Risultato Lazio - Rosenborg, Europa League 2015/2016 (3-1)

Risultato Lazio - Rosenborg, Europa League 2015/2016 (3-1)
Lazio
3 1
Rosenborg
Lazio: Berisha; Konko, Hoedt, Mauricio, Radu; Cataldi, Onazi (Gentiletti min.10); F.Anderson (Lulic min.69), Mauri (Milinkovic min.74), Candreva; Matri
Rosenborg : Hansen; Svensson, Bjordal, Eyjólfsson, Dorsin (Mikkelsen min.62); Jensen, Selnæs (Vilhjalmsson min.89, Midtsjo; De Lanlay, Søderlund, Skjelvic.
SCORE: 1-0 min.28 Matri, 2-0 min.54 F.Anderson, 2-1 min.69 Soderlund, 3-1 min.80 Candreva (rig.)
ARBITRO: Gil ammonisce Bjordal, Milinkovic (min.84), Matri (min.90), espelle Mauricio (min.6)
NOTE: Stadio Olimpico, 3° giornata della Uefa Europa League, di fronte Lazio e Rosenborg

Per questa sera è tutto. Grazie per aver seguito la partita in nostra compagnia. L'appuntamento è per la sfida europea del Napoli, al via in questo momento.

21.00 - Nell'altra gara del girone, successo di misura del St.Eienne, che torna quindi in corsa nel girone. Lazio al comando a quota 7, St.Etienne e Dnipro a 4, Rosenborg fermo a 1.

F.Anderson in occasione del 2-0:

La  Lazio legittima il vantaggio della prima frazione nella ripresa. Felipe Anderson raddoppia, ben assistito da Matri. Spavento finale, quando Soderlund, di testa, accorcia, ma Candreva, in due tempi, spegne il Rosenborg dal dischetto. Nel recupero, luci per Berisha che neutralizza un penalty.

90' + 3' - Konko mette giù il diretto avversario in area, è rigore! Berisha cancella però Soderlund e arriva il fischio finale!! 

Tre di recupero, Candreva tiene palla e prende il fallo.

90' - Giallo per Matri che impedisce la ripresa del gioco.

89' - Vilhjalmsson per Selnaes nel Rosenborg.

87' - Hoedt è in campo, ma ha un problema alla caviglia. Lazio che deve resistere quasi in nove.

84' - Cartellino per Milinkovic, contatto in corsia. 

82' - Schiaccia il destro Candreva, non riesce a trovare la porta.

80' - Candreva!!!!!! 3-1!!!! Hansen dice "no", ma Candreva ribadisce in rete. Respira Pioli!

Rigore per la Lazio, giù Radu sul contatto con De Lanlay!! Ottimo lavoro ancora di Matri.

78' - Candreva, in scivolata, respinge l'assalto a sinistra. Skjelvik è una spina nel fianco.

75' - Secondo cambio di Pioli, Milinkovic per Mauri. 

74' - Svensson liberato al limite per il destro, inguardabile. 

72' - Soderlund!! Sfila dietro Gentiletti, Skjelvik lo pesca, ma il colpo di testa questa volta è a lato.  

69' - GOOOOLLLL!! Soderlundddd!! 2-1!! Il Rosenborg riapre la partita! Bella trama a sinistra, palla dentro, Soderlund va sù e supera Gentiletti. La sfera termina alle spalle di Berisha, finale in sofferenza per la Lazio.

67' - Lulic per F.Anderson, questa la mossa di Pioli per dare maggior equilibrio alla Lazio.  

65' - Piazzato di Jensen, Soderlund decolla, ma non arriva per centimetri.

62' - Mikkelsen per Dorsin nel Rosenborg, cambio offensivo. Giallo per Bjordal, duro su Matri.

58' - Tacco illuminante di Candreva, Matri fermato in fuorigioco.

54' - GOOOOOLLLL!!! Felipe Anderson!!!!! Mauri pesca Matri, appoggio in area per F.Anderson, di prima intenzione sul palo opposto!! 2-0 Lazio!

52' - Strappo della Lazio, Candreva infila per Radu, angolo per i padroni di casa.

50' - Jensen batte sull'appoggio di De Lanlay, palla alle stelle.

47' - Conclusione centrale di Svensson, Berisha blocca.

20.00 - Squadre in campo per la ripresa.

Questi tutti i risultati al 45':

19.55 - Matri esulta dopo il gol: 

Si chiude in questo momento la prima frazione di gioco. Lazio avanti nel punteggio, 1-0 sull'asse Candreva - Matri, ma in inferiorità numerica, rosso a Mauricio in avvio. Due legni per parte: Hoedt e Mauri in avvio, prima del ritorno del Rosenborg con Skjelvik e Soderlund.  

45' - Un minuto di recupero.

41' - Selnaes di controbalzo, dopo un buon recupero. Berisha controlla.

40' - La Lazio gioca col cronometro, senza affondare. Gestione intelligente.

37' - Soderlund!! Palo!! Splendido anticipo di testa, spizza sul secondo, Berisha ringrazia il legno.

36' - Buona circolazione - Selnaes tra i migliori - ma Jensen non riesce a dar forza alla conclusione.

31' - Che rischio per la Lazio!!! Skjelvik elude la retroguardia in area e incrocia, Berisha sfiora e spinge sul palo. Hansen tiene viva l'azione, ma il n.1 della Lazio blocca la successiva conclusione. 

29' - Lazio avanti!!!! Gooool di Matri!! Candreva accarezza la palla, con l'esterno pecca il taglio di Matri, glaciale a tu per tu con Hansen!! 1-0!!

28' - Svensson, tutto solo, mette tra le mani di Berisha, una buona opportunità.

26' - Partita a scacchi, importante, per la Lazio, non peccare in ripartenza. Troppi disimpegni imprecisi al momento.

22' - Midtsjo controlla il rimpallo e batte col destro, sfera che termina però lontano dai pali difesi da Berisha.

19' - La Lazio ora attende e lascia il possesso al Rosenborg. L'idea è di sfruttare la rapidità di F.Anderson e Candreva.

16' - Interessante duello tra De Lanlay  e Radu, per ora regge il terzino di Pioli.

14' - Il Rosenborg alza il baricentro, mette pressione alla Lazio e punta a recuperare rapidamente palla.

Pioli inserisce Gentiletti per Onazi e abbassa Mauri al fianco di Cataldi.

10' - Skjelvik mette un pallone interessante, ma Mauri è bravo a prolungare, cambia lo spartito della partita. 

9' - Pioli deve sistemare ora la squadra. Gentiletti è l'opzione in panchina, anche Radu può adattarsi da centrale.

6' - Rosso per Mauricio!! Buca l'intervento, entra in scivolata per bloccare l'attaccante del Rosenborg e si "guadagna" l'espulsione. Punizione dal limite e Lazio in 10.

4' - Doppio legno Lazio sugli sviluppi del corner!! Hoedt di testa stampa sul palo, Mauri da un passo trova la traversa! Incredibile!

3' - Prima offensiva della Lazio. Candreva pesca Mauri, palla sul destro, cross rimpallato. Angolo.

1' - Presa facile per Berisha. Innocuo il cross proveniente dalla destra. Errore in disimpegno di Hoedt. 

18.58 - Stretta di mano tra Jensen e Mauri, squadre disposte in campo, si gioca. 

Si chiude nel frattempo la gara tra Borussia Dortmund e Qarabag. 3-1 per i tedeschi in campo azero, sugli scudi Aubameyang (tripletta).

18.50 - Mentre le compagini rientrano negli spogliatoi, vi ricordo che sempre su VAVEL potete seguire l'avventura delle altre due squadre italiane. Alle 19, Fiorentina - Lech live, alle 21 scocca l'ora del Napoli.

18.40 - Squadre pronte all'ultima fase di riscaldamento. Venti minuti al via.

La Lazio:

Il Rosenborg - Hansen; Svensson, Bjordal, Eyjólfsson, Dorsin; Jensen, Selnæs, Midtsjo; De Lanlay, Søderlund, Skjelvic.

18.30 - Pioli scioglie il dubbio della vigilia. Stante le numerose assenze, il tecnico mette dal primo minuto F.Anderson e confina in panchina Kishna, chiara l'intenzione di non concedere nulla al Rosenborg. Confermate le altre indiscrezioni, con il rientro di Radu e Mauri.  

18.20 - La Lazio insegue, per la quarta volta consecutiva, l'accesso alla fase a eliminazione diretta.

18.10 - In questa stagione, il Rosenborg vanta un curriculum esterno di alto livello. L'undici scandinavo deve ancora conoscere la sconfitta. Cinque uscite, quattro vittorie e un pareggio.  

18.00 - La Lazio ha perso solo una volta nelle ultime 13 uscite casalinghe. Europa League 2013/2014, sedicesimi di finale, i biancocelesti cedono 1-0 al Ludogorets. Il bilancio complessivo parla di 9 vittorie, 3 pari e appunto una battuta d'arresto.

17.50 - Un'immagine del campo di gioco:

Entriamo in diretta a poco più di un'ora dal fischio d'inizio. I giocatori del Rosenborg sono all'Olimpico.

Buonasera e benvenuti alla diretta scritta live e di Lazio - Rosenborg (19.00), incontro valido per la terza giornata della Uefa Europa League 2015/2016. La Lazio ospita l'undici norvegese nel primo atto di un doppio confronto decisivo ai fini della qualificazione. La squadra di Pioli si presenta alla gara odierna con un bilancio positivo in Coppa - un successo e un pari - più difficile invece la situazione del Rosenborg, al momento fanalino di coda del raggruppamento con un sol punto all'attivo.

Il momento

La Lazio giunge all'appuntamento europeo dopo il ribaltone di Reggio Emilia. Una sconfitta che cancella parzialmente il filotto precedente, segnato dall'imbattibilità casalinga e dall'affermazione in rimonta di Verona e costringe il tecnico ad incassare l'ennesimo scherzo della sorte, con Keita fermo per un problema fisico. Il bilancio in A resta comunque positivo. La Lazio ha 15 punti in classifica e si trova a meno tre dalla Fiorentina capolista. Nel prosimo turno, attenzione al Torino, atteso all'Olimpico.

Problemi che non riguardano il Rosenborg. La squadra norvegese, chiuso anzitempo il discorso campionato - +9 sullo Stabaek a e tornate dal termine -, può concentrare le proprie attenzioni sulla manifestazione europea. Le 21 reti di Alexander Soderlund sono il biglietto da visita con cui il Rosenborg sbarca nella Capitale.

La situazione del Gruppo G

La Lazio approccia la gara di questa sera forte del successo interno sul S.Etienne. 3-2 rocambolesco che garantisce agli uomini di Pioli il primato. La terza giornata può spingere Lazio e Dnipro - anche gli ucraini a quota 4 - verso la qualificazione. Biancocelesti fino ad ora non scintillanti, ma redditizi. 1-1 esterno la prima giornata con il Dnipro.

Il Rosenborg, dopo un buon pari sul campo del St.Etienne, incassa la spallata del Dnipro. La resa interna complica i piani dei ragazzi di Ingebrigtsen. Un risultato positivo all'Olimpico è la via per riaprire chance di passaggio del turno. L'incontro di ritorno è in programma a Trondheim il 5 di novembre.

Questa la classifica del Gruppo G dopo due giornate: Lazio e Dnipro 4, Rosenborg e St.Etienne 1

Le probabili formazioni

Pioli deve fare i conti con innumerevoli assenze. Manca la cerniera di mezzo - migliora Biglia, Parolo ancora lontano dal ritorno in gruppo - il leader di difesa, De Vrij, prosegue la terapia conservativa per smaltire il problema al ginocchio, Djordjevic si avvicina ai compagni, ma è out per qesta sera. A loro si aggiunge una defezione degli ultimi giorni. Keita, come detto in precedenza, si ferma per un problema accusato nella gara con il Sassuolo.

Nell'undici da opporre al Rosenborg, il tecnico mischia senatori di ritorno - è il caso di Radu e Mauri - e giovani pronti a lasciare il segno in Europa, vedi Kishna, Cataldi e Onazi. Matri si carica sulle spalle l'attacco biancoceleste, con Klose destinato a un turno di riposo.

Tra i pali Berisha, Radu sostituisce Lulic a sinistra, Konko per Basta sul lato opposto, Hoedt e Mauricio al centro. Cataldi e Onazi duo di centrocampo, Kishna, Mauri e Candreva sulla trequarti alle spalle d Matri. Felipe Anderson è la carta per sparigliare il mazzo, da utilizzare al via o a partita in corso.

  

Il Rosenborg non rinuncia al suo abito tradizionale. Il modulo è il 4-3-3, con Soderlund come terminale. Ai lati dell'attaccante, Mikkelsen e Lanlay. Selnaes è l'uomo di rierimento in mediana, il punto davanti alla linea  quattro di difesa. Mezzali Jensen e Midtsjo. Davanti a Hansen, Svensson, Eyjolfsson, Bjordal e Skjelvik. Assente Helland.

I precedenti

Non ci sono precedenti tra Lazio e Rosenborg e la Lazio, in Europa, non ha nella sua storia confronti con compagini norvegesi. Sono invece 14 le partite giocate dal Rosenborg contro squadre italiane. L'ultima risale al 2008. Sedicesimi di Uefa, di fronte Rosenborg e Fiorentina. Doppio successo viola: Mutu pe l'1-0 esterno, Liverani - Cacia per il 2-1 interno.

Unica affermazione norvegese nel 96. Girone di Coppa dei Campioni, il Milan sulla strada del Rosenborg. A San Siro, vittoria ospite per 2-1, a segno Brattbakk e Heggem, Dugarry per il diavolo.   

Le parole della vigilia

Pioli «Mi aspetto miglioramenti, è una partita importante, vogliamo passare il turno. Vincere ci darà una spinta in più. Il Rosenborg è un'ottima squadra - sottolinea l'allenatore - sta vincendo il campionato, stava vincendo con il Saint-Etienne e ha perso nel finale con il Dnipro. Gioca un calcio paziente quando ha palla, ha qualità a centrocampo e velocità sugli esterni d'attacco. Vogliamo controllare noi la gara e giocare con ritmo. Serve assolutamente per fare bene in Europa»

Laconico Ingebrigtsen "Siamo venuti qui per vincere, vogliamo portare a casa tre punti"

Dirige la gara il polacco Gil, assistenti Sadczuk e Borkowski, Sapela è il quarto uomo. Addizionali, Frankowski e Jakubik.

Europa League