocampo.

30'- Buona azione del Napoli, ma Higuain viene anticipato sul più bello.

29'- Molto attento Albiol che non lascia nessun spazio a Krejci.

26'- Tiro dalla distanza di David Lopez che finisce sul fondo. Partita che stenta a salire di ritmo.

24'- Higuain fermato con le cattive da Braebec. Nulla di fatto sugli sviluppi del calcio piazzato.

20'- Fallo di Costa su Callejon che provava a ripartire in contropiede.

17'- Miracolo di Rafael!! Sul ribaltamento di fronte  Rafael è prima fortunato e poi bravissimo a salvare il Napoli. Tiro dal limite di Husbauer che si infrange sulla traversa, Lafata raccoglie la respinta e batte di testa a colpo sicuro ma l'estremo difensore brasiliano si supera in tuffo.

17'- Ci prova Gargano dal limite, tiro centrale.

15'- Mesto guadagna una punizione sulla fascia destra. Si difende bene lo Sparta.

12'- Avanza lo Sparta, ma il tiro di Marecek è lento ed impreciso.

10'- Dockal rientra in campo dopo aver ricevuto le opportune cure mediche.

8'- Prova ad alzare il baricentro il Napoli, ma lo Sparta è attento dietro la linea del pallone.

6'- Entrata dura di Britos su Dockal che resta a terra dolente. Ammonito il difensore uruguagio.

5'- Prima azione d'attacco dello Sparta, che va al tiro con Dockal. Rafael devia in corner.

3'- Altro fallo su Callejon. Molto aggressivi i cechi in questo inizio.

I Partenopei si schierano col il solito 4-2-3-1, e pressano altissimi in questi primi minuti di gioco.

1'- Subito un entrata dura di Brabec su Callejon. 

Partiti!! L'arbitro Marriner ha dato il via all'incontro! Primo pallone giocato dal Napoli!

19.00 - Squadre schierate. Si aspetta solo il fischio d'inizo.

18.58 - Napoli in campo con la classica divisa casalinga. Squadre schierate, parte l'inno dell'Europa League.

18.55 - Squadre in campo mentre risuona l'inno dello Sparta Praga!

18.50 - Le squadre tornano negli spogliatoi dopo un'intenso riscaldamento. Viste le basse temperature occorre riscaldare a dovere i muscoli per evitare precoci infortuni. Occhio ad Hamsik, che fa sempre bene in Repubblica Ceca.

18.45 - Manca ormai un quarto d'ora all'inizio del match. La Genereali Arena si riempie nonostante le temperature glaciali. Speriamo fdi vivere una bella serata di sport.

18.40 - Marek Hamšík, capitano Napoli: “Ho bei ricordi nello stadio di Praga. L’ultima volta che ci ho giocato, ero con la nazionale. Vincemmo le qualificazioni per il mondiale del 2010. Stasera dobbiamo vincere per passare alla fase successiva. Faremo del nostro meglio per cogliere lo Sparta di sprovvista. Lo Sparta in casa ha un grande pubblico e mi aspetto una gara molto aperta poiché sono molto offensivi come gioco. Sugli spalti ci saranno tanti miei amici, ma anche tanti componenti della mia famiglia”.

18.35 - RAFA SA COME SI ESPUGNA PRAGA - Era il 14 febbraio 2013, il Napoli di Mazzarri veniva strapazzato dal Viktoria Plzen al San Paolo (nella serata del compleanno di Cavani, così come si giustificò l’ex tecnico azzurro), mentre il Chelsea batteva lo Sparta - non senza sofferenze - per 1-0 gettando le basi del successo finale avvenuto qualche mese dopo contro il Benfica. Fu Oscar al minuto 82 a togliere Benitez dai guai in Repubblica Ceca, lo spagnolo cercherà adesso un aiuto nel proprio cuscino per sciogliere le ultime riserve sulla formazione titolare a Praga. Solo Rafael dunque è sicuro nel posto, per il resto l’ex manager di Inter e Liverpool non ha voluto dare indicazioni (”Non lo so quanti elementi cambierò, devo vedere come stanno alcuni elementi"). E’ dunque partita la caccia alla qualificazione ai sedicesimi di Europa League, una vittoria a Praga permetterebbe al Napoli di archiviare la pratica con un turno di anticipo e giocare senza stress (dosando soprattutto le forze) in vista dell’appuntamento pre-natalizio contro la Juventus per la Supercoppa italiana.

18.25 - Questo lo schieramento tattico del Napoli

18.20 - Questa invece la formazione ufficiale dello Sparta Praga: Stech; Kaderabek, Brabec, Holek, Nhaimonesu; Husbauer, Marecek, Matejovski; Dockal, Lafata, Krejci. Lavicka manda in campo la formazione migliore, che nell'ultimo turno di campionato ha battuto 4-0 il Ceske Budojevice. Attacco affidato al solito Lafata, ma occhio a Husbauer.

18.15 - Benitez soprende tutti mandando in campo sia Higuain che Hamsik. Per il resto confermate le previsioni della vigilia, con Jorginho che dovrebbe agire sulla trequarti. Difesa composta da Mesto, Albiol, Koulibaly e Britos. Ancora fiducia a Rafael, apparso molto spaesato contro il Cagliari.

18.10 - Ufficializzata la formazione del Napoli. Ecco gli 11 mandati in campo da Raga Benitez:  Rafael; Mesto, Albiol, Koulibaly, Britos; Gargano, David Lopez; Callejon, Jorginho, Hamsik; Higuain.

18.05 - Buona sera e benvenuti da Vincenzo Esposito e da  Vavel Italia alla diretta scritta live ed di Sparta Praga - Napoli, incontro valevole per la 5^ Giornata dei gironi preliminari di Europa League. Alla Generali Arena di Praga, scenderanno in campo lo Sparta Praga ed il Napoli, appiaiti a pari punti in testa alla Classifica del Gruppo I.

18.00 - Questa la Classifica del Girone I, che vede il Napoli ad un passo dalla qualificazione ai sedicesimi, vista anche la migliore differenza reti negli scontri diretti con lo Young Boys. In caso di vittoria dei partenopei, ci sarà il passaggio ai sedicesimi con un turno di anticipo. Qualora la squadra di Benitez dovesse perdere, avrebbe un'ultima chance nell'ultima giornata contro lo Slovan Bratislava. 
 

NAPOLI - Ancora out Mertens (autore di una doppietta all'andata), oltre agli infortunati Zuniga, Michu ed Insigne. Benitez pensa inevitabilmente anche alla gara con la Sampdoria e potrebbe risparmiare inizialmente Higuain, con l'inserimento di Duvan mentre nella linea di trequartisti per dare riposo ad Hamsik potrebbero giocare Jorginho con Callejon e De Guzman. A centrocampo Inler e Lopez ed in difesa Albiol e Koulibaly con Mesto a destra e Britos a sinistra.
NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Mesto, Albiol, Koulibaly, Britos; Lopez; Inler; De Guzman, Jorginho, Callejon; Duvan. All. Benitez

SPARTA PRAGA - Lavicka dovrebbe confermare l'undici tipo visto in campo nelle ultime uscite. In difesa la coppia composta da Brabec ed Holek con Kadeřábek a destra e Costa a sinistra. A centrocampo Mareček ed Hušbauer ed in attacco il terzetto composto da Matejovsky, Dočkal e Krejci in supporto all'unica punta Lafata.
SPARTA PRAGA (4-2-3-1): Stech; Kadeřábek, Brabec, Holek, Costa; Mareček, Hušbauer; Matejovsky, Dočkal, Krejci; Lafata. All. Lavicka

17.40 - Non sarà un match facile, non solo perchè Rafa Benitez deve guardare anche al match con la Sampdoria e qualche big partirà dalla panchina, ma soprattutto perchè lo Sparta ha vinto tutte e cinque le gare casalinghe europee disputate in Europa in questa stagione a partire dagli spareggi. I cechi hanno messo a segno complessivamente 21 reti, mentre i partenopei hanno vinto solo una delle ultime sei gare esterne a livello europeo. Inoltre la squadra di Lavicka ha già dato del filo da torcere a Benitez, quando era alla guida del Chelsea: i londinesi, che poi si sarebbero laureati campioni dell'Europa League, rischiarono molto sia in casa dei cechi dove vinsero per 1-0 nel finale, che in casa, dove un gol del solito Lafata dopo 10 minuti mise la qualificazione in bilico. L'ultimo ko in campo Europeo dei cechi infatti, risale proprio a quella gara di sedicesimi di finale. 

Queste le ultime 5 gare europee dello Sparta Praga giocate tra le mura amiche:

1) 2° turno preliminare Champions: 15 luglio, Sparta-Levadia 7-0
2) 3° turno preliminare Champions: 29 luglio, Sparta-Malmoe 4-2
3) Preliminare Europa League: 28 agosto, Sparta-Pec Zwolle 3-1
4) Girone Europa League: 2 ottobre, Sparta-Young Boys 3-1
5) Girone Europa League: 6 novembre, Sparta-Slovan Bratislava 4-0

Napoli - Jorginho ha preceduto l'allenatore spagnolo in conferenza, queste le sue parole:"In che ruolo preferisco giocare? Preferisco giocare da regista, ma rispetto la decisione del mister. E' lui che decide, io faccio il meglio per aiutare la squadra a vincere. Il gol lo vorrei, certo, ma l'importante è vincere come squadra". Dopo l'apertura di Conte a Dybala speri in una convocazione? "La nazionale è frutto del lavoro con la tua squadra, io penso al Napoli e se sono chiamato mi farà solo piacere". "L' Europa League per noi conta tantissimo, c'è un premio ed è sempre una competizione importante, noi vogliamo vincere ogni partita e nessun giocatore vuole perdere, non sarebbe professionale, e siamo concentrati sulla gara di domani". "Attenzione allo Sparta. Sono una squadra forte e pericolosa, in casa è più forte e ci siamo preparati per fare del nostro meglio".

Dopo il centrocampista italo-brasiliano è il turno di Rafa Benitez: ancora arrabbiato dopo il pareggio di domenica? "Io non ero arrabbiato per la gara, ma per l'ultima parte del match in cui non abbiamo chiuso la partita e non siamo riusciti a gestire il pallone. La mia esperienza dice che bisogna guardare avanti, la rosa è buona ed ho fiducia perchè siamo in crescita e possiamo migliorare tantissimo"."E' calata l'intensità, non abbiamo fatto la fase difensiva come potevamo ed abbiamo perso la concentrazione. Eravamo migliorati, col Cagliari abbiamo sottovalutato la situazione". Effettuerà un turnover massiccio domani sera? "La sosta non è sosta perchè viaggiano e giocano, ci sono partite precedenti oltre alle otto ravvicinate, per questo la rosa è da sfruttare. Oggi non lo so quanti elementi cambierò, devo vedere come stanno alcuni elementi". Come procede il recupero di Mertens? "Lui ha lavorato un pò oggi, sembra stia meglio, ma mancano giorni e valuteremo. Se lui si allena normalmente può darci una mano".

Sparta Praga - L'allenatore dei cechi, Lavicka, ci tiene tantissimo alla sfida di questa sera, e carica a mille i suoi ragazzi: "Sono felice che riusciamo a fare un bel gioco, domani saremo ancora più motivati perchè affronteremo una grande squadra. Speriamo ci sia una bella atmosfera. Come ha detto Marek per noi ogni gara interna è una festa, abbiamo giocato un bel calcio e speriamo di farlo anche domani. A Napoli perdemmo, ma siamo migliorati in campionato e domani vedremo le differenze". "A Napoli alcune cose sono state buone e vorremmo ripeterli, ci sono stati degli errori e col Napoli non puoi permettertelo. Domani non dovremo farli ed abbiamo studiato bene la gara. Noi rispettiamo l'avversario, abbiamo un grande rispetto di loro. Hanno giocatori speciali a livello individuale, che sia Higuain o Duvan, oltre ad Hamsik, speriamo di giocare al nostro meglio".

E’ intervenuto insieme all’allenatore Lavicka anche il centrocampista Matějovský: "Per noi è la partita della stagione, diamo la massima importanza alla gara di domani col Napoli. Sappiamo che il Napoli è fortissimo, perciò dobbiamo difendere bene e trovare il contrattacco. Hamsik è uno dei giocatori più forti ed importante e dobbiamo controllarlo bene. Chi il migliore? E' molto difficile scegliere un giocatore, ce ne sono tanti importanti del calcio mondiale, se proprio devo scegliere dico Higuain che ha segnato tantissimo".

17.15 - Brucia ancora in casa Napoli il pareggio rimediato domenica pomeriggio in casa contro il Cagliari. Brucia perchè era una partita messa in banca con un vantaggio provvisorio di dure reti. Ma i ragazzi di Benitez non hanno mantenuto la concentrazione per tutti i 90 minuti, e alla fine sono stati rimontati due volte, fino al 3-3 finale. Pesano tantissimo però gli errori dei singoli, come quelli del portiere Rafael, che sia sul secondo gol che sul terzo, non è riuscito a fare del suo meglio, mettendo in seria difficoltà la difesa napoletana. Vedremo se stasera sarà cambiato qualcosa rispetto a domenica.

 17.05 - Un pò di numeri

Napoli vittorioso in tre delle ultime quattro partite di Europa League (1P) – otto gol segnati in questo parziale, tre quelli subiti. Il Napoli ha vinto solo l’ultima delle cinque gare europee disputate contro formazioni della Repubblica Ceca/Cecoslovacchia (1N,3P). Gli azzurri hanno sempre subito gol in queste cinque partite contro formazioni ceche – una media di 1.8 gol a partita. Tra le formazioni di questa fase a gironi di Europa League, il Napoli è quella che ha provato più volte la conclusione (66). Solo il Borussia Mönchengladbach (89%) ha una percentuale di passaggi riusciti superiore al Napoli (86%) in questa fase di Europa League. Il Napoli è la squadra che ha subito meno tiri dopo quattro partite della fase a gironi, 30 (sette nello specchio). Gonzalo Higuaín ha realizzato due reti in questa Europa League, una di queste (ed un assist) proprio nella sfida dell’andata.

16.55 - Nel frattempo, oltre alla questione meramente legata al campo ed ai risultati, è sempre tempo di calciomercato. In questi giorni è rimbalzata in Italia, ma soprattutto a Napoli, la voce che la squadra di De Laurentiis sarebbe in contatto con la Sampdoria di Ferrero per l'acquisto a titolo definitivo di Manolo Gabbiadini. L'attaccante, che è anche nell'orbita della nazionale di Conte, potrebbe essere l'uomo giusto per andare a sostituire, momentaneamente, l'infortunato Insigne, oltre ad essere un giovane di grande prospettiva. 14 i milioni che avrebbero chiesto Juventus e Sampdoria, con il Napoli pronto all'investimento per il talento bergamasco.

Share on Facebook