Europa League, Benitez mette in guardia il Napoli: "Attenti, il Trabzonspor vorrà vendicarsi"

Rafa Benitez è intervenuto a Castel Volturno per presentare la sfida di domani sera. Il suo Napoli affronterà il Trabzonspor nel ritorno dei Sedicesimi di Europa League, in una sfida che sembra già decisa visto il secco 4-0 con cui i partenopei si sono imposti sui turchi

Europa League, Benitez mette in guardia il Napoli: "Attenti, il Trabzonspor vorrà vendicarsi"
Europa League, Benitez mette in guardia il Napoli: "Attenti, il Trabzonspor vorrà vendicarsi"

Rafa Benitez è intervenuto a Castel Volturno per presentare la sfida di domani sera. Il suo Napoli affronterà il Trabzonspor nel ritorno dei Sedicesimi di Europa League, in una sfida che sembra già decisa visto il 4-0 con cui i partenopei si sono imposti sui turchi.

La prima domanda al tecinco iberico riguarda la partita dell'andata: "Sì, lo dissi anche prima, non è facile giocare lì in un ambiente molto caldo che anche sotto di tanti gol i tifosi continuavano ad essere al loro fianco. I giocatori in campo hanno applicato quello che abbiamo preparato ed abbiamo indirizzato la gara. Loro recuperano un paio di giocatori, saranno feriti e vorranno dimostrare il loro valore". Su come gestire la gara di domani sera, dove non potranno assolutamente esserci cali di tensione: "Non dovremo avere fretta, dobbiamo giocare bene e così potremo fare gol, vincere e dare modo a tutti di dimostrare il suo valore. Quando si può fare un gol in più bisogna farlo...". "Dobbiamo concentrarci su questa gara. Abbiamo un grande vantaggio, ma c'è bisogno di fare bene e poi penseremo al campionato. Il calcio è particolare, serve concentrazione per gestire il vantaggio".

Sulle possibili scelte di formazione: "Qualcuno nuovo sicuramente giocherà, ma anche chi resterà fuori poi avrà chance contro il Torino. Gabbiadini punta centrale? Tutti dicono che devo giocare con Duvan, poi con Higuain, ora anche Gabbiadini. Li mettiamo tutti al centro come punta (ride, ndr). Il vantaggio è importante e quindi posso gestire la rosa e dare l'opportunità a chi ha giocato meno e vuole dimostrare di meritare maggiore spazio, come Dries che è stato sfortunato con l'espulsione ma che ha sempre un approccio buono. Lui è disposto maggiormente al lavoro difensivo rispetto a prima".

Un piccolo approfondimento su Duvan Zapata: "Duvan è un giocatore che attacca i centrali difensivi, si può creare spazio tra le linee per Marek o per il possesso. Ma dipende anche da un terzino più difensivo o offensivo e la linea difensiva"."Noi lo vedemmo in una amichevole contro l'Atletico Madrid in cui fece un bel gol. Lui è arrivato come vice-Higuain, non è facile quando sei giovane, ma è cresciuto molto con l'aiuto dello staff che lavora con lui in modo specifico ogni giorno. Poi impara dai compagni ed ora ha un valore particolare. Merito anche del settore scouting che l'ha selezionato".

La chiosa finale su quale squadra Benitez teme di più in Europa League "Sono coerente, prima dobbiamo vincere domani e poi analizzerò le squadre restanti".

A far compagnia al tecnico spagnolo c'era il folletto belga Dries Mertens, questo il suo intevento: "Ho segnato con l'Udinese, abbiamo vinto con Trabzonspor e non ho giocato a Palermo. Ho sbagliato il rigore, ma nello specchio mi dico che sto giocando bene. Per me non è vero che sto giocando male". "Posso giocare dall'inizio e farlo anche in maniera positiva, ma il mister decide quando devi giocare e devi accettare. Prima del rosso ho giocato sei minuti, ma l'importante è aver vinto. Spero di giocare domani e fare una grande partita. L'importante è dare il 100%, aiutare la squadra, ma mi piace giocare dall'inizio come tutti, e se devo giocare solo mezz'ora faccio il massimo". "Abbiamo fatto una bella gara all'andata e così vogliamo fare domani per andare avanti. Arriveranno belle partite".

Questo invece l'elenco dei convocati per la sfida di domani sera:

Rafael, Andujar, Contini, Mesto, Henrique, Britos, Koulibaly, Ghoulam, Gargano, David Lopez, Jorginho, Inler, Callejon, De Guzman, Mertens, Hamsik, Gabbiadini, Higuain, Duvan

Europa League