Risultato Dnipro - Siviglia, Finale Europa League (2-3)

Risultato Dnipro - Siviglia, Finale Europa League (2-3)
Diretta live Dnipro - Siviglia
Dnipro
2 3
Siviglia
Dnipro: (4-2-3-1) Boyko; Fedetskiy, Douglas, Cheberyachko, Léo Matos; Kankava (85' Shakhov), Fedorchuk (68' Bezus); Matheus, Rotan, Konoplyanka; Kalinić (78' Seleznyov). A DISPOSIZIONE: Lastuvka, Vlad, Luchkevych, Gama. All.: M. Markevych.
Siviglia: (4-2-3-1) Sergio Rico; Aleix Vidal, Kolo, Carriço, Tremoulinas; Krychowiak, M'Bia; Reyes (58' Coke), Banega (87' Iborra), Vitolo; Bacca (82' Gameiro). A DISPOSIZIONE: Beto, Diogo Figueiras, Fernando Navarro, Denis Suarez. All.: U. Emery
SCORE: 7' Kalinic, 28' Krychowiak, 31' e 73' Bacca, 44' Rotan
ARBITRO: M. Atkinson (Inghilterra). AMMONITI: 17' Kankava, 45+2' Krychowiak, 45+2' Kalinic, 62' Carriço, 70' Bezus, 74' Bacca, 75' Rotan, 83' Leo Matos.
NOTE: Finale di Europa League che si gioca a Varsavia, dallo Stadion Naradowy di Varsavia, Polonia. Calcio d'inizio ore 20.45.

23.00 - Una grandissima serata di calcio a Varsavia, aspettando sempre notizie di Matheus, per questioni che vanno oltre il calcio. Giorgio Dusi e tutta la redazione di Vavel Italia vi ringraziano per l'attenzione e vi augurano una serena notte. Vi lasciamo con la foto della celebrazione.

22.57 - Ed ora il trofeo si fa un bel giro di campo... Meritatissimo trofeo per il Siviglia, manifesta superiorità quella della squadra di Emery, direttore d'orchestra perfetto di una squadra fortissima. Sciarpata splendida in curva.

22.55 - E ci siamo, il SIVIGLIA ALZA AL CIELO L'EUROPA LEAGUE!!!! ARRIVA IL CAPITANO FERNANDO NAVARRO, CHE SI INCARICA DI ALZARE LA COPPA AL CIELO DI VARSAVIA!!! IL SIVIGLIA HA VINTO L'EUROPA LEAGUE!!!

22.52 - Sempre a testa alta il Dnipro, si sono viste bandiere e sorrisi, oltre che lacrime. Ma ora è il momento dei vincitori!

22.51 - Tocca al Dnipro salire sul palchetto per ricevere la medaglia d'argento. Tanti applausi per la squadra ucraina, veramente di solo cuore. Siam sempre in attesa di notizie riguardo Matheus.

22.50 - Nel frattempo, la coppa è stata incisa...

22.49 - Si comincia con la premiazione degli arbitri: eccellente la direzione di Atkinson stasera.

22.48 - Gran dimostrazione di sportività di Aleix Vidal che è andato nella panchina avversaria a complimentarsi con gli sconfitti. Grande gioia per tutti.

22.46 - Un clima splendido di gioia, una marea rossa sigli spalti. Bacca festeggia con la figlia. Splendida scena quella di Fedetskiy, in campo con una bandiera ucraina sulle spalle a parlare con un bambino, verosimilmente suo figlio.

22.44 - E queste sono le sue lacrime di gioia:

22.43 - Ed è questo il gol che ha regalato la coppa al Siviglia, porta la firma di Carlos Bacca:

22.41 - Alla gioia si contrappone la delusione degli sconfitti: increduli i giocatori di Markevych, che hanno giocato una partita davvero onorevole. Ha semplicemente vinto la più forte, come spesso capita nel calcio.

22.40 - L'esplosione della panchina, le lacrime di gioia di Bacca, la metà rossa dello stadio in festa!!! IL SIVIGLIA VINCE 3-2  E CONQUISTA LA QUARTA EUROPA LEAGUE!!! DAL 2006 AL 2015, 4 VITTORIE IN 10 EDIZIONI!!!! NESSUNO COME LORO!!!

22.38 - FINISCE QUAAAAAAAAAAA!!!!!!! FINISCE QUAAAAAAAAAAA!!!!!!!! VINCE IL SIVIGLIA!!!!!! IL SIVIGLIA VINCE L'EUROPA LEAGUE!!!!!!!!!!!!!!

90+4' - Rico la fa sua!!! Konoplyanka fa il massimo, ma crossa tra le braccia del portiere!!! Manca pochissimo!!!!

90+3' - COKE NON LA CHIUDE!! Vidal lo serve in area, destro che finisce alto!!!!

90+2' - Cheberyachko chiede troppo a se stesso, progressione a vuoto. E il Siviglia guadagna palla e secondi preziosi!!!

90+1' - COLPISCE MATOS!!! MA RICO LA FA SUA!!! Colpo di testa troppo debole e centrale!!!

90' - Bezus crossa sul secondo palo! Mette in corner Tremoulinas... QUATTRO DI RECUPERO!!! Vediamo se il Dnipro assedierà ora!!

Lascia il campo in barella Matheus, che aveva ricevuto una testata in precedenza da Tremoulinas, chiaramente involontaria. Brutte immagini, ci auguriamo si possa riprendere. Intanto si ricomincia a giocare.

ATTENZIONE. Matheus resta a terra e ha urgente bisogno di soccorsi. Silenzio totale allo stadio, il giocatore si è accasciato al suolo, cadendo quasi come fosse privo di sensi. Preoccupazione in campo.

87' - Cheberyackho regala la rimessa laterale al Siviglia, grande difficoltà. Altri applausi intanto per Banega che lascia il posto a Iborra.

85' - Eccolo il cambio: esce Kankava, entra Shakhov.

84' - Rico rischia un po' con un'uscita di piede rischiosa, ma alla fine se la cava. Fa fatica il Dnipro ora ad attaccare, mentalmente annebbiati i giocatori di Markevych che ha ancora un cambio a sua disposizione.

83' - Rischia Rotan andando dritto su Banega, lo grazia Atkinson. Il giallo se lo prende Matos, che spinge troppo platealmente Aleix Vidal.

82' - Momento di ovazioni, esce Carlos Bacca: dentro al suo posto Gameiro!

81' - Palla fantascientifica al centro di Konoplyanka, Matheus stacca male però!! Palla fuori!

80' - ANCORA SIVIGLIA SUL CORNER!!! Stacca Kolo nel mucchio, palla che esce di pochissimo!! Sembra stanco il Dnipro ora.

79' - BACCA SFIORA LA TRIPLETTA, BOYKO GLI DICE NO!!!!!!!! PAZZESCO!!! M'Bia crossa tagliato per il colombiano che in area vuol colpire di testa ma la prende di spalla, il portiere sbraccia quasi a caso e la manda in corner!!!

79' - Vidal parte sulla tangenziale destra!! Bacca gliela serve sulla corsa, ma l'esterno si complica un po' la vita. Rimessa dal fondo.

78' - Dentro anche Seleznyov ora, il giustiziere del Napoli: gli lascia il posto Kalinic. Non sceglie le due punte Markevych.

76' - Fedetskiy arriva bene al tiro in area, ma il sinistro non è il suo piede e il tiro strozzato e lento finisce largo.

75' - Vitolo ancora un drago: Rotan gli cade addosso, giallo anche per lui.

Uno spiovente cade tra due difensori addormentati, Vitolo di esterno la mette direttamente sui piedi del colombiano che la controlla e di esterno batte Boyko!! Fate 28 in stagione!!! E un giallo per aver preso una bandiera dagli spalti... E IL SIVIGLIA TORNA AVANTI!!!

73' - CAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOSSSSSSSSSSSSSS BBBBBBBBAAAAAAAAAAAACCAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!! CHE ATTACCANTE, CHE ATTACCANTE!!! SIVIGLIA IN VANTAGGIO, TRE A DUE!!!!

72' - Si entra duro ora: Leo Matos su Coke, niente giallo per lui.

70' - Entrato male in partita Bezus, che prende un giallo evitabile per un'entrata abbastanza dura su M'Bia.

69' - EPISODIO!!!! Ma Atkinson vede benissimo!! Vitolo cerca un contatto con Matheus in area, ma si butta a terra cercando lui il contatto!! Molto bravo l'arbitro a vedere bene, il brasiliano non affonda. Prima avevano lisciato in due...

68' - Ed ora il Dnipro si sbilancia: dentro Bezus, fuori Fedorchuk.

67' - MURATO KRYCHOWIAK!!! E' SUCCESSO DI TUTTO!!! Prima Kolo taglia sul primo palo e devia leggermente, Boyko respinge e il polacco viene murato da Leo Matos!!! Poi non riescon piu a calciare i giocatori del Siviglia!! Occasionissima!!!

66' - Matos va a mettere in corner un cross deviato di Tremoulinas che stava diventando pericoloso. Buona la trama del Siviglia!

64' - Salva Tremoulinas su Matheus!!! Era partito il brasiliano, ma il francese con ottimo tempismo è entrato in scivolata e ha chiuso!

63' - Reagisce il Siviglia, Coke affonda e si guadagna un corner sui cui sviluppi M'Bia colpisce alto.

62' - Rotan la tocca per Konoplyanka, palla che esce non di poco.

62' - Carrico mette giù Kalinic da dietro, giallo per lui. C'era vantaggio, ma Atkinson ha fischiato e la punizione è interessante.

61' - Cerca un sinistro al volo difficilissimo Krychowiak, palla che spioveva dal cielo. La prende malissimo.

60' - Lancio lungo per Bacca, Fedestskyi lo anticipa e subisce anche fallo. Primo quarto d'ora senza vere occasioni, ma con buon calcio.

58' - NON RIESCE A CALCIARE IL SIVIGLIA! Almeno tre buone opportunità per concludere tra Vitolo, Bacca e Banega, ma chiude bene la difesa. Primo cambio per il Siviglia intanto: dentro Coke, che va a fare il terzino, e fuori Reyes. Si alza Vidal sulla linea dei trequartisti.

56' - Reyes cerca un pallone geniale dentro per Bacca col sinistro!! Douglas perfetto a intercettare. Difensore estremamente interessante il brasiliano.

54' - Avvia un contropiede stupendo il Siviglia, ma si perdono in tre. Konoplyanka sul capovolgimento di fronte cerca la porta da fuori, ma la manda oltre la traversa.

53' - Destro di Matheus da fuori che vien smorzato: un gioco da ragazzi bloccare per Rico. 

51' - Succede di tutto e un po': il Siviglia attacca e M'Bia di testa arriva leggermente tardi, riparte il Dnipro con Matheus che serve Kalinic, ma Vidal compie una gran diagonale e chiude tempestivamente. M'Bia era anche rimasto giù, ma si è rialzato subito. Insomma, tanto tran-tran per nulla. Si gioca!

49' – Konoplyanka show: prima col destro cerca un lancio quasi preciso per Leo Matos che si inseriva da dietro (assist difficilissimo da dare), poi trova un sinistro ribattuto. Se il 10 è in partita, il Siviglia soffre.

48' - BACCA IN OFFSIDE!!! Palla di prima geniale di Banega per il colombiano nello stretto... Fuorigioco che c'è, ma di pochissimo!! In ogni caso aveva salvato la difesa, il colombiano non era riuscito a concludere.

47' - Partenza aggressiva del Dnipro che cerca spazi a destra. Siviglia a tratti sorpreso dagli attacchi degli ucraini. Non crea comunque pericoli la squadra di Markevych.

21.49 - E SI RICOMINCIA!!! VIA AL SECONDO TEMPO, SI RIPARTE DAL 2-2!!!!

21.48 - Non sembrano esserci cambi. Gli stessi 22 in campo, Atkinson presente, palla al centro per il Dnipro...

21.46 - Sono pronti a rientrare in campo i protagonisti del match!

21.44 - Difficile aspettarsi qualcosa di diverso da quanto visto nei primi 45 minuti nella ripresa, il Dnipro cercherà di sfruttare le ripartenze con Konoplyanka e Matheus, mentre Reyes e Banega cercheranno di inventare per Emery. Intanto ecco qualche istantanea dal primo tempo:

La gioia di Kalinic

21.41 - Una partita gestita, ma non dominata dal Siviglia, e il risultato lo testimonia. Gli andalusi hanno giocato meglio ma anche sofferto troppo, confermando le già note amnesie difensive: l'assenza di Nico Pareja si sta rivelando pesantissima. Ci si diverte però, perchè i gol non sono mancati. Il Dnipro ha trovato tardi Konoplyanka, praticamente assente nei primi minuti di gioco. Ci aspetta un gran secondo tempo!

21.37 - Andiamo a rivedere i gol del primo tempo:

21.32 - FINISCE UN INCREDIBILE PRIMO TEMPO!!!! 2-2 TRA DNIPRO E SIVIGLIA!!!

45+2' - Piovono gialli: a Krychowiak per un fallo di gioco e a Kalinic per una gomitata, che sembrava involontaria.

45+1' - Aleix Vidal prova a sfondare a destra, trova la respinta di Leo Matos che non si fa trovare impreparato.

DUE MINUTI DI RECUPERO!!

Un passo solo di rincorsa, destro che va oltre la barriera e finisce in porta, con la complicità di Sergio Rico che parte molto tardi. 2-2, pazzesco!! Praticamente al secondo tiro in porta!!

44' – RUUUUUUUUUUUUUSLAAAAAAAAAAAAAAANNNNNNNNNNN ROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOTAAAAAAAAAAAAAANNNNNNNN!!!!!!!! SORPRENDE TUTTI!!!!!!!! CALCIA LUI A GIRO SOPRA LA BARRIERA E SEGNA!!!!!! NON KONOPLYANKA, MA ROTAN!!!! DUE A DUE, MA CHE PARTITA SPLENDIDA!!!!

43' – Kolo porta a terra Matheus, punizione pericolosa dai 20 metri: non c'è nemmeno bisogno di dire chi è il primo indiziato per calciare...

42' – BOTTA DI ALEIX VIDAL!! Un classico, arriva in corsa e cerca il destro secco dal limite dell'area, ma non trova la porta di poco.

41' - ...che frutta solo un fallo in attacco. Punizione Siviglia.

40' - Ancora Konoplyanka! Cross sul secondo palo che raccoglie Matheus, in difficoltà nel rimetterla dentro. Guadagna il massimo dalla situazione, cioè un corner.

39' – Ora gli ucraini cercano molto di più il loro fuoriclasse. Il Siviglia parte da dietro per cercare spazi.

37' – SERGIO RICO MIRACOLOSO!!!!! KONOPLYANKA CALCIA COL DESTRO DA FUORI, IL PORTIERE VOLA AD ALZARLA SOPRA LA TRAVERSA!!! ANDAVA NEL SETTE QUEL PALLONE!!!

37' - Ci prova anche su punizione il Dnipro, Konoplyanka cerca di prender per mano i suoi!!

34' – Molto più disteso ora il Siviglia, chiarissimo il linguaggio del corpo! Non se l'aspettavano gli ucraini che ora provano nuovamente ad attaccare.

Reyes riceve palla a centrocampo e alza subito la testa: palla lunga per Bacca che parte in mezzo ai due centrali, salta Boyko e col destro la appoggia nella porta sguarnita!!! TUTTO, E' CAMBIATO TUTTO!!!! CHE SIVIGLIA ORA!!!

31' - CAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARLOOOOOOOOOOOOOOOOOSSSSSSSSSSSS BAAAAAAAAAAAAAAAACCAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!! IL SIVIGLIA COMPLETA LA RIMONTA!!!!! DUE A UNO!!!!!! CHE ASSIST DI REYES!!!!

31' - Prende coraggio il Dnipro: Kalinic va in profondità e non riesce a calciare, riapre per il cross di Matheus troppo lungo per Konoplyanka!

Ancora una volta è un corner a mettere in difficoltà il Dnipro: sugli sviluppi dell'azione arriva una palla al centro per Krychowiak che da attaccante vero la difende e la gira rasoterra in porta più o meno dal dischetto del rigore!!! 1-1, tutto da rifare per il Dnipro!!!

28' – GRZEEEEEEEEEEEEEEGOOOOOOOOOORZZZZZ KRYYYYYYYYYYYYYYYCHOOOOOOOOOOOOOOWIAAAAAAAAAAAAKKKK!!!!! PROPRIO IL POLACCO SEGNA IN POLONIA!!!!! PAREGGIA IL SIVIGLIA!!!!!!!

27' – LA SALVA KANKAVA!!!!! DECISIVO!!! REYES A COLPO SICURO su una punizione battuta veloce, la devia in corner il georgiano!!! Che salvataggio!!

27' - Continua a perdere sangue Fedorchuk, che si è aperto all'altezza della tempia dopo il contrasto di cui si è reso protagonista nei primi minuti di gara.

26' – BOYKO RISPONDE PRESENTE!!! Sul corner stacca benissimo Krychowiak sul secondo palo abbastanza solo: schiaccia la palla, ma il portiere vola a rimetterla in corner!!!

24' - Rischia il giallo Rotan, brutto il suo fallo: Atkinson lo guarda male ma lo grazia. Ora corner per il Siviglia, guadagnato da Tremoulinas.

22' - Punizione pericolosa scodellata al centro dal Siviglia, Boyko controlla la sua area e sventa la minaccia.

20' - SINISTRO DI REYES!! Parte da destra, rientra sul sinistro: cerca il primo palo sfruttando il taglio di Aleix Vidal che gli porta via l'uomo, ma la palla esce di poco.

19' - Idea di Banega per il taglio di Vitolo! Palla filtrante eccellente ma che Cheberyachko intercetta. Aumenta la pressione degli andalusi, che fanno fatica a trovare spazi. 

17' - Primo giallo della finale per Kankava: ineccepibile, fallo che interrompe un'azione importante.

16' - Colpo di testa decisamente innocuo di Kalinic, Rico stavolta in presa non ha problemi.

15' - Da indicazioni Emery: i suoi sono pericolosi, ma dietro non danno l'idea di essere un fortino. Sguardo preoccupato quello dell'allenatore del Siviglia. 

12' - DOPPIA RESPINTA!!! Vitolo ci prova prima su un ottima trama, ma viene murato. Stessa sorte tocca ad Aleix Vidal a seguito di uno schema di Bacca, nato da un corner battuto rasoterra!!

11' - Banega col destro da fuori: palla che termina alta.

10' - Che colpo per il Siviglia, che ora fatica un po' a giocare: Coke da leader si alza dalla panchina per incitare i suoi, ma le seconde palle son tutte degli ucraini!!

Contropiede magistrale: lancio lungo per Matheus che con il destro al centro trova l'accorrente attaccante croato: per Kalinic è un gioco da ragazzi metterci la testa e battere Rico, che si muove un po' tardi! Da riveder la difesa andalusa, subito Dnipro avanti!!!

7' - NIKOLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA KAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAALIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIINIIIIIIIIIIIIICCCCCCCCCCCCC!!!!!!!!!!!!!!!!!!! DNIPRO IN VANTAGGIOOOOOOOO!!!!!!! INCREDIBILEEEE!!!!! 

6' - Reyes cade in area dopo un passaggio dal fondo di Vitolo per lui: troppo plateale la caduta, non c'è mai rigore.

5' - Prova a sfondare a destra Aleix Vidal, ottimo posizionamento difensivo degli ucraini.

4' - Cerca spazi col fraseggio la squadra di Emery, messo bene dietro il Dnipro, che vuol giocare in ripartenza.

3' - Primo spunto di Konoplyanka dopo un brutto fallo di M'Bia, che se la cava: palla messa fuori dalla Siviglia. Anche Fedorchuk duro: partita molto viva!!

2' - BACCA SUBITO!!! Prima occasione!!! Stop di petto spalle alla porta, si gira ma anticipa troppo il tiro al volo: palla alta sul suo sinistro!!

20.45 - E ATKINSON FISCHIA!!!! COMINCIA LA FINALE DI EUROPA LEAGUE!!! PRIMO PALLONE PER IL SIVIGLIA!!!!

20.44 - Si lancia la monetina, stretta di mano tra i capitani Rotan e Reyes. Le squadre si sono posizionate in campo...

20.43 - L'inno dell'Europa League. Escono le bandiere e i cartelloni, e si vedono anche le coreografie dei tifosi...

20.42 - ENTRA LA COPPA ED ENTRANO ANCHE LE SQUADRE!! Pochi minuti al fischio d'inizio...  

20.40 - Scendono due bandiere dal tetto, a indicare le due squadre. I giocatori sono pronti nel tunnel. SALE LA TENSIONE!!

20.38 - Un passaggio della coreografia.

20.35 - Cominciata la cerimonia in campo! Si balla, tanto giallo e bordeaux, colori del logo della competizione, con sfumature bianco-rosse che rappresentano la Polonia. Si aspetta solo Jerzy Dudek che porterà la coppa..

20.31 - Si canta già al Naradowy! Manca sempre meno al calcio d'inizio e, ancor prima, alla cerimonia...

20.28 - Deve ancora riempirsi lo stadio, ma la situazione è questa: atmosfera delle grandi occasioni, e non potrebbe essere altrimenti...

20.25 - Se il Siviglia punta sulla squadra, il Dnipro si attende tanto da un giocatore in particolare: Evgen Konoplyanka. Il giocatore va in scadenza di contratto il 30 giugno 2015 ed è cercato da tantissime squadre. Oggi molti osservatori saranno a Varsavia per lui e per Bacca, anche lui nel radar di diverse big.

20.21 - E vediamo cosa sta succedendo nella metà campo degli ucraini.

20.17 - Conosciamo meglio lo stadio: ha 58145 posti a sedere (inutile dire che stasera saranno tutti occupati...), è stato costruito tra il 2008 e il 2012, in occasione degli europei organizzati congiuntamente da Polonia e Ucraina.  Ha ospitato l'incontro di apertura della manifestazione, altri due incontri dei gironi, un quarto di finale e una delle semifinali. Costo? 438 milioni di Euro.

20.12 - Intanto anche gli andalusi sono scesi in campo per prepararsi alla gara. Va riempiendosi lo stadio nazionale.

20.10 - Sarà una partita speciale per il mediano del Siviglia Grzegorz Krychowiak, di Nazionalità Polacca. Oggi gioca praticamente in casa, alla caccia del suo primo trofeo.

20.07 - Sfilata di star e di personalità importanti a Varsavia. Qui il nostro connazionale Pierluigi Collina.

20.04 - Ed ecco il Dnipro in campo per il riscaldamento.

20.02 - Vediamo anche i giocatori non inclusi tra i 18 da Emery sul campo nel pre-gara.

20.00 - Andiamo anche a fare un giro nello spogliatoio del Dnipro:

19.57 - La composizione delle due panchine è invece la seguente:

DNIPRO: Lastuvka, Vlad, Luchkevych, Shakhov, Gama, Seleznyov, Bezus.

SIVIGLIA: Beto, Diogo Figueiras, Fernando Navarro, Coke, Iborra, Denis Suarez, Gameiro.

19.54 - Ed ecco anche l'UNDICI DEL DNIPRO: scelto Kalinic come prima punta al posto del giustiziere del Napoli Seleznyov. Panchina anche per Luchkevych, titolare come ala destra c'è Matheus. Indisponibile già da un po' Zozulya.

(4-2-3-1) Boyko; Fedetskiy, Douglas, Cheberyachko, Léo Matos; Kankava,  Fedorchuk; Matheus, Rotan, Konoplyanka; Kalinić. All.: M. Markevych.

19.50 - Scendiamo nello spogliatoio dei campioni in carica:

19.47 - Arriva la FORMAZIONE UFFICIALE DEL SIVIGLIA! Solo conferme per quanto riguarda l'undici di Emery: Aleix Vidal confermato sulla fascia destra di difesa, con Reyes e Vitolo esterni alti. Kolo va al centro della difesa, in porta non gioca Beto ma Sergio Rico.

(4-2-3-1) Sergio Rico; Aleix Vidal, Kolo, Carriço, Tremoulinas; Krychowiak, M'Bia; Reyes, Banega, Vitolo; Bacca. All.: U. Emery

19.44 - Lo Stadion Naradowy vestito a festa per questa attesissima finale: la coppa campeggia al centro.

19.40 - Le divise che le squadre e l'arbitro vestiranno stasera. Da sinistra: portiere Dnipro, giocatori di movimento Dnipro, direttore di gara, giocatori di movimento Siviglia, portiere Siviglia.

19.35 - Tantissimi ex giocatori del Siviglia oggi sui social hanno espresso il loro supporto alla squadra Andalusa. Ecco Palop, Rakitic, Maresca e Kanoutè: tutti loro hanno vinto almeno una volta la coppa con la divisa rossa e bianca.

19.30 - Buona sera e benvenuti all'atto finale della UEFA Europa League 2014/2015. Seguiremo in diretta dallo Stadio Nardowy di Varsavia la finale tra Dnipro e Siviglia, con calcio d'inizio alle ore 20.45. Live su Vavel lo spettacolo del Calcio Europeo. Live Dnipro - Siviglia. Si alza quindi il sipario sulla Finale che ha visto Napoli e Fiorentina cadere poco prima del traguardo, ma il merito va dato a due squadre che ci hanno creduto fino il fondo. Il Siviglia parte sicuramente con i favori del pronostico, ma occhio al Dnipro, che ha fatto della determinazione e della caparbietà i prinicipali punti di forza. Che inizi lo Spettacolo!!!

Varsavia, 27 maggio 2015, Stadion Narodowy. Viaggio di sola andata per Dnipro e Siviglia, di fronte per la prima volta nella loro storia con una Coppa lì a bordo campo pronta per essere alzata al cielo. Ci si gioca tutta una stagione, un intero anno di sudore e sacrifici, tutto in 90 minuti destinati ad essere ricordati per sempre nel bene o nel male. 

Da una parte c'è la tradizione del Siviglia, protagonista già da un paio di stagioni in Spagna ed Europa; campione in carica, pronto per concedere il bis come nelle stagioni 06-07. Dall'altra una cenerentola ucraina chiamata Dnipro. Ad inizio stagione in pochi, se non nessuno avrebbe scommesso un centesimo sul Dnipro finalista, ed invece dopo un girone poco entusiasmante ed una qualificazione molto fortunosa, la squadra ucraina ha saputo trovare la quadratura necessaria per sbaragliare la concorrenza e guadagnare una finale a dir poco storica. Tutt'altra storia per il Siviglia, come detto campione in carica e vincitore per ben tre volte della vecchia Coppa Uefa (primato condiviso con Inter e Juve).

Siviglia e Dnipro sono arrivate a Varsavia attraverso un calcio di natura diametralmente opposta, ma ugualmente efficace. Il Dnipro ha costruito i propri successi sulla compattezza di una squadra sprovvista di grandi talenti, ma sempre generosa e tenace. Per questo è stato proprio il reparto difensivo dei ragazzi guidati da coach Markevych a fare la differenza nelle partite definite "impossibili" contro avversari come il Napoli di Higuain, praticamente annullato da quella che è una delle migliori difese di tutta la competizione. A tutto ciò, però, va aggiunto anche un pizzico di fortuna che ha accompagnato gli ucraini sia nel girone, che nel doppio confronto con il Napoli; chissà che la storia non possa ripetersi anche in quel di Varsavia... 

Il Siviglia, numeri alla mano, ha dimostrato di essere la squadra migliore dal punto di vista della produzione offensiva. Bacca su tutti si è mantenuto sugli standard della passata stagione, risultando come uno dei giocatori più decisivi di tutta l'Europa League. Il segreto dei sivigliani  però è racchiuso nell'organizzazione di gioco che un tecnico preparato come Emery ha saputo dare ad una squadra formata da giovani in rampa di lancio (Suarez, Rico, Krychowiak) e giocatori esperti (Mbia, Banega, Reyes).

In campo, la sfida più suggestiva sarà di sicuro quella tra Bacca e Seleznyov, veri e propri trascinatori di Siviglia e Dnipro. Il colombiano che piace al Milan ha già realizzato 5 reti, mentre l'attaccante del Dnipro è andato a segno 3 volte, risultando spesso decisivo per la sua squadra. Anche sulle fasce andrà in scena un duello ad alto tasso qualitativo: da una parte la corsa e il dinamismo di Aleix Vidal, fresco di convocazione in nazionale, e dall'altra l'eleganza e la tecnica del gioiello di casa Konoplyanka, dato per partente al termine della stagione. Grande sfida anche tra i pali con due protagonisti di sicuro avvenire: Sergio Rico difenderà la porta del Siviglia, mentre il sorprendente Bokyo, già eccezionale nel doppio confronto con il Napoli, avrà il complicatissimo compito di stoppare la premiata ditta sivigliana. 

A dare maggior interesse alla sfida di questa sera, come sottolineato anche da Emery in conferenza stampa, sarà la possibilità di guadagnarsi l'accesso alla fase a gironi della prossima Champions League. Mentre il Dnipro, dal suo canto, è quasi sicuro di parteciparvi attraverso la classifica del campionato ucraino, il Siviglia ha chiuso quinto dietro al Valencia nel suo campionato ed è costretto a vincere se il prossimo anno vuole portare al Sanchez Pizjuan le note della Champions. Qualificazione che porterebbe a 5 le compagini iberiche nella massima competizione continentale per club, sottraendone una a quelle in Europa League, che ne diventerebbero soltanto due. 

Presentiamo le due squadre nel dettaglio

Il Dnipro si appresta a giocare la finale di Europa League, come la vera rivelazione dell'intera stagione europea. Già solo arrivare in finale con il Siviglia, rappresenta il punto più alto dell'intera storia della società ucraina. Gli ucraini si sono conquistati la finale con un lungo e tortuoso cammino, iniziato con i play off vinti per 2-1 con l'Hajduk Spalato. La fase a gironi non è stata di certo spumeggiante: inserita nel gruppo con Inter, Saint-Etienne e Qarabag, inizia nel peggiore dei modi chiudendo all'ultimo posto dopo le prime tre partite poi, cambia registro e con la vittoria decisiva nell'ultima gara con i francesi conquista il passaggio del turno alle spalle dei nerazzurri. Dai sedicesimi in poi, il Dnipro scende in campo costantemente nelle vesti dello sfavorito e puntualmente ribalta i pronostici, eliminando in ordine cronolgico: Olympiakos, Ajax e Club Bruges. In semifinale il sorteggio sembra essere fatale e beffardo per gli ucraini che si trovano ad affrontare il Napoli di Benitez, favoritissimo per la vittoria finale. L'andata al San Paolo mette in mostra le principali qualità degli ucraini che, si chiudono a difesa della propria area di rigore, e un volta finiti sotto per 1-0 trovano nell'unica occasione concessa, con molta fortuna il gol del pareggio, palesemente irregolare per doppio offside.  La partita di ritorno è il coronamento di un sogno che, fa esplodere Kiev (dove si è disputata la sfida per motivi di sicurezza a causa dei disordini in Ucraina) con la clamorosa vittoria per 1-0, frutto di un tatticisimo perfetto e di un Napoli poco brillante.

Gli uomini di Myron Markevych, artefice di questo capolavoro, non potevano immaginare di ritrovarsi a lottare per il trofeo europeo. La sfida sembra avere molte similitudini ed affinità con quella disputata con il Napoli, infatti, il Siviglia gioca un calcio molto offensivo simile a quello dei partenopei. E' lecito dunque attendersi il tipico atteggiamento che ha conferito il tecnico Markevych alla squadra, basato su maniacale tatticismo difensivo, con una costante ed "irritante" barricata a difesa della propria area di rigore, con l'originale primato nel numero di falli commessi. Atteggiamento attuato proprio per innervosire ed indurre all'errore l'avversario e magari approfittarne ma, domani vista la partita secca e la superiorità tecnica degli spagnoli, non è da escludere un tentativo ad oltranza di raggiungere i supplementari e provare a giocarsela alla lotteria dei calci di rigore. 

Per Markevych idee piuttosto chiare non solo sulla tattica ma, anche sugli uomini che scenderanno in campo. I dubbi sono relativi, oltre alle assenze certe dell'attaccante Zozulya e il centrale Kravchenko, alla presenza di Shakhov, faro e regista della squadra che difficilmente sarà in campo. Per il resto il tecnico dovrebbe schierare tra i pali Boyko, fenomenale in semifinale neutralizzando Higuain, a difesa del quale troveremo il muro composto dalla coppia centrale Cheberyachko - Douglas, sugli esterni Matos e Fedetskiy. I 2 mediani di centrocampo saranno Kankava e Fedorchuk, con Rotan che scala avanti, per sostituire Shakhov, insieme a Konoplyanka, stella della squadra e che lascerà a fine stagione, e Bruno Gama in ballotaggio con Luchkevich. In attacco vista l'esplosione e i due gol qualificazione in semifinale Seleznyov appare in leggero vantaggio su Kalinic.

Probabile Formazione: (4-2-3-1): Boyko; Matos, Cheberyanchko, Douglas, Fedetskiy; Fedorchuk, Kankava; Konoplyanka, Rotan, Luchkevich; Seleznyov. Allenatore: Markevych.

Cambiano gli addendi, ma il risultato resta uguale: l'aritmetica al contrario la teorizza il Siviglia, che con una squadra parecchio rinnovata rispetto allo scorso anno ha comunque raggiunto la finale di Europa League. Diversi protagonisti ed epilogo simile, con un punto in comune che spicca sugli altri: Unai Emery. Tattico, condottiero e probabilmente vero uomo in più degli andalusi, che hanno disputato un campionato di altissimo livello chiudendo con 76 punti, ma fermandosi al quinto posto, risultato non sufficiente per qualificarsi in Champions. Tra i maggiori campionati è record: media di due punti a partita e non-qualificazione alla massima competizione europea.

Uno dei tanti segreti della squadra di Emery è senza dubbio una rosa lunga e ricca di alternative per il 4-2-3-1 di base del tecnico ex Valencia e Spartak Mosca, che difficilmente si allontana dal suo sistema di gioco consolidato e ben oliato. I giocatori conoscono a memoria i movimenti da fare, ed è anche per questa ragione che in tanti ruoli chiave alcuni uomini fanno fatica ad ambientarsi da subito. Se diamo un'occhiata all'organico del Siviglia analizzandolo ruolo per ruolo, si nota come per ogni posizione ci siano almeno due titolari per ogni ruolo, a partire dalla porta.

C'è un però: la profondità è un pregio solo se la si sa sfruttare, altrimenti si rischia di avere giocatori scontenti in casa. Qui sta la bravura di Emery, capace di dare il giusto spazio a tutti cercando di capire il momento giusto per fare turnover, senza mai essere massiccio nelle rotazioni, trovando una chimica e un affiatamento di squadra che non riguarda solamente undici uomini, ma tutta la rosa. Una rosa lunga e ricca di qualità, in mano a un allenatore che la sa gestire: questo il segreto del Siviglia, arrivato a giocarsi la seconda finale di Europa League consecutiva, con un solo obiettivo: la doppietta.

A proposito di tattica è difficile non citare il perno del centrocampo andaluso: Grzegorz Krychowiak. Il polacco classe 1990 ha compiuto il definitivo salto di qualità in estate, lasciando il Reims per trasferirsi in un club di maggiore prestigio, e mai scelta fu più azzeccata: rapporto idilliaco con la squadra e la tifoseria per la grinta che mette in campo, capacità di recuperare palloni e bilanciare la squadra. Unica pecca le troppe ammonizioni, 13 solo in campionato, ma ci si può lavorare su. Krychowiak è la spalla perfetta che ogni regista vorrebbe avere, uno su tutti Vicente Iborra, che sa di potere spingersi più avanti sapendo che dietro di lui c'è il polacco a ripiegare e dare copertura, e i 9 gol stagionali lo dimostrano.

Emery non potrà contare sulle prestazioni di Beto, eroe nella finale di un anno fa, acciaccato per un problema alla spalla: nessun problema, perché al suo posto ci sarà l'affidabilissimo Sergio Rico, il quale ha ben figurato nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa anche contro la Fiorentina in semifinale. Emery sceglie la difesa di Firenze: Coke a destra, Tremoulinas a sinistra, Carrico e Kolodziejczak al centro, con Krychowiak e Mbia in mediana a fare da scudo davanti al reparto arretrato e fare da collante con l'attacco. Il terminale offensivo sarà Bacca, pericolo numero uno assoluto, che sarà supportato da Banega, Vitolo e Vidal, pronti a rendersi pericolosi alle spalle del colombiano, autore di 26 gol in stagione di cui 5 in Europa League.

Probabile Formazione: (4-2-3-1): Sergio Rico; Coke, Kolodziejczak, Carriço, Tremoulinas; Krychowiak, Mbia; Vidal, Banega, Vitolo; Bacca. Allenatore: Emery.

Ruslan Rotan, capitano Dnipro

Ovviamente siamo emozionati, siamo eccitati perché questa è la prima finale per il Dnipro. Proveremo a rimanere concentrati fino dal primo minuto. In ogni caso siamo affamati e faremo di tutto per vincere. E' una partita storica per il Dnipro. Abbiamo aiutato i tifosi ucraini a venire qui tramite donazioni. Abbiamo pagato alcuni biglietti, abbiamo aiutato alcuni tifosi ad arrivare qui pagando per il trasporto - abbiamo fatto di tutto per averli qui con noi. Proveremo a regalare loro emozioni positive di modo che siano felici. Il Siviglia è campione in carica e questo dice tutto. Sappiamo che sono molto pericolosi se hanno spazi e quindi faremo in modo che non ne abbiano. Quando il tecnico è venuto qui ci ha detto che avevamo una buona squadra ma eravamo troppo emotivi. Ci ha messo un freno e ci ha resi più calmi. Ora siamo più sicuri di noi stessi e siamo più equilibrati psicologicamente.

Valeriy Fedorchuk, centrocampista Dnipro

Abbiamo visto molte partite del Siviglia. Le squadre spagnole giocano tutte un calcio molto simile. Amano il contropiede e hanno ottimi attaccanti, quindi dovremo fare attenzione in difesa. Siamo arrivati così lontano che ora stiamo sognando, dobbiamo rimanere compatti e non pensare alle altre squadre. Speriamo di avere il sostegno delle persone locali perché Varsavia è più vicina all'Ucraina che alla Spagna e crediamo che la gente tiferà per noi. Siamo vicini e ci crediamo. Se vinciamo possiamo rendere felici molte persone.

Fernando Navarro, capitano Siviglia

Sarebbe meraviglioso vincere domani sera. Da capitano io sarei ovviamente quello che alza il trofeo, ma c'è molta strada da fare e ci sono molte cose da fare. Sarà una partita molto dura, non solo perché è una finale ma anche per gli avversari che avremo di fronte. Sappiamo che sarà dura batterli, quindi sarei ovviamente molto orgoglioso se ce la facessimo. E' un'occasione unica per poter festeggiare. Quest'anno c'è un premio in più, la qualificazione alla fase a gironi di Champions League. E' una motivazione extra per noi, anche se ovviamente è importante vincere un trofeo e rendere felice la gente. Meglio se riusciamo a vincere e a giocare in Champions League la prossima stagione! Abbiamo guardato molte partite del Dnipro, sono una squadra vera. Sappiamo come giocano e che possono farci male. Li teniamo in grande considerazione. Giochiamo sempre con umiltà, sappiamo che siamo vulnerabili se non diamo il 100%. Rispettiamo ogni squadra e anche se per gli altri magari le cose stanno diversamente, per noi le possibilità sono 50-50.

José Antonio Reyes, attaccante Siviglia

L'allenatore non ha ancora deciso la formazione iniziale ma tutti abbiamo questo sogno e siamo molto emozionati - vogliamo giocare la finale, ma ovviamente la cosa più importante è vincere. Questa è storia, e per il Siviglia sarebbe il quarto titolo, sarebbe un record. E' un grande obiettivo per noi, speriamo di avere fortuna, di fare felici i nostri tifosi e di fare la storia.

Per le Parole degli allenatori clicca sui rispettivi collegamenti:

Markevyc

Unai Emery

L'arbitro della partita sarà il britannico Martin Atkinson, alla sua 68esima partita UEFA. Per il fischietto 44enne la sfida tra FC Dnipro Dnipropetrovsk e Sevilla FC a Varsavia è senza dubbio la più importante della carriera. "E' una finale europea, la più importante che io possa arbitrare, assolutamente! Sono molto fortunato ad aver arbitrato tutte le finali nazionali in Inghilterra, e poter arbitrare ora una finale UEFA è un immenso onore". Nato a Bradford, Atkinson diventa il quarto ufficiale di gara dello Yorkshire a dirigere una finale europea. "Potrebbe essere nell'acqua, o forse nel thè!". Qualsiasi sia la ragione, Atkinson sarà senza dubbio orgoglioso di essere stato il quarto ufficiale nella finale di UEFA Champions League del 2010 a Madrid diretta dal connazionale Howard Webb proprio. "E' stato fantastico poterci essere. Parlo molto con Howard, abbiamo parlato molto di questa nuova sfida e sono certo che ne parleremo ancora"

Per il Dnipro si tratta della prima finale in una coppa europea. È la terza squadra ucraina a raggiungere una finale continentale, dopo Dinamo Kiev (vincitrice della Coppe delle Coppe nel 1974/75 e nel 1985/86) e Shakhtar Donetsk (vincitore della Coppa UEFA 2008/09).
Per il Siviglia sarà invece la quarta finale di Coppa UEFA/Europa League: gli spagnoli hanno vinto tutte le precedenti tre (2005/06, 2006/07 e la scorsa stagione). Dovesse conquistare il titolo, il Siviglia sarebbe la prima detentrice a confermare il titolo della Coppa UEFA/Europa League per due volte nella sua storia (ci riuscì già nel 2006/07).
I Rojiblancos diventerebbero inoltre i primi a vincere per quattro volte questo trofeo.

I club spagnoli hanno perso solo due delle ultime 14 sfide in competizioni europee con formazioni ucraine (8V, 4N).
L’unico precedente del Dnipro contro una squadra spagnola è stata la sconfitta per 1-2 con il Real Saragozza nella fase a gironi della Coppa UEFA 2004/05.
Il Siviglia, invece, non ha perso nessuna delle quattro precedenti sfide contro club ucraini nelle coppe europee (tre le vittorie).
Le ultime due finali di Coppa UEFA/Europa League terminate ai rigori sono state vinte dal Siviglia (2006/07 e 2013/14).
Nonostante abbiano giocato entrambe 14 partite in questa edizione dell’Europa League, il Siviglia (26 reti) ha segnato esattamente il doppio dei gol del Dnipro (13). 
Yevhen Konoplyanka è il giocatore del Dnipro che ha fornito più assist in questa competizione, tre. Tuttavia, Konoplyanka ha effettuato 31 conclusioni (inclusi tiri respinti) in questa Europa League, segnando appena una rete.
Carlos Bacca ha partecipato attivamente a cinque gol del Siviglia nelle sue ultime cinque presenze in Europa League (tre reti, due assist).
Nessuna squadra ha tenuto la porta inviolata più volte del Dnipro in questa edizione dell’Europa League (sette, come il Napoli).
Aleix Vidal ha fornito quattro assist in questa stagione in Europa League: solo Andriy Yarmolenko (sette) e Kevin de Bruyne (cinque) hanno fatto meglio.
Douglas è il giocatore che ha effettuato più respinte difensive in questa edizione della competizione: 134, almeno 50 più di ogni altro giocatore.

Share on Facebook