Europa League 2016/17, il quadro della prima giornata

Quarantotto squadre al via, con il Manchester United favorito e indiziato numero uno per la vittoria finale. Quattro italiane, tanto talento, ancora più voglia di sorprendere. A partire da stasera: ecco il programma

Europa League 2016/17, il quadro della prima giornata
Europa League 2016/17, il quadro della prima giornata

GIRONE A

Ore 19.00: Feyenoord - Manchester United

Ore 19.00: Zorya - Fenerbahce

L'assalto della favorita numero uno alla vittoria finale dell'Europa League parte dall'Olanda. Un destino curioso quello del Manchester United, reduce da un fallimento simboleggiato proprio da due oranje  quali van Gaal e Depay. I nuovi Red Devils di Mou scendono in campo contro il Feyenoord, probabilmente con diverse rotazioni attuate tra i vari reparti. Difficilmente vedremo l'undici tipo degli inglesi, più probabile invece quello di van Bronckhorst, probabilmente ancora senza Eljero Elia a disposizione. L'altra partita del girone vede il Fenerbahce cercare punti pesanti in Ucraina tra mille difficoltà interne, volando sul campo del difensivo Zorya, ucraina comparsa quasi per caso (soprattutto grazie a sventure burocratiche del Dnipro) sul panorama internazionale.

Fonte immagine: Bleacher Report
Fonte immagine: Bleacher Report

GIRONE B

Ore 19.00: Young Boys - Olympiakos

Ore 19.00: APOEL Nicosia - Astana

Strano ma vero. L'Olympiakos non inizia la propria stagione in Champions League, ma nel gradino inferiore, complice una prematura eliminazione al terzo turno preliminare. Tocca quindi cercare di percorrere più strada possibile, guidati come sempre da talenti regrediti (e non) e da giocatori esperti. Occhio però allo Young Boys, squadra molto quadrata, guidata da talenti in rampa di lancio (Zakaria su tutti) e altri giocatori alla ricerca della propria dimensione. Non è annunciato invece spettacolo tra APOEL Astana, due squadre poco in grado di produrre gioco a livello europeo, al contrario, capaci di chiudersi con i giusti tempi. Occhi puntati sull'ex Cagliari Ibraimi e sul talento serbo Maksimovic, tra le file dei kazaki, alle prese anche con le fasi finali in campionato.

Fonte immagine: olympiakos.org
Fonte immagine: olympiakos.org

GIRONE C

Ore 19.00: Anderlecht - Qabala

Ore 19.00: Mainz - Saint-Etienne

Punito dal Rostov nel terzo turno preliminare di Champions, l'Anderlecht riparte da un girone tosto, ma da una partita agevole contro gli azeri del Qabala. Ancora in cerca dell'equilibrio dopo aver di fatto ricostruito trequarti e attacco, i ragazzi di Weiler puntano ad una vittoria che potrebbe significare fiducia, affidandosi a un centrocampo giovanissimo e di talento: Dendoncker-Tielemans. Entrambi attesi al grande salto. Equilibrio di alto livello invece tra Mainz Saint-Etienne, nonostante gli inizi di stagione un po' stentati da entrambe le parti. Il potenziale dei ragazzi di Schmidt è forse superiore in termini di produzione, ma in quanto a talento difficile predire chi è meglio messo. Atteso spettacolo. 

Fonte immagine: Kicker
Fonte immagine: Kicker

GIRONE D

Ore 19.00: AZ Alkmaar - Dundalk

Ore 19.00: Maccabi Tel Aviv - Zenit San Pietroburgo

Il sogno irlandese del Dundalk affronta il primo esame europeo, sul campo dell'AZ Alkmaar. Una sfida probabilmente a senso unico, gli olandesi partono nettamente favoriti (nonostante la possibile assenza di Alireza, tra i migliori in quest'inizio di stagione), risulta difficile pensare ad un exploit dei limitatissimi ospiti, i quali dovranno provare a far prevalere organizzazione e determinazione. Non è comunque detto basti. Trasferta israeliana invece per lo Zenit, stramente sceso dal piano superiore complice la rincorsa del Rostov in campionato: Witsel e compagni sul campo del Maccabi cercheranno la prima vittoria europea dell'era Lucescu sfruttando il proprio potenziale offensivo, in crescita dopo un inizio di stagione stentato. Logica difesa a oltranza e contropiede per i padroni di casa, tecnicamente molto inferiori.

Fonte immagine: news.ro
Fonte immagine: news.ro

GIRONE E

Ore 19.00: Astra Giurgiu - Austria Vienna

Ore 19.00: Viktoria Plzen - Roma

L'incubo del West Ham, l'Astra Giurgiu, si ritrova di nuovo alla fase a gironi, stavolta la prima avversaria è l'Austria Vienna. Sfida a basso tono in realtà, coi padroni di casa forse leggermente favoriti ma reduci da un inizio di stagione complicato (5 punti in 7 partite di campionato). Chi può e deve approfittare della situazione è la Roma, inserita in un girone agevole, da 18 punti. La partita più complicata dei giallorossi è già quella di stasera contro il Viktoria Plzen, squadra con il giusto mix di esperienza e talento, con un'ossatura prettamente ceca e svariati prodotti del proprio settore giovanile su cui puntare. Ovviamente, dal punto di vista tecnico, i ragazzi di Spalletti sono comunque ben al di sopra.

Fonte immagine: Ansa
Fonte immagine: Ansa

GIRONE F

Ore 19.00: Rapid Vienna - Genk

Ore 19.00: Sassuolo - Athletic Bilbao

Dopo le due fasi preliminari superate brillantemente, per il Sassuolo è tempo di grande salto: l'esordio europeo dei neroverdi in una fase finale poteva decisamente essere più agevole. Al Mapei arriva l'Athletic Bilbao delle solite certezze e dei soliti dubbi, reduce dalla prima vittoria stagionale nel weekend. Gli emiliani non recuperano Berardi e si portano dietro il dubbio Defrel: sarebbe la prima sfida abbordabile senza il proprio fuoriclasse col 25 sulla schiena. Attenzione anche al Genk, squadra non banale, in particolare nella figura del giovanissimo giamaicano Bailey. L'avversario è un Rapid Vienna piuttosto in difficoltà che ultimamente fatica a trovare la porta, dopo 15 gol in 4 partite ufficiali tra il 4 e il 18 agosto.

Fonte immagine: digital-news.it
Fonte immagine: digital-news.it

GIRONE G

Ore 21.05: Panathinaikos - Ajax

Ore 21.05: Standard Liegi - Celta Vigo

Torna in Europa Andrea Stramaccioni, e lo fa da allenatore del Panathinaikos. Le ambizioni dei greci si scontrano con un girone complicato ed una partita da affrontare al meglio, contro l'Ajax, già umiliato dal Rostov nel preliminare di Champions e un po' a singhiozzo in campionato, nonostante gli exploit di Klaassen; una vittoria ad Atene restituirebbe credibilità e fiducia ad una squadra in netta flessione, con Bosz già bersagliato da qualche critica di troppo. Non sta andando meglio al Celta Vigo, tre sconfitte in tre partite ufficiali di Liga, ma ecco che la chance sul campo dello Standard Liegi si fa ancora più ghiotta: per ora i belgi non stupiscono, nonostante una buona rosa a disposizione. I Galiziani cercheranno i tre punti, sia per la fiducia che per muovere un passo in avanti in un girone tremendamente equilibrato.

Fonte immagine: tuttocalcioestero.com
Fonte immagine: tuttocalcioestero.com

GIRONE H

Ore 21.05: Sporting Braga - Gent

Ore 21.05: Konyaspor - Shakhtar Donetsk

Il nuovo Shakhtar di Paulo Fonseca compare già ad agosto nei gironi di Europa League dopo la cocente eliminazione per mano dello Young Boys. Il bilancio del tecnico portoghese in apertura di stagione parla di 9 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte, ma quelle due sono dolorosissime e vanno rimarginate. Attenzione però a Konyaspor, un avversario da non sottovalutare che potrebbe rosicchiare qualche punto agli ucraini, favoriti. Fonseca dovrà anche affrontare il suo passato, lo Sporting Braga, che in questa prima partita ospita tra le mura amiche il Gent, sorpresa della scorsa Champions League, ma nettamente indebolita dal mercato. Padroni di casa leggermente favoriti, ma da testare ancora per bene dopo l'addio di Rafa Silva.

Fonte immagine: China Daily
Fonte immagine: China Daily

GIRONE I

Ore 21.05: Nizza - Schalke 04

Ore 21.05: Red Bull Salisburgo - Krasnodar

Voltaggio massimo in un girone elettrico, sia per lo spettacolo che per l'equilibrio. Il Nizza di Balotelli ospita all'Allianz Riviera lo Schalke 04, orfano di Sané ma con un quantitativo di talento giovane da fare invidia a molti. Calcio offensivo per entrambe le squadre, oltre a un tasso tecnico assolutamente elevato. Ha iniziato meglio la stagione la squadra della costa azzurra, occhio però agli scatti dei minatori. Chi non ha approcciato la nuova stagione nel migliore dei modi è invece il Krasnodar, piuttosto rallentato da qualche difficoltà imprevista: la complicata trasferta in Austria, sul campo del Salisburgo, rischia di rappresentare il primo spartiacque stagionale per i russi, già scossi dalle dimissioni di Kononov di pochi giorni fa.

Fonte immagine: Getty Images via Daily Mail
Fonte immagine: Getty Images via Daily Mail

GIRONE J

Ore 17.00: Qarabag - Slovan Liberec

Ore 21.05: PAOK Salonicco - Fiorentina

Girone sulla carta agevole quello della Fiorentina, chiamata alla prima vera difficoltà all'esordio sul campo del PAOK. Un ambiente bollente, un avversaria sicuramente inferiore. Strappare almeno un punto è d'obbligo per la squadra di Sousa, meglio ancora se tre: sarebbe già un timbro deciso sulla possibile qualificazione, da chiudere al più presto possibile. Dall'altra parte regna il difensivismo del Qarabag, già vecchia conoscenza delle Italiane, il quale apre il programma in anticipo su tutte affrontando in casa uno Slovan Liberec che perde pezzi ma trova sempre il modo di presenziare, ogni stagione. Magari riuscendo anche in alcuni sgarbi.

Fonte immagine: Eurosport
Fonte immagine: Eurosport

GIRONE K

Ore 21.05: Southampton - Sparta Praga

Ore 21.05: Inter - Hapoel Beer Sheva

Il cammino europeo dell'Inter riparte da San Siro e da una delle migliori sorprese dell'agosto calcistico, l'Hapoel Beer Sheva. Gli israeliani sono andati oltre i propri limiti tecnici, mettendo fuori dai giochi l'Olympiakos e rischiando anche di ripetersi contro il Celtic. Difficile francamente che ci riescano anche su un girone di 6 partite, nel quale i nerazzurri di De Boer partono nettamente favoriti. Attesa invece per la sfida tra Southampton Sparta Praga: gli inglesi dopo il flop dell'anno scorso devono dimostrare una crescita anche a livello europeo, mentre i cechi sono ormai una garanzia, nonostante qualche perdita di troppo in estate. Intanto, però, è tornato a casa Rosicky...

Fonte immagine: passioneinter.com
Fonte immagine: passioneinter.com

GIRONE L

Ore 21.05: Villarreal - Zurigo

Ore 21.05: Osmanlispor - Steaua Bucarest

I giustizieri del Napoli nella scorsa stagione, il Villarreal, si ritrova un girone da vincere, anzi, da stravincere, per riscattare la cocente delusione provocata dall'eliminazione per mano del Monaco al playoff di Champions League. La partita casalinga con lo Zurigo è indubbiamente agevole, ma lo saranno anche quelle contro le altre due avversarie del girone: l'Osmanlispor è alla prima esperienza europea in assoluto, mentre la Steaua Bucarest è stata derubata di quasi tutti i giocatori di livello medio/alto di cui poteva disporre. Previsione, questa volta, piuttosto agevole.

Fonte immagine: Fox Sports
Fonte immagine: Fox Sports

Europa League