Europa League, Dnipro-Siviglia, le scelte degli allenatori

Atto finale dell'Europa League al Narodowy Stadium di Varsavia. Va in scena l'ennesimo atto di una gara che sembra l'eterna lotta tra Davide contro Golia. La favola Dnipro contro la detentrice del titolo: ecco le scelte di formazione dei due allenatori, Markevych ed Emery.

Europa League, Dnipro-Siviglia, le scelte degli allenatori
Dnipro-Siviglia, le scelte degli allenatori

Si alza il sipario sulla Finale di Europa League allo stadio Narodowy di Varsavia ed anche se meno blasonata di quella che tra dieci giorni si giocherà a Berlino, all'Olympiastadion, tra Barcellona e Juventus, la gara di questa sera ha la sua importanza per le squadre che scenderanno in campo, che potrebbero fare un passo importantissimo in avanti nella storia dei rispettivi club. 

Il Dnipro è al primo ballo davanti ad una coppa Europea, e la possibilità di portare il trofeo a casa, nonostante le difficoltà ambientali, la guerra e quanto passato in questa stagione sarebbe un motivo di immenso onore oltre che soddisfazione per i giocatore e per Myron Markevich, allenatore ucraino che ha plasmato la squadra a sua immagine e somiglianza: rognosa, aggressiva, mai doma, che incarna lo spirito di una nazione ferita nell'animo e nell'orgoglio dal conflitto con la Russia.

Dall'altra la squadra di Emery ha la possibilità di scrivere una pagina di storia non indifferente. Oltre a bissare il successo dello scorso anno allo Juventus Stadium contro il Benfica, la squadra andalusa ha la possibilità di mettere in bacheca la quarta coppa in un decennio: storia, appunto. Emery parte favorito, senza diritto di alcuna replica. Per blasone, per uomini, per collettivo, il Siviglia è superiore al Dnipro, così come lo era il Napoli, ma proprio per questo gli spagnoli dovranno fare molta attenzione e scendere in campo con la voglia di imprimere fin dai primi secondi il proprio ritmo alla gara, senza stare a guardare cosa faranno gli ucraini. 

OBIETTIVO CHAMPIONS 

Motivo in più, come sottolineato da Emery in conferenza stampa, sarà la possibilità di guadagnarsi l'accesso alla fase a gironi della Champions League tramite la conquista della coppa. Mentre il Dnipro, dal suo canto, è quasi sicuro di parteciparvi attraverso la classifica del campionato ucraino, il Siviglia ha chiuso quinto dietro al Valencia nel suo campionato ed è costretto a vincere se il prossimo anno vuole portare al Sanchez Pizjuan le note della Champions. Qualificazione che porterebbe a 5 le compagini iberiche nella massima competizione continentale per club, sottraendone una a quelle in Europa League, che ne diventerebbero soltanto due. 

LE ULTIME DAI CAMPI

DNIPRO - Qualche problema di formazione Markevych: mancheranno Zozuyla ed il centrocampista Kravchenko, oltre ai dubbi che aleggiano attorno alla presenza di Shakhov. Il tecnico schiererà la squadra con il solito 4-2-3-1: la linea difensiva, fatta di muscoli e tanta organizzazione, vedrà i soliti Fedetskiy, Douglas, Cheberyachko e Léo Matos davanti all'estremo difensore Boyko, protagonista assoluto contro il Napoli. In mediana ci sarà Kankava, assieme a Fedorchuk, con Rotan spostato leggermente in avanti. In avanti, dietro all'unica punta (ballottaggio Kalinic - Seleznov), ci saranno la stella Konoplyanka e uno tra Luchkevich e Bruno Gama. 

SIVIGLIA - Emery non potrà contare sulle prestazioni di Beto, eroe nella finale di un anno fa, acciaccato per un problema alla spalla: nessun problema, perché al suo posto ci sarà l'affidabilissimo Sergio Rico, il quale ha ben figurato nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa anche contro la Fiorentina in semifinale. Emery sceglie la difesa di Firenze: Coke a destra, Tremoulinas a sinistra, Carrico e Kolodziejczak al centro, con Krychowiak e Mbia in mediana a fare da scudo davanti al reparto arretrato e fare da collante con l'attacco. Il terminale offensivo sarà Bacca, pericolo numero uno assoluto, che sarà supportato da Banega, Vitolo e Vidal, pronti a rendersi pericolosi alle spalle del colombiano, autore di 26 gol in stagione di cui 5 in Europa League.

PROBABILI FORMAZIONI

Dnipro (4-2-3-1): Boyko; Matos, Cheberyachko, Douglas, Fedetskiy; Fedorchuk, Kankava; Konoplyanka, Rotan, Bruno Gama; Seleznov. Allenatore: Markevych.

Siviglia (4-2-3-1): Sergio Rico; Coke, Kolodziejczak, Carriço, Tremoulinas; Krychowiak, Mbia; Vidal, Banega, Vitolo; Bacca. Allenatore: Emery.

LE PAROLE DEGLI ALLENATORI 

Myron Markevych 

Unai Emery


Share on Facebook