Europa League: il Borussia non delude in casa, battuto il Porto 2-0

I tedeschi vincono 2-0 contro il Porto dimostrando una mentalità vincente e confermandosi fra le più indicate alla vittoria finale. Sempre in evidenza Reus, poche sufficienze nelle file ospiti.

Europa League: il Borussia non delude in casa, battuto il Porto 2-0
BORUSSIA DORTMUND
2 0
PORTO
BORUSSIA DORTMUND: Burki; Piszczeck, Sokratis, Hummels, Schmelzer; Wiegl, Mikhtaryan, Sahin (Leitner, min. 58), Kagawa (Ginter, min. 87), Reus (Pulisic, min. 87); Aubameyang.
PORTO: Casillas; Valera, Layun, Martins Indi, Jose Angel; Herrera, Brahimi (André, min. 58), Neves, Sergio Oliveira (Evandro, min. 77), Marega; Aboubakar (Suk, min. 88).
SCORE: 1-0, min. 6, Piszczeck. 2-0, min. 77, reus.
ARBITRO: Luca Banti (ITA). Ammoniti: Varela (min. 58), Jose ANhel (min. 62), Evanddo (min. 78), Suk (min. 90).
NOTE: Gara valida per i sedicesimi di finale di Europa League 2015/16.

Il Borussia Dortmund vince 2-0 alla Signal Iduna Park ed ipotizza così la qualificazione. Per i tedeschi gol di Piszczeck e Reus, sempre più uomo simbolo dei suoi. 

Nero-gialli che scendono in campo adottando un offensivo 4-1-4-1, con Aubameyang pronto a trascinare il pacchetto offensivo dei tedeschi. Stessa disposizione tattica per i dragones, consci della difficoltà della sfida. Gara subito emozionante e favorevole ai padroni di casa, con Piszczeck che, già sesto minuto, viene imbeccato ottimamente da Mikhtaryan e riesce sulla ribattuta a battere un incolpevole Casillas. Borussia dunque subito in avanti. La marcatura subita colpisce il Porto come se fosse un cazzotto in pieno volto, tant'è che gli uomini di Peseiro non riescono a reagire, rischiando addirittura di subire  la seconda rete, se Reus al ventidueismo non sparasse alto. I nero-gialli, spinti dal pubblico di casa, continuano imperterriti ad offendere, sfiorando a più riprese un meritatissimo doppio vantaggio: al 28' insidiosissimo tiro di Schmelzer, tre minuti dopo è invece Kagawa a fumarsi incredibilmente un rigore in movimento mandando di molto a lato il proprio tiro. Al 34' finalmente, dopo il lunghissimo dominio tedesco, si affaccia timidamente il Porto, con una bella conclusione di Sergio Oliveira che impegna Burki. E' però solo una fiammata isolata ed infatti, dopo questa unica defaiance, torna ad offendere il Borussia, ancora vicino alla marcatura con un colpo di testa fuori di Mikhtaryan al minuto trentotto, che chiude di fatto un primo tempo a senso unico. 

La seconda frazione inizia sulla falsa riga della prima, con il Borussia in avanti ed il Porto sulla difensiva: al 53' buona chance per i padroni di casa, con Varela che quasi rischia l'autogol, mentre cinque minuti dopo è sempre Kagawa ad impensierire, senza successo, Iker Casillas. I giallo-neri non sembrano dunque sazi del minimo vantaggio, preferendo un atteggiamento offensivo volto al raddoppio. Tale inclinazione gagliarda porta i padroni di casa vicinissimi al gol in tre occasioni, tutte al minuto sessantaquattro: prima tira Kagawa, la sua svirgolata diventa assist per Reus il cui diagonale, incredibilmente, serve ancora l'ex United che da terra la manda malamente fuori. Il gol è pero nell'aria e giunge, puntuale, al 71', con un letale destro di Marco Reus decisivamente deviato, però, da Martins Indi. La seconda rete addormenta un po' la partita, con il Borussia che preferisce tenere saldamente in mano le redini senza però sbilanciarsi eccessivamente. Al minuto ottantacinque ultima azione tedesca, con Aubameyang che colpisce fragorosamente il palo a seguito di un imperioso stacco di testa. Prima però del triplice fischio, ecco lo squillo dei portoghesi, che non riescono ugualmente a superare un eccellente Burki, reattivo nel deviare la conclusione di di Suk

Una gara a senso unico, un Borussia tonico ed un Porto praticamente eclissato. I tedeschi, infatti, hanno praticamente tarpato le ali adi dragones, incapaci di costruire azioni pericolose in maniera continua. Il ritorno si prospetta comunque aperto, considerando la spinta dei supporter potoghesi, da sempre l'arma in più della compagine attualmente allenata da Peseiro. Migliore in campo per il Borussia, Mikhtaryan. Per il Porto in evidenza Oliveira

Europa League